Il silicone è biodegradabile?

0
5

No, il silicone non è biodegradabile o compostabile, almeno non nell'arco di una normale vita umana, ma è spesso pubblicizzato come una scelta più sana ed ecologica, il che è parzialmente vero.

Il silicone è meno dispendioso e rilascia meno sostanze chimiche potenzialmente tossiche negli alimenti e nelle bevande, quindi viene utilizzato per la conservazione e la cottura degli alimenti e può essere riutilizzato molte più volte rispetto alla plastica tipica: una borsa sandwich in silicone può essere utilizzata 50 volte o più, rispetto a il sacchetto sandwich di plastica standard usa e getta, per esempio.

Nel complesso, il silicone può essere una scelta più rispettosa dell'ambiente se viene utilizzato al posto di un articolo di plastica usa e getta. Tuttavia, a causa del suo basso livello di riciclabilità, della sua non biodegradabilità e dei suoi possibili effetti sulla salute, non è una scelta così "verde" come le borse o gli involucri di vetro, stoffa o tela cerata, o l'acciaio inossidabile, che sono facilmente riciclabili ( metallo e vetro), o biodegradabile (tessuto).

La principale differenza tra plastica e silicone è di cosa sono fatti. Come suggerisce il nome, il silicone è a base di silice (ma contiene anche composti petrolchimici), mentre la plastica è realizzata interamente con materiali derivati ​​da combustibili fossili.

Che cos'è il silicone?

Il silicone è spesso chiamato gomma, ma non lo è, sebbene sia simile alla gomma. Tecnicamente è un elastomero. Il silicone è fatto di silicio riorganizzato e ossigeno (come la sabbia), ma a differenza della sabbia, ha anche l'aggiunta di idrocarburi, che è esattamente ciò che gli conferisce tutte quelle qualità utili di una plastica. Alcune persone dicono che poiché è a base di silice, il silicone è sicuro come la sabbia, ma altri sono preoccupati che ci siano ancora sostanze che entrano negli alimenti dal silicone, specialmente quando viene utilizzato nelle pentole, quando viene riscaldato a temperature elevate.

I siliconi sono diversi dalla silice, che è anche diversa dal silicio. È importante conoscere la differenza tra loro.

Scientificamente parlando, il silicone è il nome di un ampio gruppo di composti simili, quindi ci sono molti tipi diversi di siliconi. Condividono tutti una catena principale di atomi di silicio e ossigeno alternati.

I siliconi sono diversi dalla silice, che è una delle sostanze più comuni sulla Terra, presente in tutti i tipi di roccia. La silice è ciò di cui sono fatti sia il quarzo che la maggior parte della sabbia da spiaggia. Al contrario, il silicio è un elemento che puoi trovare sulla tavola periodica. Non si trova da solo nel mondo naturale, ma deve essere creato in laboratorio. È noto per essere il semiconduttore nei chip dei computer.

Per fare, ad esempio, la teglia in silicone che hai nella credenza della cucina, la silice (SiO2) viene riscaldata a temperature molto elevate, che separano gli atomi di silicio elementare dall'ossigeno a cui è stata legata. Quello che resta è silicio (solo Si). Questo viene poi mescolato con idrocarburi, solitamente derivati ​​da combustibili fossili, per creare un monomero, che viene poi legato in un polimero. A seconda della purezza del processo, dipende anche dalla qualità del silicone che si ottiene alla fine.

Il silicone è una scelta salutare?

Come abbiamo spiegato su Treehugger, "il silicone è ampiamente accettato come sicuro da organizzazioni come Health Canada e la Food and Drug Administration statunitense." Health Canada ha informato che non ci sono rischi per la salute noti associati al silicone pentole e che "la gomma siliconica non reagisce con cibi o bevande, né produce fumi pericolosi".

z1b / Getty Images

Tuttavia, non sono stati fatti molti studi sul silicone. Uno studio sugli additivi alimentari e sui contaminanti ha dimostrato che i silossani possono penetrare negli alimenti, in particolare negli alimenti più grassi e per lo più a temperature più elevate, superiori a 300 gradi F. Ulteriori ricerche hanno supportato questa scoperta, dimostrando che alcuni tipi di silicone rilasciano silossani negli alimenti oleosi. Se questi silossani hanno effetti sulla salute è ancora oggetto di dibattito e dipende dalla qualità del silicone, quindi è anche difficile fare una dichiarazione generale che si applichi a tutti i tipi di silicone (poiché alcuni sono fabbricati per essere più puri di altri).

I panettieri e i cuochi casalinghi più prudenti potrebbero prendere in considerazione altri tipi di utensili da forno. C'è meno preoccupazione per l'uso del silicone a temperature più basse e per periodi più brevi, come una spatola, tettarelle per biberon, guarnizioni per biberon o in qualsiasi applicazione in cui non vengano a contatto con cibi grassi o molto caldi per lunghi periodi di tempo.

Le principali qualità del silicone

Il silicone ha i vantaggi dei suoi cugini, la plastica, in quanto può essere modellato in un'ampia varietà di stampi di varie dimensioni. Può essere morbido o duro e tende ad avere un rimbalzo e una sensazione caratteristici. È flessibile, malleabile, può essere traslucido o assumere colori chiari o scuri, non risente dei raggi UV ed è quasi impermeabile. Il fatto che sia permeabile ai gas significa che è particolarmente utile nelle apparecchiature mediche.

