I grandi alberi sono essenziali per una città sana

39

Gli alberi sono elementi importanti del nostro paesaggio urbano. Con oltre il 50% della popolazione mondiale che vive nelle città, è impossibile immaginare città senza i numerosi servizi e benefici che gli alberi forniscono ai residenti e agli ecosistemi.

Ne abbiamo visto prove quando le misure COVID-19 erano le più restrittive: l’uso del parco urbano è aumentato drasticamente. Questa non è una coincidenza. La presenza degli alberi favorisce la salute sia fisica che mentale, che è uno dei motivi principali per cui gli abitanti delle città hanno sentito il bisogno di trascorrere del tempo negli spazi verdi.

Leggi anche: Come prendersi cura del suolo e della terra per favorire l’inverdimento in città

Gli alberi che incontriamo ogni giorno su proprietà private, strade o parchi contribuiscono anche a molti benefici ambientali e di regolazione climatica, tra cui la mitigazione del rumore cittadino, la cattura del carbonio e il rallentamento dei tassi di infiltrazione dell’acqua nel suolo.

Sebbene lo stock totale di alberi di una città svolga un ruolo nella qualità e quantità dei servizi ecosistemici, non tutti gli alberi hanno le stesse caratteristiche o la stessa capacità di fornire servizi ecosistemici. Quindi è importante chiedersi quali alberi sono i più efficaci nel fornire questi benefici, perché e quali pratiche promuoverebbero tali servizi?

Facciamo parte della cattedra di ricerca sugli alberi urbani e il loro ambiente presso la Laval University, che mira a trovare soluzioni per aiutare la sopravvivenza a lungo termine degli alberi negli ambienti urbani.

Quali alberi offrono i maggiori benefici?

In generale, i grandi alberi hanno una migliore capacità di catturare il carbonio dall’aria e immagazzinarlo, ridurre l’inquinamento atmosferico e prevenire il deflusso delle acque piovane.

Gli alberi con un diametro del tronco maggiore hanno una maggiore biomassa legnosa (quantità di legno), che consente loro di immagazzinare più carbonio rispetto agli alberi più piccoli. Allo stesso modo, la capacità degli alberi di intercettare le precipitazioni e gli inquinanti atmosferici aumenta con una maggiore dimensione della chioma (le cime degli alberi dominanti) e l’area fogliare totale (l’area totale di tutte le foglie), che sono entrambe associate a una maggiore dimensione complessiva dell’albero. Di conseguenza, gli alberi più grandi sono generalmente più efficaci di quelli più piccoli nel fornire servizi di regolazione essenziali per gli ambienti urbani e, soprattutto, in un clima che cambia.

Grande olmo in un quartiere residenziale di Québec City. La piantumazione e la protezione di specie di grandi dimensioni dovrebbero essere fortemente incoraggiate. (Alison Munson), Fourni par l’auteur

Piantare grandi specie di alberi ha anche notevoli vantaggi economici. Uno studio riporta che il beneficio netto annuale di piantare specie di alberi di grandi dimensioni è del 44% superiore a quello di una specie di albero medio e del 92% superiore a quello di una specie di albero piccolo.

Lo stesso studio ha rilevato che ci vogliono meno di cinque anni perché i benefici netti di questi alberi superino i costi netti. Ciò può essere spiegato in parte dal fatto che i grandi alberi aumentano i prezzi degli immobili e il valore dei terreni, oltre a ridurre i costi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento regolando il microclima.

Tuttavia, il limitato spazio disponibile sopraelevato o sotterraneo nelle aree urbane significa che non è sempre possibile piantare alberi di grandi dimensioni. In queste condizioni, anche gli alberi più piccoli possono dare un contributo significativo.

I grandi alberi svolgono un ruolo fondamentale nella fornitura di servizi ecosistemici. Ma la capacità di fornire questi servizi è subordinata a una cosa: gli alberi devono essere in buone condizioni. Quelli in cattive condizioni hanno meno capacità di fornire servizi ecosistemici, poiché le cattive condizioni impediscono la crescita, rallentano il sequestro del carbonio e possono anche portare alla morte della chioma.

Negli ambienti urbani, gli ambienti ostili possono ostacolare la crescita e il corretto sviluppo degli alberi. La mancanza di spazio per l’apparato radicale, la compattazione del suolo, l’umidità del suolo limitata, l’uso di sali antigelo e l’inquinamento atmosferico mettono a dura prova la sopravvivenza dei giovani alberi piantati. In considerazione di ciò, sono state sviluppate diverse pratiche di gestione per incoraggiare la crescita e lo sviluppo degli alberi. Ecco alcuni esempi:

  • Pianta l’albero giusto nel posto giusto. Ad esempio, alcune specie di alberi si adattano meglio a determinati climi o sono più tolleranti di altre a quantità limitate di spazio. Sono disponibili guide per le scelte di impianto basate sulle caratteristiche ambientali, comprese le condizioni del suolo.

  • Evitare la potatura frequente di alberi di grandi dimensioni, che riduce significativamente l’area fogliare e la biomassa legnosa dei singoli alberi. Una delle chiavi per ridurre la necessità di potatura è scegliere una specie di albero che si adatti a un determinato luogo.

  • Riconoscere formalmente il valore dei servizi ecosistemici forniti dai grandi alberi al fine di introdurre politiche che ne supportino la conservazione.

  • L’importanza delle azioni concrete

    Sebbene gli alberi di grandi dimensioni siano generalmente più efficaci di quelli piccoli nel fornire determinati servizi ecosistemici, nel contesto di un clima che cambia e dove la resilienza delle foreste è fondamentale, è importante non mettere tutte le uova nello stesso paniere e piantare esclusivamente specie arboree di grandi dimensioni.

    A scala forestale, infatti, alcune caratteristiche sono positivamente correlate con la produzione di servizi ecosistemici, tra cui l’eterogeneità verticale (la quantità di strati vegetativi, che vanno dalle piante da fiore agli alberi dominanti) e la diversità arbustiva, che è il numero delle diverse specie presenti .

    Infine, le cose chiave da ricordare sono che i grandi alberi sono estremamente importanti e che traiamo vantaggio dagli sforzi per preservarli. Inoltre, dovrebbe essere incoraggiato piantare specie di alberi di grandi dimensioni, poiché c’è la tendenza a piantare specie piccole nelle città. È possibile intraprendere subito azioni concrete per ottenere il massimo dagli alberi urbani ora e nel lungo termine.

    Sta a noi realizzarli!