Il Marble Arch Mound di Londra è stato un fiasco in una città che ha perso così tanti spazi verdi, ma i parchi pop-up possono funzionare

0
5

I piani originali per il Marble Arch Mound temporaneo a Londra rappresentavano uno spazio verde invitante con una fitta vegetazione e alberi maturi. La realtà è lontana da questo.

La collina geometrica dall'aspetto triste è stata criticata per la presenza di poco altro verde oltre ai quadrati di erba appassita appesi ad essa. Anche le viste su Hyde Park e Oxford Street lasciano molto a desiderare con le linee di vista oscurate verso altri punti di riferimento di Londra. Non sorprende quindi che le persone abbiano anche esitato a pagare la quota di iscrizione di £ 4,50- £ 8, che ora viene abbandonata dopo che molti visitatori sono stati rimborsati.

Il design e la costruzione scadenti hanno portato il Mound ad essere etichettato come la "peggiore attrazione" di Londra. Costruito per invogliare gli acquirenti a tornare a Oxford Street, il Mound è costato al consiglio di Westminster 6 milioni di sterline. Questo è il doppio del costo previsto e ha portato alle dimissioni del vice capo del consiglio.

Nel suo fallimento, il progetto mina il lavoro strategico del sindaco di Londra per migliorare la quantità e la qualità degli spazi verdi e aperti in tutta l'area metropolitana. Arriva anche in un momento in cui gli spazi verdi e i parchi intorno alla città (a Peckham, Bermondsey e Bromley) sono minacciati di essere rimossi per far posto allo sviluppo abitativo.

Il fallimento di Marble Arch Mound evidenzia la volontà dei consigli locali di investire in spazi verdi se promettono di promuovere un ritorno finanziario diretto mentre diminuiscono i fondi per i parchi esistenti, che sono visti come oneri economici e produttori a basso costo. Eppure ci sono modi per le città di migliorare l'accesso alla natura, il gioco e l'interazione con la comunità attraverso investimenti nella natura piuttosto che concentrarsi sulle entrate turistiche.

Perché questo progetto in questa località?

Per coloro che vivono in aree urbane i cui spazi verdi sono in pericolo potrebbe sembrare confuso il motivo per cui i consigli locali dovrebbero scegliere di finanziare progetti turistici come il Mound quando si stanno liberando di spazi permanenti che servono le comunità locali a lungo piuttosto che a breve termine.

È semplicemente una scelta economica, perché è più conveniente vendere i beni e rimuovere i costi di doverli mantenere? I consigli locali stanno cercando di aumentare il gettito fiscale a lungo termine del consiglio e delle imprese attraverso un aumento della fornitura di proprietà? Oppure considerano lo sviluppo più meritevole rispetto alla gestione dei parchi pubblici?

La ricerca a Liverpool ha mostrato che le autorità locali sono sottoposte a pressioni significative per soddisfare le richieste di bilancio, il che significa che tutte queste considerazioni sono state fatte. In alcuni casi, le vendite sono considerate politicamente pratiche indipendentemente dai problemi associati alla mancanza di parchi e spazi verdi accessibili.

La pandemia ha accresciuto l'importanza degli spazi verdi urbani per la prosperità delle persone.
Kamira/Shutterstock

Tuttavia, la pandemia ha rafforzato la necessità per i consigli locali, e la società più in generale, di considerare la propria salute, il benessere e la promozione dell'interazione sociale fornita dall'ambiente naturale, specialmente nelle aree a basso reddito o di diversa etnia. Negli ultimi 20 mesi, il miglioramento e la manutenzione dei parchi locali è stato fondamentale per la salute pubblica. Le prove fornite dall'Office for National Statistics, Natural England e Public Health England forniscono un argomento per una maggiore e migliore fornitura di spazi verdi a sostegno di questo punto di vista.

Lavorare con i parchi pop-up in futuro

I parchi pop-up non sono una cattiva idea. L'uso di foreste pop-up e bacini balneari forestali a Liverpool ha generato entusiasmo quando sono stati utilizzati nell'estate del 2019. Ulteriori esempi dagli Stati Uniti e dall'Australia evidenziano anche i modi in cui i parchi pop-up possono aggiungere vivacità alle aree urbane.

Tuttavia, questi esempi sono stati ben pensati e non sono costati £ 6 milioni. Erano più discreti nella loro scala e avevano elementi più interattivi nei loro progetti che attiravano le persone. Il Marble Arch Mound è diventato grande e audace ed è ora visto come una follia, proprio come il Garden Bridge, per non aver soddisfatto le aspettative.

Londra, tuttavia, ha numerosi esempi di partnership innovative sviluppate tra imprese, amministrazioni locali e settore ambientale che hanno riportato in uso spazi sottoutilizzati e sottovalutati. Ad esempio, la partnership Wild West End sostiene la biodiversità e la fornitura di spazi verdi nella stessa area del Marble Arch Mound, ma ha realizzato progetti che sono stati considerati molto più riusciti.

Un altro è il Baker Street Quarter Partnership che ha creato il piccolo parco in Baker Street, costruito attorno a un'area di decking con fioriere contenenti betulle argentate e piante perenni, è stato creato per migliorare la qualità dell'aria e la biodiversità. Serve anche come luogo in cui le persone possono sedersi e ospitare eventi in una zona trafficata della città. A due anni dalla sua apertura nel 2019, lo spazio ha avuto benefici ambientali tangibili, tra cui l'accoglienza di molti impollinatori, ed è amato dai residenti locali, dagli occupati della zona e dai visitatori.

Allo stesso modo, l'organizzazione benefica ambientale Thames 21, ha lavorato a lungo con i partner per migliorare i corsi d'acqua di Londra e coinvolgere le persone con l'ambiente. Loro, e altre organizzazioni, tra cui Groundwork, hanno creato grandi spazi verdi attraverso programmi di volontariato e responsabilità sociale delle imprese che si concentrano sul coinvolgimento diretto delle persone con la natura.

Il consiglio di Westminster sostiene che la struttura temporanea fa parte della loro offerta per un "futuro più verde, più intelligente, insieme". Programmi come Wild West End, Thames 21 e Groundwork stanno effettivamente realizzando questa visione con i loro spazi verdi, che si concentrano sul coinvolgimento della comunità locale e sul miglioramento del benessere, mentre si sforzano di fornire spazi urbani verdi migliori che aiutino l'ambiente locale.

I modi in cui queste organizzazioni hanno lavorato per un periodo prolungato in luoghi dedicati mostrano che la fornitura di servizi aggiuntivi come aree giochi, campi sportivi o spazi per socializzare può prosperare rispetto a espedienti o progetti che danno priorità allo sviluppo economico rispetto all'ecologia e alla comunità. Evidenziano inoltre che una gamma di spazi verdi e blu tra cui parchi, alberi da strada, aree erbose aperte e canali può soddisfare le esigenze sanitarie e ricreative locali e cittadine.

I progetti pop-up come il Marble Arch Mound possono diventare luoghi apprezzati dalle persone e importanti aggiunte verdi che funzionano con gli ambienti urbani. Tuttavia, se gli spazi verdi, a breve e lungo termine, sono guidati dalla comunità e hanno al centro la natura urbana accessibile, piuttosto che le preoccupazioni economiche come il Marble Arch Mound, le comunità locali e i consigli locali possono trarne vantaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui