Il Messico vuole guidare un treno turistico attraverso il suo cuore maya – dovrebbe?

0
34

Il presidente Andrés Manuel López Obrador ha un sogno per la penisola dello Yucatan. Vuole costruire un treno che farà leva sull'economia del turismo di Cancun portando più visitatori nell'entroterra nelle città coloniali, nei villaggi Maya e nei siti archeologici che punteggiano la regione.

Lo Yucatan è un crocevia culturale messicano unico. Molti Maya qui continuano a coltivare, vivere e vestirsi secondo le tradizioni indigene sviluppatesi millenni prima che gli spagnoli colonizzassero le Americhe. I viaggiatori vengono anche da tutto il mondo per prendere il sole lungo la moderna e altamente sviluppata Riviera Maya. Oltre 16 milioni di stranieri hanno visitato l'area nel 2017; tre quarti di loro erano americani.

Il governo messicano pensa che un treno turistico potrebbe trasformare anche i villaggi Maya in destinazioni, portando un'infusione di denaro e posti di lavoro in una delle sue regioni più povere ed emarginate. Anche i pendolari trarrebbero vantaggio dai viaggi in treno.

Ma ci sono conseguenze sociali e ambientali per la posa di 932 miglia di binari ferroviari in una regione di fitta giungla, spiagge incontaminate e villaggi Maya. E nella sua fretta di iniziare la costruzione quest'anno, López Obrador – la cui politica energetica è incentrata sull'aumento della produzione di combustibili fossili in Messico e sulla ricostruzione dell'industria del carbone – ha dimostrato poca preoccupazione per la conservazione.

Il treno Maya proposto collegherebbe le località costiere dello Yucatan con le destinazioni Maya dell'entroterra.
Proyecto Tren Maya / Reuters

Foreste incontaminate e rovine Maya a rischio

In qualità di studioso di architettura del paesaggio che ha studiato la penisola messicana dello Yucatan, sono d'accordo sul fatto che il Maya Train potrebbe portare vantaggi sostanziali a questa regione. Ma il treno deve essere progettato in modo da rispettare la delicata ecologia, la storia indigena e il tessuto sociale della regione.

Lo Yucatan, una penisola ricca di biodiversità geograficamente isolata dal resto del Messico e dell'America centrale, ha già subito una deforestazione di massa a causa di uno sviluppo urbano incauto, del turismo massiccio e, in particolare, dell'insostenibile allevamento di bestiame.

Per tratti, il treno Maya funzionerà su binari esistenti. Ma altre parti del percorso pianificato attraverseranno alcune delle uniche foreste antiche incontaminate della penisola dello Yucatan che non sono protette a livello federale come riserve naturali. Ciò è di cattivo auspicio per le specie autoctone in via di estinzione come il cactus kanzacam e la scimmia urlatrice nera.

Anche correre un treno attraverso la foresta vergine mette potenzialmente a rischio centinaia di rovine da scoprire. La nuova tecnologia ha portato gli archeologi a credere che gli antichi Maya avessero molte più città, santuari e insediamenti di quanti ne siano stati scoperti e scavati.

Si teme inoltre che la costruzione di una nuova linea ferroviaria possa aggravare uno spostamento demografico già in atto nello Yucatan.

Mentre i giovani messicani hanno lasciato le piccole città dello Yucatan per cercare lavoro nel turismo, molti villaggi tradizionali Maya affrontano l'abbandono. Nel 2015, il 36% dei residenti dello Yucateco viveva in città tradizionali con meno di 5.000 persone, circa il 10% in meno rispetto al 1990.

Un treno Maya con stazioni limitate può stimolare lo sviluppo di alcune città tradizionali selezionate. Ma molti altri, tutti quelli che non si trovano all'interno del nuovo corridoio del turismo rurale, probabilmente vedranno la loro popolazione diminuire.

