Che cos'è l'upcycling?

0
4

L'upcycling è definito come la creazione di qualcosa di nuovo da materiali di scarto riparandoli, ristrutturandoli o riutilizzandoli. Ciò che si è formato da una crescente preoccupazione per i rifiuti collettivi è diventato uno sfogo di creatività per molte persone che si impegnano a tenere le cose fuori dalle discariche. Esistono molte tecniche utilizzate per l'upcycle, così come molti prodotti che possono essere riciclati. In un mondo in cui il riciclaggio sta diventando limitato, l'upcycling è un ottimo modo per evitare di buttare via gli oggetti.

Upcycling, downcycling e riciclaggio

Treehugger / Sanja Kostic

Le frasi "upcycling" e "recycling" sono spesso usate in modo intercambiabile e la definizione di riciclaggio dell'Environmental Protection Agency suona molto simile alle definizioni di upcycling. Tuttavia, ci sono importanti distinzioni.

Raccolta differenziata

Il riciclaggio è il processo di raccolta di materiali che altrimenti sarebbero rifiuti, la loro lavorazione e la loro trasformazione in nuovi prodotti.

Il riciclaggio del vetro, ad esempio, è un sistema a circuito chiuso che vede il vetro tornare vetro. Eppure è raro che i materiali possano essere riciclati in modo così fluido e, in molte situazioni, il "riciclaggio" viene utilizzato in modo errato al posto di "downcycling" o "upcycling".

Downcycling

Il downcycling è la scomposizione dei materiali nella loro forma base per creare un nuovo prodotto di qualità e valore inferiori.

Il downcycling riduce la qualità e il valore degli articoli perché spesso ci sono contaminanti all'interno dei materiali riciclati, come la vernice su una lattina di alluminio. Un esempio comune di downcycling è la trasformazione della carta stampata in carta igienica. Casi di questo sono anche i rifiuti da costruzione e demolizione. Il downcycling rappresenta un problema perché, alla fine, i materiali sono di qualità così bassa da diventare inutilizzabili.

Questo non è il caso dell'upcycling, che mantiene o aumenta il valore del nuovo articolo. Il vantaggio aggiuntivo è che i materiali mantengono la loro qualità. L'upcycling aiuta a creare un'economia circolare, in cui i materiali possono essere costantemente riutilizzati e non trasformarsi in rifiuti. È una pratica che è stata utilizzata nel corso della storia come mezzo per ridurre gli sprechi in modo economico e ora è utilizzata in un'ampia gamma di processi, che di conseguenza ampliano la definizione.

Cosa può essere riciclato?

Treehugger / Ellen Lindner

Poiché l'upcycling ripara e riutilizza i materiali in modi che aggiungono valore ai suoi elementi compositivi, così tanti prodotti hanno il potenziale per essere riciclati. Hobbisti e professionisti di molti settori creano nuovi prodotti da quelli vecchi nel tentativo di aumentare la sostenibilità e ridurre i costi. Di seguito sono riportati solo alcuni esempi.

plastica

Quella che una volta era una bottiglia di plastica è stata riciclata in una giocosa fioriera dipinta.

Treehugger / Sanja Kostic

A volte, il materiale di partenza è evidente nel nuovo prodotto; altre volte, il prodotto è così rimosso dalla fonte da essere completamente irriconoscibile. La plastica è spesso un esempio di quest'ultimo. Molti marchi di moda utilizzano i rifiuti di plastica dell'oceano nelle scarpe e nell'abbigliamento. Altre aziende utilizzano bottiglie di plastica riciclate. Mentre l'abbigliamento è un argomento popolare di upcycling, gli artigiani creano anche gioielli e arte funzionale da oggetti apparentemente banali. I progetti fai-da-te (fai da te) stanno creando un'abbondanza di articoli per la casa da materie plastiche semplici come sacchetti di plastica, contenitori per detersivi per bucato e bottiglie di plastica.

Abbigliamento/Tessile

Treehugger / Sanja Kostic

Dalla sostituzione dei bottoni al rimodellamento di una maglietta, l'abbigliamento riciclato è stato a lungo una scelta di stile popolare. Una rapida ricerca su Pinterest o YouTube fornirà una miriade di tutorial su come riciclare vestiti e ritagli di tessuto. I tessuti possono essere riciclati quasi il 100% delle volte. Tuttavia, i fili di materiali riciclati, come il cotone, non hanno la qualità del tessuto originale, il che rende più breve il ciclo di vita del prodotto risultante. L'upcycling dei tessuti, quindi, è un'opzione più sostenibile.

Alluminio

Treehugger / Sanja Kostic

In Africa occidentale, i rottami di alluminio vengono utilizzati per creare pentole e utensili da cucina. Nel 1988, Marc Newson ha creato un divano in alluminio dal materiale di recupero. L'alluminio continua ad essere lodato per la sua natura flessibile e la capacità di essere realizzato in design eleganti. Con i dannosi effetti ambientali dell'estrazione dell'alluminio, il riciclaggio e l'upcycling stanno diventando alternative popolari. Il riciclaggio è ora la principale fonte di questo metallo malleabile negli Stati Uniti ed è spesso utilizzato per produrre lattine di soda e birra. Ma gli usi non finiscono qui. L'alluminio di seconda mano è stato utilizzato per creare strumenti musicali, mobili e veicoli.

Bicchiere

Treehugger / Sanja Kostic

Il vetro che non è stato mescolato con altri materiali può essere facilmente riciclato, ma ciò non ha impedito alle persone di riciclarlo. Barattoli e bottiglie di vetro possono essere utilizzati per creare oggetti per la casa come vasi, contenitori e persino fioriere per piante grasse.

Rifiuti industriali

Treehugger / Sanja Kostic

L'ascesa dell'upcycling architettonico è qui. In The Upcycle: Beyond Sustainability–Designing for Abundance, gli autori William McDonough e Michael Braungart immaginano un mondo in cui la produzione industriale crea pochi rifiuti e nessun inquinamento chimico tossico; questo mondo ambizioso si basa sul concetto di creare pensando al riciclaggio e al riutilizzo. Sono state condotte ricerche per produrre vetroceramica da rifiuti industriali, che hanno dimostrato di essere resistenti al calore e all'umidità e utilizzabili negli elettrodomestici da cucina, nonché nelle industrie elettriche e spaziali. Anche gli artisti dell'upcycle si sono trovati a utilizzare questi materiali non riciclabili nella fabbricazione di opere d'arte e mobili.

McDonough e Braungart credono che il design debba essere non distruttivo e in armonia con l'ambiente per modellare il più grande designer: Madre Natura stessa. In attesa del desiderio di ogni settore di produrre con una mentalità a rifiuti zero, le abitudini di upcyling continueranno a crescere.