11 isole con una straordinaria biodiversità

0
65

Le isole vantano alcune delle più diverse collezioni di piante e animali sulla Terra. Con un insieme unico di influenze e condizioni, la vita dell'isola si è evoluta in un modo molto diverso dalla vita su masse continentali più grandi.

La Convenzione sulla diversità biologica mira a portare questi ecosistemi insulari all'attenzione del pubblico. L'annuale Giornata internazionale della diversità biologica (che cade il 22 maggio), aumenta la consapevolezza in tutto il mondo sulla biodiversità, dai suoi numerosi benefici per le persone alla varietà di luoghi – come le isole – dove tende a prosperare.

Queste 11 isole forniscono una definizione vivente della diversità biologica. Poche altre masse continentali possono eguagliare l'unicità delle loro specie vegetali e animali.

Borneo

I Pinnacoli sono punte di calcare nel Parco Nazionale di Mulu, nel Borneo.
Paul White / Flickr

La terza isola più grande del mondo, il Borneo ha all'incirca la stessa superficie dello stato del Texas. Divisa tra Malesia, Indonesia e il minuscolo sultanato del Brunei, l'isola ha più di 200 specie di mammiferi, 44 delle quali endemiche (il che significa che non si trovano in nessun'altra parte del mondo). Anche circa 6.000 specie vegetali del Borneo sono endemiche. La statistica sulla biodiversità più sorprendente proviene dagli alberi di dipterocarpo delle foreste pluviali del Borneo: più di 1.000 specie di insetti possono essere trovate in un singolo albero.

Sumatra

Il lago Toba è un enorme lago vulcanico a Sumatra.
Max Grabert / Flickr

Quest'isola nell'Indonesia più occidentale contiene più di 185.000 miglia quadrate di terra. Nonostante sia la patria di oltre 50 milioni di persone, Sumatra vanta una straordinaria varietà di fauna selvatica. Le giungle interne di Sumatra ospitano una rara combinazione di specie. Questo è l'unico posto sulla Terra dove tigri, rinoceronti, elefanti e oranghi vivono allo stesso modo nello stesso ecosistema. Gli sforzi di conservazione aggressivi mirano a proteggere queste specie, in particolare la tigre endemica di Sumatra, i cui numeri sono stimati in meno di 400.

Madagascar

I sifaka di Coquerel sono tra i tipi di lemuri che popolano il Madagascar.
Frank Vassen / Flickr

La nazione dell'Oceano Indiano del Madagascar, la quarta isola più grande del mondo, definisce la biodiversità come nessun'altra isola sulla Terra. Un quasi incredibile 90 percento della sua vita vegetale è endemica. Alcune cime degli altopiani malgasci sono gli unici luoghi in cui crescono alcune specie di piante. Naturalmente, il lemure è l'animale unico più famoso del Madagascar; Sull'isola vivono 72 tipi di specie e sottospecie di lemuri.

Nuova Zelanda

Una colonia di sule nidifica a Cape Kidnappers, nell'Isola del nord della Nuova Zelanda.
Mike Locke / Flickr

La Nuova Zelanda è composta da due masse continentali principali: Isola del Nord e Isola del Sud. I suoi diversi paesaggi sono ben noti grazie ai film "Il Signore degli Anelli" del regista neozelandese Peter Jackson. Ciascuno degli ecosistemi della Nuova Zelanda è pieno di specie endemiche. Tutti i pipistrelli, i rettili e gli anfibi nativi non si trovano in nessun'altra parte della Terra e anche il 90% dei pesci d'acqua dolce sono endemici. Un ottimo esempio della natura della Nuova Zelanda è la sua popolazione di funghi. Meno di un terzo delle 20.000 specie di funghi stimate in Nuova Zelanda sono state addirittura classificate.

Tasmania

Alberi coperti di muschio fiancheggiano la passeggiata nel bush dell'Overland Track nel Cradle Mountain-Lake St. Clair National Park in Tasmania.
Tatters / Flickr

Situata nel sud dell'Australia continentale, la Tasmania è uno dei più importanti punti caldi della biodiversità del suo paese. La più famosa delle creature di quest'isola è il diavolo della Tasmania, considerato l'ultimo marsupiale carnivoro sopravvissuto al mondo. Tra le piante autoctone dell'isola, il pino Huon cresce molto lentamente ma può vivere per 3.000 anni. Il pandani endemico, una palma dall'aspetto preistorico, domina i climi umidi subalpini della Tasmania. Anche ornitorinchi, pinguini, pappagalli e il raro quoll orientale fanno parte della variegata popolazione animale di quest'isola.