Cancun, in Messico, è una destinazione turistica globale situata a miglia dai tradizionali villaggi Maya.
Dronepicr / Wikicommons, CC BY

Costruire un treno Maya migliore

Non credo che l'ambizioso progetto infrastrutturale di López Obrador debba essere ucciso. Ma il programma di costruzione affrettato potrebbe essere rallentato, dando al governo il tempo di studiare come mitigare i costi ambientali e sociali del Treno Maya.

Gli analisti hanno quasi universalmente sottolineato che la tempistica di sei anni del governo preclude necessariamente un processo di pianificazione e costruzione deliberato, completo e attento.

L'ecologia del paesaggio, lo studio dei sistemi naturali, ci insegna che il semplice mantenimento di corridoi verdi che collegano zone di natura selvaggia ininterrotta può fare molto per proteggere la fauna selvatica, il loro habitat e i modelli di drenaggio naturale dell'area.

Il percorso della ferrovia potrebbe probabilmente essere ridisegnato per evitare di recidere queste arterie ecologiche, ma prima deve essere condotta una solida valutazione dell'impatto ambientale per determinare l'impatto e la fattibilità di percorsi alternativi. Non è ancora stato fatto.

Le possibili conseguenze sociali negative del Maya Train potrebbero anche essere evitate, o almeno compensate, se le comunità colpite dalla ferrovia potessero partecipare pienamente al processo di pianificazione.

López Obrador afferma che Madre Terra ha concesso il permesso di costruire il treno, ma il Messico Maya Train è stato approvato in un referendum popolare chiamato frettolosamente l'anno scorso con solo l'1% di partecipazione degli elettori. Alcuni attivisti indigeni hanno respinto l'esito del voto, che ha intervistato i messicani a livello nazionale su un progetto che interessa principalmente gli abitanti dei villaggi Maya.

Molti Maya nella penisola messicana dello Yucatan ancora vestono, cucinano e vivono come i loro parenti hanno vissuto per millenni.
AP Photo / Israel Leal

"Non lo accettiamo", ha detto il 23 luglio un rappresentante degli zapatisti, un'insurrezione indigena del Messico meridionale, del treno. [the government] per entrare e distruggere ”la terra.

Altri residenti dello Yucatan sembrano sostenere l'idea di un treno turistico, ma vogliono essere consultati attentamente sul suo percorso, fermate e offerte, interrogati sulle loro preoccupazioni e hanno la possibilità di fare proposte di design.

Questo tipo di processo di pianificazione partecipativa garantirebbe che i residenti dello Yucateco siano i beneficiari, non le vittime, del boom economico previsto.

Fatto bene, il Maya Train potrebbe effettivamente innescare una conversione economica con ampi benefici ambientali per lo Yucatan. Se attorno al treno crescono nuove attività di ecoturismo e agroturismo, alcuni residenti rurali si sposteranno naturalmente verso quei mestieri e lontano dall'allevamento ad alto impatto e bassa efficienza che ha così danneggiato l'ecologia locale.

Rallenta

Le grandi opere pubbliche come il Maya Train richiedono pazienza, un'attenta pianificazione, riflessione e ripensamento.

Non sono questi i tratti distintivi dello stile di leadership di López Obrador. Il presidente messicano insiste che il treno da 6 miliardi di dollari sarà completato prima della fine del suo mandato nel 2024 e ha deriso i giornalisti che mettono in dubbio l'impatto ambientale del treno.

Ma il contraccolpo dell'opinione pubblica sembra aver costretto il suo governo a correggere rapidamente la rotta.

United Nations-Habitat, l'agenzia per lo sviluppo urbano delle Nazioni Unite, ha iniziato a consultarsi con il governo del Messico a maggio. Il direttore ad interim dell'ONU-Habitat, Eduardo López Moreno, ha chiesto una visione più olistica del Treno Maya.

"Non si tratta di 1.525 chilometri di pista", ha detto dopo aver aderito al progetto. "Sono 1.525 chilometri di opportunità che miglioreranno la qualità della vita per tutti gli abitanti del Messico sudorientale".

[ You’re smart and curious about the world. So are The Conversation’s authors and editors. You can read us daily by subscribing to our newsletter. ]