Le nostre leggi sulla natura sono in fase di revisione. Ecco 7 cose che dobbiamo risolvere

0
31

Il ministro dell'Ambiente Sussan Ley ha annunciato ieri una revisione decennale delle leggi ambientali nazionali australiane. Non potrebbe arrivare in un momento più critico, poiché l'ambiente lotta sotto pressioni di sviluppo senza precedenti, impatti sui cambiamenti climatici e una siccità paralizzante.

Le leggi, formalmente note come legge sulla protezione dell'ambiente e la conservazione della biodiversità (EPBC), sono in vigore da 20 anni.

À lire aussi:
Le leggi ambientali non sono riuscite a far fronte all'emergenza estinzione. Ecco la prova

Annunciando la revisione, Ley ha detto che avrebbe "affrontato il nastro verde" e ridotto i ritardi nell'approvazione dei progetti. Ha detto che le leggi devono rimanere "adatte allo scopo" mentre il nostro ambiente cambia.

Gravi cali nella maggior parte degli indicatori di biodiversità suggeriscono fortemente che le leggi non sono adatte allo scopo. Circa 7,7 milioni di ettari di habitat di specie minacciate di estinzione sono stati distrutti da quando è stata istituita la legge e gli elenchi delle specie minacciate e in via di estinzione continuano a crescere.

Il ministro dell'Ambiente Sussan Ley accarezza un koala durante un evento della Giornata nazionale delle specie minacciate al Parlamento a Canberra nel settembre 2019.
Mick Tsikas / AAP

La revisione dovrebbe garantire che la legge ambientale australiana raggiunga ciò per cui è stata progettata: proteggere i nostri preziosi luoghi naturali.

L'elenco seguente riflette le priorità dell'EPBC Act di 70 avvocati e professionisti ambientali intervistati dalla National Environmental Law Association. Complessivamente, hanno più di 500 anni di esperienza nell'operatività della legge.

1. Decisioni indipendenti con criteri chiari

Secondo le leggi, i sostenitori di attività che possono avere un grande impatto sulle cosiddette "questioni di rilevanza ambientale nazionale" devono ottenere l'approvazione federale. Il ministro o un rappresentante prende questa decisione e, nella stragrande maggioranza dei casi, concede l'approvazione.

Questo potere di approvazione dovrebbe essere conferito a un organo indipendente per eliminare la politica dalle decisioni. I criteri per decidere in merito alle approvazioni dovrebbero essere più chiari, comprese le soglie per i casi in cui le domande devono essere rifiutate per motivi ambientali.

2. Fare il punto sugli impatti cumulativi

Una ricerca della legge EPBC non troverà alcun riferimento agli impatti cumulativi, né la necessità di considerare se l'approvazione di una proposta possa portare a una serie di nuovi progetti proposti. C'è poco spazio per considerare gli impatti cumulativi che potrebbero verificarsi in futuro, solo quando una nuova proposta costituisce la goccia che fa traboccare il vaso.

La legge deve fare meglio nel considerare sia il modo in cui le attività proposte ei piani futuri interagiranno, sia i processi di fondo del cambiamento e del declino ambientale.

Sprawl suburbano a nord di Brisbane. Esperti di diritto ambientale affermano che l'EPBC Act non tiene conto degli impatti cumulativi degli sviluppi.
Dave Hunt / AAP

3. Fornire fondi per una corretta applicazione

Migliorare il contenuto della legge è una cosa, ma il monitoraggio, la conformità e l'applicazione sono fondamentali. Non ha senso imporre condizioni difficili se nessuno è lì per assicurarsi che siano soddisfatte. Ciò richiede una base di finanziamento sostenibile continua che non dipenda dalle priorità del bilancio politico.

4. Dati e trasparenza migliori

L'accesso alle informazioni sulle decisioni ambientali è essenziale per una buona governance. Non tutti i documenti e le decisioni sono disponibili pubblicamente. È molto difficile rintracciare aspetti dettagliati delle condizioni di approvazione, ad esempio i dettagli della gestione delle acque sotterranee e del piano di monitoraggio per la miniera di carbone di Adani. Ciò è particolarmente importante quando la capacità del dipartimento di controllare la conformità è così limitata.

À lire aussi:
Il Tarkine della Tasmania ha bisogno di un piano strategico

La legge dovrebbe considerare la necessità di registri pubblici di tutti i documenti e dati raccolti come parte dei processi decisionali e di monitoraggio, comprese le decisioni, le approvazioni, le condizioni, le posizioni di compensazione, i rapporti di conformità e i dati di monitoraggio.

5. Ampliare la portata della valutazione dell'impatto ambientale nazionale

Il coinvolgimento del Commonwealth nelle approvazioni ambientali è limitato a specifiche "questioni di rilevanza ambientale nazionale". La bonifica del suolo e il cambiamento climatico non sono inclusi nell'elenco di tali questioni e sono generalmente considerati dalle leggi statali.

Ciò significa che le attività che possono danneggiare la vegetazione autoctona o portare a un aumento delle emissioni vengono esaminate ai sensi della legge federale solo se possono influenzare altre cose, come specie minacciate o luoghi del patrimonio mondiale.

À lire aussi:
Il disboscamento dei terreni è in aumento poiché il "diradamento" legale si rivela tutt'altro che chiaro

Inoltre, la legge cerca di proteggere le risorse idriche solo quando il progetto proposto è una grande miniera di carbone o un'impresa di gas di giacimento di carbone. Sono necessari nuovi fattori scatenanti per richiedere la valutazione e l'approvazione federale per tutte le attività che potrebbero influenzare in modo significativo l'acqua, la vegetazione autoctona e il cambiamento climatico.

Rari cacatua neri a Victoria. Il numero di specie minacciate è cresciuto mentre l'EBPC Act è in vigore.
MOZZO DI RECUPERO DELLE SPECIE MINACCIATE

6. Gestire lo sgombero del terreno

La perdita di habitat è riconosciuta come il motore principale del declino delle specie in Australia. I tassi di disboscamento sono aumentati notevolmente negli ultimi anni, nonostante il funzionamento della legge.

Sono necessarie protezioni più forti. Questi devono impedire l'ulteriore eliminazione dei tipi di vegetazione che non sono adeguatamente conservati nel sistema australiano di aree naturali protette. Nei casi in cui un proponente prevede di compensare i danni causati dal proprio progetto ripristinando il terreno altrove, la costruzione dovrebbe essere ritardata fino a quando non sono iniziati i lavori sul progetto di restauro e si ottengono benefici per la conservazione.

7. Rendere le valutazioni strategiche veramente strategiche

La pianificazione della conservazione e la valutazione ambientale sono complesse. Le nuove iniziative importanti possono comportare influenze e compromessi interagenti. Il cosiddetto processo di "valutazione strategica" della legge ne spiega in una certa misura, ad esempio potrebbe prendere in considerazione piani di sviluppo in una regione, piuttosto che progetto per progetto.

Ma la pianificazione strategica deve avvenire per una gamma più ampia di attività che possono avere impatti a lungo termine sulla conservazione: ad esempio, il desiderio del governo della Tasmania di aprire la regione di Tarkine a ulteriori attività estrattive. La pianificazione deve anche considerare meglio i conflitti spaziali e tenere conto dei cambiamenti futuri.

Questo elenco è solo la punta dell'iceberg della riforma legislativa, ma affrontare queste priorità sarebbe un buon inizio. Con un solo esperto di diritto ambientale e nessuno scienziato ambientale nel panel appena annunciato, resta da vedere come verranno affrontate queste priorità, se non del tutto.