Il rischio di parto pretermine aumenta vicino al gas flaring, riflettendo ingiustizie ambientali profondamente radicate nell'America rurale

0
47

Attraverso i tratti meridionali del Texas, le comunità sono sparse in un paesaggio piatto di aride terre, ranch e campi agricoli. Questa vasta regione rurale vicino al confine tra Stati Uniti e Messico è nota per la sua persistente povertà. Oltre il 25% delle famiglie qui vive in povertà e molte non hanno accesso ai servizi di base come l'acqua, le fognature e l'assistenza sanitaria di base.

Questa è anche la sede dello shale Eagle Ford, dove la produzione nazionale di petrolio e gas è esplosa. L'Eagle Ford è ampiamente considerato il gioco di scisto statunitense più redditizio, producendo più di 1,2 milioni di barili di petrolio al giorno nel 2019, rispetto a meno di 350.000 barili al giorno solo un decennio prima.

Tuttavia, la rapida crescita della produzione qui non ha portato a sostanziali vantaggi economici condivisi a livello locale.

Le comunità a basso reddito e le comunità di colore qui sopportano il peso maggiore dell'inquinamento dell'industria energetica, mostra la nostra ricerca. E ora sappiamo che questi rischi si estendono anche ai nascituri. Il nostro ultimo studio documenta come le donne che vivono vicino ai siti di combustione del gas hanno rischi significativamente più alti di partorire prematuramente rispetto ad altre e che questo rischio ricade principalmente sulle donne latine.

Gas flaring e rischi per la salute

Molti residenti a basso reddito e anziani che vivono nello scisto di Eagle Ford credono che i rifiuti della produzione di energia – compresi i pozzi di smaltimento per le acque reflue della produzione di petrolio e il gas flaring – stiano danneggiando le loro comunità.

Nella nostra ricerca nella regione come professori di salute ambientale e medicina preventiva, abbiamo dimostrato come le comunità povere e le comunità di colore sopportino maggiormente il peso di questi rifiuti.

Accade con il fracking dei pozzi di smaltimento delle acque reflue, dove l'acqua "di riflusso" dai pozzi fracked contenenti sostanze chimiche tossiche viene iniettata nuovamente nel terreno. I pozzi di smaltimento portano nuovo traffico di camion nei quartieri e possono contaminare le acque sotterranee. In uno studio del 2016, abbiamo scoperto che questi pozzi di smaltimento erano sproporzionati nelle aree ad alta povertà della regione. Erano anche più del doppio più comuni nelle aree in cui la popolazione era composta per più dell'80% da persone di colore rispetto alle aree a maggioranza bianca.

Queste comunità sopportano anche più del peso del gas flaring, la pratica altamente visibile di bruciare i gas di scarico durante la produzione di petrolio. La combustione in torcia rilascia gas a effetto serra e inquinanti atmosferici pericolosi, tra cui particolato, carbone nero, benzene e idrogeno solforato, inquinanti che sono stati collegati a problemi respiratori e cardiovascolari. Abbiamo scoperto che le aree con una popolazione a maggioranza ispanica erano esposte a un numero doppio di razzi notturni rispetto a quelle con pochi ispanici.

Una vista satellitare del Texas di notte mostra il gas flaring nella regione di scisto di Eagle Ford. L'area in scatola è mostrata nella foto sotto.
Joshua Stevens / NASA Earth Observatory
I pad per i pozzi di petrolio e gas sono evidenti in una vista satellitare del 2015 di una parte della contea di La Salle, in Texas. La contea è per l'87% ispanica e quasi il 30% della sua popolazione vive in povertà.
Joshua Stevens / NASA Earth Observatory

I bagliori sono così comuni nello scisto di Eagle Ford che sono visibili dallo spazio.

Nel nostro ultimo studio, abbiamo utilizzato osservazioni satellitari e documenti di nascita in Texas per oltre 23.000 nascite nella regione per studiare le connessioni tra il flaring e la salute nelle donne in gravidanza. Abbiamo scoperto che le donne che vivevano in aree in cui il flaring è comune avevano il 50% di probabilità in più di partorire prematuramente rispetto a quelle senza flaring entro tre miglia dalle loro case.

Il parto pretermine può essere pericoloso per la vita, soprattutto per i bambini nati molto presto, che in genere hanno difficoltà a nutrirsi e respirare e richiedono cure mediche speciali. Nascere prematuramente può anche causare problemi di salute a lungo termine, tra cui perdita dell'udito, disturbi neurologici e asma.

L'aumento del rischio che abbiamo trovato associato al flaring era simile all'aumento del rischio che altri hanno visto per le donne che fumano durante la gravidanza. Questo rischio ricadeva quasi interamente sulle donne latine, che erano esposte a più flaring rispetto alle donne bianche. In tutto, circa il 14% dei bambini le cui madri vivevano entro tre miglia dal flaring ed erano stati esposti ad almeno 10 flare erano nati prematuramente.

Mentre le donne nella regione devono affrontare anche altri fattori di stress legati alla povertà, alla salute e al razzismo, riteniamo che il flaring possa avere un impatto sulla nascita pretermine per coloro che vivono più vicini esponendoli agli inquinanti atmosferici, che la ricerca ha dimostrato essere associati alle nascite pretermine.

Insieme, il nostro lavoro punta a problemi di vecchia data del razzismo ambientale nelle comunità rurali di estrazione di energia negli Stati Uniti.

Giustizia ambientale e divario urbano-rurale

L'America rurale è spesso individuata da industrie localmente indesiderate. La studiosa di politica rurale Celia Carroll Jones l'ha espressa in questo modo: "Per la maggior parte degli americani che vivono nelle aree metropolitane, lo scarico rurale diventa una scelta logica: la terra non sviluppata è poco costosa e disponibile, meno residenti saranno danneggiati se le misure di contenimento falliscono, e, cosa più importante, i fastidi e i pericoli vengono rimossi dai loro stessi quartieri ".

Non è solo l'industria energetica. I rifiuti solidi urbani umani e industriali, un sottoprodotto degli impianti di trattamento delle acque reflue, vengono spesso smaltiti su terreni rurali. Pubblicizzato come fertilizzante, questo fango di depurazione contiene miscele di contaminanti chimici e biologici. I residenti lamentano sintomi come irritazione delle mucose, difficoltà respiratorie, mal di testa ed eruzioni cutanee quando i fanghi di depurazione vengono applicati al terreno.

A Decatur, in Alabama, dove circa il 20% della popolazione vive in povertà, i fanghi contaminati sono stati applicati ai terreni utilizzati per il pascolo del bestiame e per i raccolti. Ciò ha portato a livelli rilevabili di composti perfluorinati tossici nel suolo, nell'erba, nella carne bovina e nelle acque sotterranee della zona.

Questo modello si estende ai nostri sistemi di produzione alimentare. Ad esempio, l'industrializzazione della produzione di suini ha portato alla concentrazione di numerosi inquinanti biologici e chimici che minacciano la qualità ambientale. Gli impatti sulla salute sono concentrati in modo sproporzionato nelle comunità nere nella Carolina del Nord orientale rurale. Le operazioni suini industriali sono state collegate all'asma, alla pressione sanguigna più alta e al maggior rischio di morte prematura.

Questi esempi illustrano un modello più ampio di ingiustizia ambientale che caratterizza le relazioni tra le aree urbane che creano rifiuti e le aree rurali che ricevono tali rifiuti.

Ciò mina la salute nelle comunità che sono già a più alto rischio, come ha dimostrato la nostra ricerca. In definitiva, mina anche il progresso verso forniture di cibo e energia più sostenibili, perché le persone che utilizzano più energia e prodotti agricoli non subiscono gli impatti sulla salute della loro produzione e dei loro rifiuti.