La conservazione potrebbe creare posti di lavoro dopo la pandemia

0
56

All'inizio di questo mese, il presidente Trump ha firmato un ordine esecutivo che semplifica il progresso dei progetti di gasdotti e altri sviluppi nel settore del petrolio e del gas, sostenendo che le normative ambientali causano oneri economici e costi di posti di lavoro.

Un modo più efficace per stimolare l'economia e proteggere l'ambiente, suggerisce il mio lavoro, è approvare leggi come il Great American Outdoors Act, un disegno di legge approvato dal Senato il 17 giugno 2020. La Camera ha introdotto una legislazione complementare all'inizio di questo mese.

Sono un esperto di occupazione nell'economia degli Stati Uniti e la mia recente ricerca mostra che la conservazione e lo sviluppo dei parchi creano molti più posti di lavoro rispetto al petrolio e al gas. Queste due categorie non si escludono sempre a vicenda, ma spesso è necessario scegliere come utilizzare le terre pubbliche: conservarle, svilupparle come parchi o aprirle all'esplorazione di petrolio e gas.

La conservazione crea più posti di lavoro rispetto allo sviluppo di combustibili fossili

La mia ricerca utilizza il modello input-output, uno strumento che gli economisti utilizzano per studiare gli impatti economici dei cambiamenti di spesa in un'economia nazionale o regionale. L'espansione dell'industria petrolifera e del gas, ad esempio, può essere paragonata all'espansione della conservazione o allo sviluppo di parchi.

Utilizzando questo tipo di modello, i ricercatori possono catturare i collegamenti tra i diversi settori e stimare l'impatto a livello di economia di qualsiasi cambiamento di spesa, compreso il cambiamento nell'occupazione che risulta dalla spesa di 1 milione di dollari in conservazione rispetto a petrolio e gas. I cambiamenti occupazionali che derivano dalla spesa sia pubblica che privata possono essere valutati utilizzando questo modello.

Il modello mostra che ogni milione di dollari di spesa crea tra 17 e 31 posti di lavoro nelle industrie di conservazione e connesse, mentre solo otto posti di lavoro vengono creati attraverso petrolio e gas.

Stimolare l'ambiente aiuta l'economia

Il recente ordine esecutivo di Trump non è stato firmato nel vuoto. Al 20 maggio 2020, il New York Times ha riferito che erano in corso 100 rollback ambientali, di cui 66 completati negli ultimi tre anni e 34 in corso.

Insieme, questi rollback consentono maggiori emissioni di carbonio e altro inquinamento da strutture industriali e veicoli. Inoltre, aprono la terra a un maggiore sviluppo di petrolio e gas riducendo le protezioni per terra, acqua e fauna selvatica.

Ma lo sviluppo di petrolio e gas sono tra le industrie a più alta intensità di capitale nell'economia, il che significa che la maggior parte della spesa in queste industrie è per le attrezzature, comprese le piattaforme di perforazione, gli oleodotti e gli impianti di raffinazione. Solo una piccola parte della spesa è destinata al costo del lavoro: il 13% nel 2018.

La conservazione è molto più laboriosa, con una percentuale maggiore della spesa complessiva destinata a pagare i lavoratori piuttosto che acquistare attrezzature e materiali.

È vero che l'estrazione di petrolio è spesso finanziata da privati, ma quando le terre pubbliche vengono utilizzate per lo sviluppo di petrolio e gas, questo preclude altri usi come la conservazione o le attività ricreative all'aperto.

Conservazione al Senato

Il finanziamento della conservazione è anche un'area con supporto bipartisan, poiché i grandi spazi aperti attirano allo stesso modo pescatori, appassionati della natura, cacciatori e amanti della fauna selvatica.

Il Great American Outdoors Act finanzia interamente il Land and Water Conservation Fund. Questo fondo sostiene i parchi a livello cittadino, statale e nazionale e protegge varie aree naturali.

Il finanziamento completo del Land and Water Conservation Fund, a 900 milioni di dollari all'anno, sosterrebbe fino a 28.000 posti di lavoro, secondo le mie stime. Un ulteriore $ 1,9 miliardi all'anno per cinque anni contenuto nel Great American Outdoors Act sosterrebbe 59.000 posti di lavoro aggiuntivi nello sviluppo di parchi e nel ripristino di terreni pubblici a livello nazionale.

L'atto potrebbe quindi supportare quasi 100.000 posti di lavoro all'anno. Questi lavori includono non solo il parco e gli stessi lavoratori della conservazione – quelli che chiamiamo i "lavori diretti" – ma anche i lavoratori di tutta la catena di fornitura, come gli autisti di autobus, i lavoratori dei ristoranti e i rivenditori di articoli sportivi.

I lavori per la conservazione e il parco, oltre ad avere una vasta gamma di livelli di abilità e retribuzione, sono anche diffusi in tutto il paese, a differenza dello sviluppo del petrolio e del gas, che è concentrato negli Stati del Golfo, Pennsylvania, Ohio, North Dakota, Alaska e Pacifico Nord Ovest.

La pandemia di COVID-19 ha avuto effetti economici devastanti su individui e aziende. La ricerca mostra che il finanziamento della conservazione e delle attività ricreative all'aperto è un modo per aiutare gli americani a rimettersi in piedi.

[You need to understand the coronavirus pandemic, and we can help. Read The Conversation’s newsletter.]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui