Il cambiamento climatico è una minaccia per i sistemi di trasporto africani: cosa bisogna fare

10

Le infrastrutture di trasporto, come strade e sistemi ferroviari, sono uno dei settori più minacciati dai cambiamenti climatici. Eventi meteorologici estremi, come inondazioni, innalzamento del livello del mare e mareggiate, devastano ripetutamente le reti di trasporto.

In Africa, il clima estremo è una minaccia che può causare ingenti danni strutturali. Può anche accelerare l'invecchiamento dei componenti dell'infrastruttura. Questo può portare a notevoli perdite finanziarie.

Ad esempio, un recente rapporto sulla Tanzania ha scoperto la vulnerabilità dei sistemi di trasporto del paese. Lunghi tratti di rete stradale e ferroviaria sono esposti a eventi di inondazione estremi, con un'esposizione crescente in futuro.

Il rapporto ha stimato che le peggiori interruzioni delle reti di trasporto multimodali della Tanzania potrebbero causare perdite fino a 1,4 milioni di dollari al giorno. Inoltre, i danni a queste reti possono interrompere il flusso di merci e persone, riducendo così la produttività economica.

Ciò suggerisce che i governi devono garantire che le infrastrutture di trasporto siano sviluppate con la capacità di far fronte ai cambiamenti climatici attuali e futuri.

Fortunatamente esiste già un modo efficace per infrastrutture di trasporto "a prova di clima" all'interno della macchina di pianificazione dei governi. Nel nostro recente lavoro, che ha studiato il progetto Standard Gauge Rail in Tanzania, mostriamo come il cambiamento climatico e le capacità di adattamento possono essere incorporati nelle procedure di valutazione dell'impatto ambientale.

La valutazione dell'impatto ambientale è una salvaguardia ambientale diffusa. Viene utilizzato da governi, donatori e agenzie di prestito per l'approvazione di nuovi progetti di sviluppo o grandi espansioni di quelli esistenti. Il processo può essere utilizzato per identificare i rischi climatici e garantire che siano ridotti al minimo attraverso una progettazione ecologicamente corretta.

Le infrastrutture di trasporto sono vitali per i paesi in via di sviluppo perché reti di trasporto efficienti e affidabili sono fondamentali per il commercio locale e internazionale. Ci auguriamo che, con un clima che cambia, i nostri risultati offrano lezioni utili a responsabili politici, pianificatori e sviluppatori.

Controllo dei rischi

La valutazione dell'impatto ambientale è il processo essenziale per identificare, prevedere e valutare i probabili impatti ambientali di un'azione di sviluppo proposta, sia positiva che negativa. Questi sono rischi per il progetto e rischi per l'ambiente naturale derivanti dal progetto.

La valutazione deve avvenire prima che vengano prese decisioni importanti e assunti impegni. Gli sviluppatori, sia privati ​​che pubblici, spesso incaricano esperti ambientali registrati di eseguire lo studio.

Praticamente ogni paese ha una qualche forma di legislazione che richiede una valutazione dell'impatto ambientale. Questi sono realizzati su alcuni progetti di sviluppo, in particolare quelli che possono avere effetti significativi sull'ambiente. Questo spesso include le principali infrastrutture di trasporto.

Lo studio culmina in una serie di osservazioni e raccomandazioni, che i regolatori e gli sviluppatori dovrebbero prendere in considerazione. La legislazione di solito prevede follow-up sul fatto che lo fossero. Nei paesi con forti quadri istituzionali, i trasgressori spesso devono affrontare multe, sospensione delle operazioni o persino il carcere.

Poiché la valutazione deve essere effettuata per i grandi progetti, offre un modo efficiente e diretto per includere misure di adattamento.

La ferrovia della Tanzania

Questo è quello che è successo per la ferrovia a scartamento normale della Tanzania.

La ferrovia, un investimento di 14,2 miliardi di dollari da parte del governo della Tanzania, è attualmente in costruzione. Fa parte del "corridoio centrale" che collega Tanzania, Uganda, Ruanda e Repubblica Democratica del Congo. Fornirà anche l'accesso all'Oceano Indiano. Il governo ha incaricato un'azienda turca, Yapi Merkezi, di progettare e costruire la prima fase del progetto, che ha percorso circa 541 km. I lavori sono iniziati nel 2017.

Poiché è vulnerabile ai cambiamenti climatici – ci sono particolari preoccupazioni per forti inondazioni e frane – la valutazione dell'impatto ambientale ha cercato di preparare il progetto ai potenziali rischi climatici.

La valutazione è stata condotta da un team multidisciplinare sotto una società di consulenza internazionale, Environmental Resources Management. Hanno effettuato proiezioni climatiche lungo il percorso proposto e delineato misure di adattamento per i rischi previsti.

Le raccomandazioni includevano l'uso di asfalto resistente al calore, l'installazione di muri di protezione dalle inondazioni e l'uso di acciaio rinforzato. Hanno anche proposto un piano di monitoraggio che ha delineato aspetti chiave del monitoraggio, indicatori, soggetti responsabili e tempistiche.

Le questioni relative al cambiamento climatico non sono esplicitamente prescritte dalla legge e dai regolamenti sulla valutazione dell'impatto ambientale della Tanzania. La spinta per effettuare la valutazione è stata il risultato della pressione di istituti di credito internazionali sensibili al clima. Resta da vedere se le raccomandazioni vengono attuate durante tutta la costruzione e le fasi successive del progetto.

Il nostro studio dimostra l'enorme potenziale delle valutazioni di impatto ambientale per favorire l'adattamento nei progetti di trasporto. Ha senso. La maggior parte dei paesi africani non dispone delle risorse necessarie per investire in progetti di adattamento autonomi.

Blocchi stradali da rimuovere

Anche se l'integrazione dell'adattamento ai cambiamenti climatici in una valutazione dell'impatto ambientale è un passo semplice, non è stato fatto.

Ciò è dovuto a diverse sfide, tra cui la mancanza di conoscenza, consapevolezza, risorse tecniche e finanziarie e supporto legislativo. Le leggi e i regolamenti della Tanzania, ad esempio, non impongono specificamente la pratica.

Inoltre, gli sviluppatori raramente vanno oltre ciò che la legge richiede. A causa di fattori quali costi o limiti di tempo, considererebbero naturalmente tali requisiti sgraditi. Ulteriori processi di approvazione del progetto potrebbero portare a ritardi e aumento dei costi per lo sviluppatore.

Progetti a prova di clima

Per garantire che i progetti siano "a prova di clima" in futuro, devono essere prese diverse misure.

In primo luogo, leggi e regolamenti devono essere formalizzati in modo che il cambiamento climatico sia incluso nel processo di valutazione. Questi devono essere supportati da linee guida tecniche e pianificazione strategica.

In secondo luogo, è necessario effettuare investimenti sostanziali nella costruzione di capacità e nella sensibilizzazione a livello istituzionale. Inoltre, i dati climatici devono essere disponibili e la comunicazione tra scienziati del clima e professionisti della valutazione dovrebbe essere rafforzata.

Infine, il nostro documento chiede ai fornitori di aiuti all'adattamento, ai partner per lo sviluppo e ai finanziatori internazionali – come la Banca mondiale, la Banca per lo sviluppo dell'Africa e l'FMI – di sfruttare la loro influenza, ad esempio attraverso procedure di finanziamento. Ciò aggiungerebbe la pressione per includere gli scenari del cambiamento climatico nel processo di pianificazione.