La leggenda di Skeleton Lake è appena diventata più strana

0
34

Il lago Roopkund, teatro di quella che un tempo si credeva fosse una delle grandinate più mortali del mondo, si trova a un'altitudine di 16.500 piedi in India.
(Foto: Vishwas Krishnamurthy / Shutterstock)

In alto in una regione disabitata delle montagne himalayane dell'India si trova un lago con un oscuro segreto.

Conosciuto ufficialmente come Lago Roopkund, la sua notorietà ha dato origine a soprannomi più oscuri come Mystery Lake o Skeleton Lake. Coperta da uno spesso strato di ghiaccio e neve per gran parte dell'anno, Roopkund rinuncia ai suoi fantasmi solo per poche settimane calde dell'anno. È allora, nelle sue limpide acque blu-verdi e intorno alle sue rive, che vengono rivelati i resti di un disastro.

Quando un ranger del parco britannico si imbatté sulla scena nel 1942, si imbatté in centinaia e centinaia di teschi e ossa. Il lago si trova a 16.500 piedi (circa 5.000 metri) sul livello del mare. A causa del freddo gelido della regione, molti dei corpi avevano ancora capelli, vestiti e persino carne. Il luogo di quello che sembrava essere un massacro relativamente recente era sufficiente per il governo britannico – che era nel pieno della seconda guerra mondiale – per presumere che un'invasione di terra giapponese fosse andata storta.

I pendii che scendono al lago sono disseminati di ossa umane, alcune delle quali sono state disposte in questo modo.
(Foto: Awanish Tirkey / Shutterstock)

Un'indagine ha placato i timori di un'invasione dopo che è stato determinato che le ossa erano di origine antica, ma il mistero più grande di ciò che aveva ucciso centinaia di persone è rimasto. Nel 2004, una squadra inviata dal National Geographic ha scoperto che non solo c'erano i resti dell'850 d.C., ma che le vittime erano morte tutte allo stesso modo: gravi colpi alla testa e alle spalle.

"L'unica spiegazione plausibile per così tante persone che hanno subito lesioni simili allo stesso tempo è qualcosa che è caduto dal cielo", ha detto il dottor Subhash Walimbe, un antropologo fisico, ha detto al Telegraph in quel momento. "Le ferite erano tutte alla sommità del cranio e non ad altre ossa del corpo, quindi devono provenire dall'alto. La nostra opinione è che la morte sia stata causata da chicchi di grandine estremamente grandi".

Ma una nuova ricerca pubblicata su Nature Communications aggiunge una svolta drammatica alla storia. Guardando il DNA di 38 corpi, gli scienziati ora dicono che coloro che sono morti non sono morti in un momento orribile. Ci sono almeno tre gruppi geneticamente distinti rappresentati nella loro ricerca – una frazione delle centinaia di corpi scoperti lì – e sono morti in eventi che si sono svolti in più di 1.000 anni.

Un team guidato da Éadaoin Harney, dottorando in biologia organismica ed evolutiva presso l'Università di Harvard, ha analizzato i resti utilizzando la datazione al radiocarbonio e l'analisi osteologica, tra gli altri approcci, ed ecco cosa ha scoperto quel lavoro: "Un gruppo di 23 individui ha ascendenza che cade all'interno della gamma di variazione degli odierni asiatici del sud. Altri 14 hanno ascendenza tipica del Mediterraneo orientale. Identifichiamo anche un individuo con ascendenza correlata al sud-est asiatico ".

"Questi risultati confutano i suggerimenti precedenti secondo cui gli scheletri del lago Roopkund sono stati depositati in un unico evento catastrofico".

Ma per quanto riguarda la teoria della grandine?

La teoria della grandinata ha avuto un peso così lungo perché aveva senso sulla base di ciò che gli scienziati hanno scoperto per la prima volta. Senza un riparo di cui parlare e per evitare il ghiaccio pungente, dozzine potrebbero aver iniziato a risalire il ripido pendio che circonda Roopkund. Gli antropologi che studiano le impronte lasciate su teschi e ossa dicono che la grandine divenne rapidamente mortale, con i colpi assassini provenienti dalla grandine di una palla da bowling di 9 pollici di diametro.

È ragionevole presumere che con così tanto ghiaccio che cade, molti si sarebbero ritirati dalla riva e si sarebbero tuffati sott'acqua. Sfortunatamente, la piscina relativamente poco profonda di Roopkund avrebbe offerto poca protezione da enormi chicchi di grandine che viaggiavano a più di 100 mph.

"Abbiamo recuperato una serie di crani che mostravano crepe brevi e profonde", ha aggiunto Walimbe. "Questi non sono stati causati da una frana o da una valanga, ma da oggetti smussati e rotondi delle dimensioni di una palla da cricket".

La leggenda vuole

Gli escursionisti si fanno strada intorno a Roopkund.
(Foto: Akash Dhyan / Shutterstock)

Visita Roopkund oggi tramite uno dei tanti trekking guidati disponibili e, se il tuo tempismo è giusto, incontrerai i resti. Mentre i turisti interessati a souvenir macabri hanno rimosso molte delle ossa e altri manufatti dal sito, si dice che si possano ancora vedere dozzine di scheletri sul fondo del limpido lago glaciale. Gli antropologi ritengono che ci possano essere fino a 600 corpi sepolti nel ghiaccio e nella terra circostanti.

Basandosi su una leggenda tramandata dalla gente del posto nel corso dei secoli, è possibile che ci siano stati dei sopravvissuti che hanno tramandato l'orrore di quanto accaduto a Roopkund. La storia racconta che un monarca medievale di nome Re Jasdhawal, in pellegrinaggio con la sua regina e il suo entourage reale, disobbedì alla dea indù Mata.

"La Mata era così furiosa che ha arruolato Latu, una divinità locale", ha detto a IndiaHikes Dinesh Kuniyal, un prete indù locale. "Con l'aiuto di Latu creò temporali e valanghe. Enormi chicchi di grandine piovvero sull'esercito del re. L'esercito di Kannauj non aveva alcuna possibilità. Tutti morirono nella furia di Mata. Sono i loro scheletri nel lago Roopkund."

Altro lavoro da fare

È interessante notare che il lavoro del nuovo team non esclude completamente la teoria della grandinata.

"Il nostro studio approfondisce il mistero di Roopkund in molti modi", ha detto a Vice in una e-mail il coautore dello studio Niraj Rai, capo dell'Ancient DNA Lab presso il Birbal Sahni Institute of Palaeosciences in India.

In effetti, il team continuerà a studiare più resti umani nel tentativo di trovare più indizi su questo mistero in corso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui