C'è un motivo per cui il dentifricio deve essere in una scatola?

0
9

L'acquisto di dentifricio può sollevare ogni sorta di domande. Quale marca? Voglio lo sbiancamento? I miei denti sono sensibili? La placca è ancora una cosa?

Una domanda che potresti non chiederti è perché il tubetto di dentifricio viene fornito in una scatola di cartone. Dopotutto, il tubo è ciò che contiene effettivamente il dentifricio. Sarebbe come mettere lo shampoo o la crema da barba in un pacchetto aggiuntivo.

Una petizione di Change.org pone la stessa domanda mentre incoraggia i produttori di dentifricio ad abbandonare la scatola di cartone.

Le scatole di dentifricio sono 'inutili'

Il video qui sopra è per gentile concessione di Alan's Theory, una serie di video di un uomo di nome Alan che "pensa molto", fa video sui suoi pensieri e li mette su Facebook e YouTube. Alan fa questi video solo da un paio di mesi, ma il video della sua confezione di dentifricio è già il più visto su Facebook con 4,8 milioni di visualizzazioni. In esso, chiede perché nel mondo il dentifricio arriva in scatole di cartone che verranno solo gettate via o – nella migliore delle ipotesi – riciclate.

Spiega che vengono prodotte 900 milioni di scatole di dentifricio all'anno – la sua fonte di queste informazioni, che non sono fornite nel video, è probabilmente questo post di Quora e la sua risposta si basa su un post del blog del 2007. Dice che sembra particolarmente dispendioso farlo su così larga scala per un prodotto che non richiede imballaggi aggiuntivi. Forse è perché la confezione sta bene sullo scaffale.

Il video arriva in Islanda, dove il 90% del dentifricio viene venduto senza scatola, dice Alan, anche se non cita una fonte per quella statistica. Il video mostra gli scaffali dei negozi con tubetti di dentifricio in piedi, tenuti al sicuro da un vassoio di plastica in una scatola di cartone con marchio. Alan afferma che questa presentazione è guidata dalla consapevolezza ambientale dei consumatori islandesi e riprende gli islandesi che spiegano le ragioni della telecamera.

Alan incoraggia quindi i consumatori a raggiungere le persone che conoscono nel settore del dentifricio, a condividere il suo video con loro e a firmare la petizione Change.org rivolta ai produttori di dentifricio e ai singoli marchi, nonché a organizzazioni come le Nazioni Unite e la Fondazione Leonardo DiCaprio .

Riciclare i tubi e le alternative al dentifricio

Lo spazzolamento di routine aiuta a mantenere i denti sani e ci sono modi per farlo che riducono al minimo i danni all'ambiente.
bbernard / Shutterstock

Le scatole di dentifricio hanno un bell'aspetto sullo scaffale ed è quasi certamente più facile imballare, spedire e immagazzinare il dentifricio in questo modo. Nel libro del 1995 "Waste Age and Recycling Times: Recycling Handbook", l'editore spiega che le confezioni di dentifricio forniscono informazioni sul prodotto, svolgono una funzione di marketing, proteggono il tubo e prevengono il furto. Il libro dice anche che le scatole sono "spesso realizzate con cartone riciclato", fornendo un mercato per la carta straccia oltre all'imballaggio per un tubo.

Tuttavia, sembra ancora uno spreco. Se le aziende hanno trovato il modo per farlo funzionare per un mercato relativamente piccolo – la popolazione islandese è di circa 350.000, secondo Iceland Magazine – aumentare un tale processo non sarebbe fuori dal regno delle possibilità, con una lenta implementazione per aiutare i consumatori ad adattarsi a il nuovo packaging.

Tuttavia, affrontare il problema della confezione del dentifricio è il frutto della discussione. L'eliminazione degli imballaggi non risolve il fatto che, utilizzando il numero di Alan, 900 milioni di tubi di plastica finiscono nelle discariche. È dubbio che l'eliminazione dell'imballaggio compenserebbe il danno arrecato dai tubi stessi dopo averli spremuti il ​​più possibile.

Puoi riciclare i tubi (e gli spazzolini da denti, se è per questo), ma non è facile. Dal momento che i prodotti devono essere puliti prima di poter essere riciclati – questo è il motivo per cui non puoi riciclare una scatola per pizza crivellata di formaggio – è improbabile che tu possa semplicemente gettare il tubo nel cestino della tua città con carta straccia e bottiglie di vetro. Dopotutto, c'è ancora del dentifricio bloccato nel tubo. Inoltre, i tubetti di dentifricio sono spesso più di un tipo di materiale fuso insieme e ciò richiede un macchinario speciale per separarli.

Da diversi anni, tuttavia, Colgate e TerraCycle collaborano, offrendo un servizio di riciclaggio per tutti i tubetti di dentifricio, di qualsiasi marca! – e spazzolini da denti. L'ironia di tutto questo, ovviamente, è che devi rimettere i tubi in una scatola o busta e spedirli al luogo di riciclaggio. Il packaging, come la vita, trova sempre un modo.

Quindi cosa puoi fare se vuoi davvero pulire i denti e mantenere pulito anche l'ambiente? Bene, puoi creare il tuo dentifricio – MNN ha tre ricette per dentifrici fai-da-te facili da realizzare – e ritagliare completamente i tubi e gli imballaggi non necessari. Alternative come il bicarbonato di sodio, il carbone di legna, i tipi di argilla e persino la cannella possono aiutare, ma hanno anche degli svantaggi.

Potresti anche provare qualcosa come Bite, un servizio di consegna di pastiglie di dentifricio incentrato sul rendere il dentifricio più sano e più sostenibile. Mordi un cubo, poi spazzoli con uno spazzolino da denti bagnato. Si verifica la bontà del dentifricio schiumoso. Le pillole vengono fornite in un barattolo di vetro riciclabile e anche tutti gli imballaggi della posta sono riciclabili.

Qualunque cosa tu faccia per rendere più ecologica la tua igiene orale, continua a lavarti i denti.