Il fatto che non sia reattivo è il motivo per cui il silicone viene utilizzato per le protesi mammarie, i tubi medici e le coppette mestruali. Viene anche utilizzato nei prodotti per la cura della persona e per i sigillanti edili, come la malta per piastrelle del bagno.

È unico in quanto è molto più resistente al calore rispetto alla maggior parte delle materie plastiche. Questa proprietà, oltre ad essere antiaderente e facile da pulire, significa che è molto popolare per le attrezzature da cucina oltre agli usi di cui sopra.

Il silicone è una scelta più ecologica?

Dipende. Se stai usando il silicone al posto di una sottile plastica usa e getta (come una busta per sandwich) che non può essere facilmente riciclata, è una scelta migliore, poiché può essere riutilizzata molte più volte. Inoltre, la plastica si scompone in microplastiche, che finiscono nel nostro suolo e nelle riserve idriche, facendosi strada nell'oceano e nei corpi degli animali che mangiamo (oltre che dei corpi umani). I siliconi non si rompono in questo modo e non rilasciano microplastiche.

Space_Cat / Getty Images

Tuttavia, un contenitore di vetro che può essere riciclato facilmente alla fine del ciclo di vita, o un sacchetto di carta biodegradabile, o un tessuto o un tessuto cerato (che possono entrambi biodegradarsi), sono tutte scelte migliori.

Quando si tratta di un contenitore di plastica più duro per la conservazione degli alimenti, probabilmente è meglio usare il vetro (soprattutto per qualsiasi cosa calda) o un contenitore di plastica 1 (PET) o 2 (HDPE) (per la temperatura ambiente o roba più fredda), entrambi di cui sono più facilmente riciclabili del silicone.

Per le teglie, attenersi alle teglie in vetro, ceramica, acciaio inossidabile o ferro per motivi di sostenibilità ambientale e salute. Il vetro e l'acciaio inossidabile sono entrambi riciclabili (l'acciaio non sarà accettato dalla maggior parte dei programmi porta a porta, ma è accettabile tramite le raccolte di rottami metallici) e la ceramica si biodegraderà, così come il ferro, alla fine, anche se ci vorrà molto tempo.

Composti biodegradabili

Il silicone, come altri composti creati dall'uomo, non si biodegrada perché è un nuovo materiale. Non esistono abbastanza a lungo da consentire ai processi naturali che distruggono altri materiali, come lieviti, batteri, funghi ed enzimi, di evolversi per degradarli. Quindi, come la plastica, i siliconi rimarranno in una discarica, rompendosi in pezzi nel tempo, ma non degradandosi completamente in parti costituenti che possono essere riutilizzate da un organismo in crescita.

Alcune ricerche indicano un poliuretano contenente silicone realizzato con materiali a base biologica. Questi materiali potrebbero consentire ai batteri già esistenti di essere in grado di digerirlo. Quindi, mentre a questo punto il silicone non è un materiale biodegradabile, se fosse realizzato con materiali costituenti diversi, c'è una possibilità che potrebbe esserlo.

Il silicone può essere riciclato?

Il silicone non può essere riciclato al ritiro a bordo strada in nessun programma con sede negli Stati Uniti. Ma il silicone può essere riciclato da riciclatori specializzati, quindi puoi riunirti con gli amici e inviare stoviglie in silicone o altri oggetti nella Kitchen Zero Waste Box di TerraCycle. Potresti anche chiedere in giro se la tua città ha giorni speciali per il riciclaggio in cui accettano materiali che non verrebbero riciclati sul marciapiede: a volte questi programmi accettano prodotti da forno in silicone usati o materiali da costruzione.

Come riutilizzare il silicone

Sebbene il silicone non sia facilmente riciclabile, ci sono alcuni modi per riciclarlo.

Il vecchio silicone può essere riutilizzato a casa seguendo alcuni passaggi. Prima si taglia o si macina il silicone e poi si aggiunge altro silicone fresco, che può essere acquistato in polvere o liquido. Sapere quanto del nuovo silicone mescolare dipende dal tipo di silicone che stai cercando di riciclare. Quindi, il silicone deve essere impostato in uno stampo e polimerizzato. Il vecchio silicone è fondamentalmente una sorta di riempitivo per irrobustire il nuovo articolo.

Evgeniy Skripnichenko / Getty Images

Il silicone può essere utilizzato anche come pacciamatura per parchi giochi, grattugiandolo e spargendolo sul terreno sotto le attrezzature da gioco. Un altro modo per riutilizzarlo è semplicemente tagliarlo: un vecchio tappetino da forno in silicone potrebbe essere tagliato in pezzi che potrebbero funzionare come guanti da forno come rivestimenti per le mani o sottopentola per tenere i piatti caldi lontani dai ripiani.

I tappetini in silicone potrebbero essere utili intorno a un caminetto per evitare che le scintille colpiscano il pavimento o potrebbero essere utilizzati per riporre oggetti sporchi come attrezzature da giardinaggio, poiché il silicone si risciacqua facilmente.