Palau

Le meduse dorate fanno parte della ricca biodiversità di Palau.
amanderson2 / Flickr

La piccola nazione micronesiana di Palau, di sole 170 miglia quadrate, è ricca di fauna selvatica sia sulla terra che nell'acqua. Le zone costiere di Palau hanno un'alta concentrazione di vita marina, inclusi crostacei e coralli. L'insolito dugongo, un parente del lamantino, può essere trovato in gran numero nelle secche costiere di Palau. La catena di isole ha anche una grande diversità quando si tratta della sua popolazione di pesci d'acqua dolce, comprese quattro specie endemiche. Tra le creature uniche di Palau ci sono le sue meduse senza pungiglione. Nuotando in laghi di acqua salata collegati al mare solo da tunnel e grotte, queste creature hanno perso la capacità di pungere perché non hanno predatori naturali.

Isola di Coiba

Un pesce chitarra nuota nel Parco nazionale di Coiba.
Laszlo Ilyes / Flickr

Situata al largo della costa pacifica di Panama, Coiba è una grande isola centroamericana. Un certo numero di sottospecie si sono evolute qui quasi senza contatto umano. La scimmia urlatrice di Coiba è il più famoso di questi animali endemici. La fauna selvatica dell'isola prosperava qui per un motivo molto insolito: fino al 2004, una famigerata prigione panamense è stata operata a Coiba. Per questo motivo, pochi civili hanno mai visitato l'isola e oltre il 75% del territorio è ancora coperto da foreste vergini. Una delle più grandi barriere coralline dell'intera costa del Pacifico delle Americhe si trova anche vicino a Coiba. Più di 700 specie di pesci sono state registrate in questi habitat marini.

Isola Georgia del Sud

I pinguini reali abitano la baia di St. Andrews sull'isola della Georgia del Sud.
Liam Quinn / Flickr

Le isole dell'Antartide sono l'ultimo posto in cui ti aspetteresti di trovare biodiversità. Ma le ricerche hanno studiato attentamente la remota isola della Georgia del Sud e hanno trovato tanta biodiversità qui come nelle famose Galapagos. Un sondaggio ha rilevato 1.445 specie marine che vivono nelle acque costiere della Georgia del Sud. Qui vivono creature bizzarre come vermi marini che nuotano liberamente, pesci ghiaccio e ragni marini. Massicce popolazioni di pinguini dominano le coste della Georgia del Sud, mentre il 90% delle foche del mondo utilizza l'isola come base, così come circa la metà della popolazione terrestre di elefanti marini. In tutto, 1.500 specie chiamano casa le acque fredde e le terre ghiacciate dell'isola della Georgia del Sud.

Le Galapagos

Foto: Lara Muriel Wilson / Shutterstock

Queste famose isole ecuadoriane si trovano a cavallo dell'equatore nell'Oceano Pacifico. Charles Darwin arrivò qui nel 1830 e tornò con solide prove a sostegno delle sue teorie sull'evoluzione. Molti degli animali che hanno ispirato le sue scoperte prosperano ancora qui. L'iguana terrestre delle Galapagos, l'iguana marina unica che caccia nel mare, la tartaruga delle Galapagos, il cormorano incapace di volare e un numero enorme di fringuelli endemici (denominati collettivamente "fringuelli di Darwin") chiamano queste isole casa. Non è raro trovare diverse specie che occupano lo stesso piccolo pezzo di costa.

Cuba

La Valle Vinales di Cuba ospita molte specie endemiche di piante e animali.
Romtomtom / Flickr

L'isolamento politico ed economico di Cuba significa che si sa relativamente poco della sua fauna selvatica. Tuttavia, un certo numero di specie prospera nella combinazione unica di ecosistemi dell'isola. La palude di Zapata è un ottimo esempio della biodiversità di Cuba. Zapata, la più grande zona umida dei Caraibi, ospita il coccodrillo cubano. Oltre a questo predatore rettiliano endemico, le paludi hanno stormi di pittoreschi fenicotteri, diverse specie di uccelli endemiche e centinaia di piante e insetti unici. La diversità geografica complessiva di Cuba – zone umide, savane interne, montagne, aree costiere aride e foreste pluviali tropicali – ha creato un insieme unico di ecosistemi, ognuno dei quali è pieno di vita endemica.

Isole del Canale

I leoni marini abbondano nelle Isole del Canale della California.
Michele W / Flickr

Otto isole fanno parte dell'arcipelago delle Isole del Canale della California, che si trova a breve distanza dalla città di Santa Barbara. Cinque di queste masse continentali, così come le acque tra di loro, fanno parte del Parco nazionale delle Isole del Canale. Specie di uccelli endemiche come la ghiandaia dell'isola si trovano solo sull'isola di Santa Cruz, il più grande dei canali. I pipistrelli e le sottospecie uniche di topo e volpe sono tra gli abitanti terrestri del parco nazionale, sebbene gran parte della biodiversità si trovi nelle acque oceaniche tra le isole. Foche, leoni marini, balene e delfini condividono le acque intorno a queste isole. Venendo per riprodursi e nutrirsi, questi mammiferi marini sono una grande attrazione per gli amanti della natura.