Perché guidare un veicolo elettrico potrebbe non essere moralmente lodevole

0
4

Uno dei membri della mia famiglia ha una targa di vanità che recita "4THEFUTR". Orna il loro veicolo elettrico e potrebbe sembrare a qualcuno eccessivamente presuntuoso.

Applaudire le nostre azioni può andare benissimo, ma c'è qualcosa di moralmente lodevole nel guidare un veicolo elettrico (EV)?

Molti direbbero di sì, altri non ne sono così sicuri poiché guidare i veicoli elettrici potrebbe essere ecologicamente neutro o addirittura dannoso se si considerano sia la produzione che la produzione, ma dovremmo lasciare questi dettagli agli esperti competenti.

Come filosofo morale, studio il modo in cui azioni e comportamenti acquisiscono il loro status morale. La maggior parte di noi pensa che alcune azioni siano moralmente buone e altre moralmente cattive. Ma quali azioni hanno quegli status e come li ottengono? Presumo che guidare i veicoli elettrici sia generalmente positivo per l'ambiente, ma tale presupposto non dimostra che guidare i veicoli elettrici sia moralmente lodevole.

Categorie morali

Normalmente, un'azione è moralmente lodevole quando è moralmente buona. I filosofi pensano che le buone azioni siano di due tipi. Alcune azioni sono moralmente richieste, come fornire cure ai tuoi figli o non fare del male alle persone per divertimento. L'esecuzione delle azioni richieste merita lodi, almeno tecnicamente (in pratica è spesso strano farlo).

Un altro tipo di azione moralmente buona è quella moralmente ammissibile. Queste sono azioni che possiamo o possiamo fare ma non dobbiamo. Non abbiamo bisogno di scambiare convenevoli con un vicino anziano, ma se illumina la loro giornata può essere moralmente buono: far stare bene le persone in questo modo è lecito e spesso lodevole.

Un importante sottoinsieme di azioni consentite sono quelle con uno status particolare, il supererogatorio – queste sono azioni che vanno al di là di ciò che è moralmente richiesto. Sono anche diverse dalle azioni moralmente ammissibili, perché ciò che è supererogatorio spesso ha un costo per la persona che lo fa. Dire "buongiorno" al nostro vicino non va oltre, ma assicurarsi di controllarlo e aiutarlo con le commissioni potrebbe.

Pensare che guidare un veicolo elettrico sia moralmente richiesto è imbarazzante perché i veicoli elettrici sono costosi.
(JP Valery/Unsplash)

Perché lodare la guida di un veicolo elettrico?

Con questo quadro di base in mente, in che modo guidare un veicolo elettrico potrebbe essere moralmente lodevole?

Se un'azione è moralmente richiesta, allora dovremmo farla. E quando dovremmo fare qualcosa, molti di noi pensano che sia necessario che possiamo farlo. Plausibilmente, non ti può essere richiesto di fare qualcosa che non sei veramente in grado di fare. Questo è un principio che i filosofi morali chiamano "Il dovere implica la possibilità". Se dovremmo accettare questo principio è controverso, ma una cornice comune è che se qualcuno deve compiere un'azione, allora deve avere l'opportunità e i mezzi per farlo.

Pensare che guidare un veicolo elettrico sia moralmente richiesto è una scelta imbarazzante. Per uno, i veicoli elettrici sono costosi. Considerati incredibilmente fortunato se ti diverti a comprare un'auto da $ 40.000. I sussidi dovrebbero portare i veicoli elettrici a portata di mano, ma in realtà funzionano come vantaggi per coloro che hanno già mezzi materiali significativi, piuttosto che come politiche sociali che peggiorano le condizioni di chi sta meglio.

Quando le persone pensano che guidare un veicolo elettrico sia moralmente richiesto, possono presumere che altri condividano situazioni molto simili alle proprie: persone con notevoli mezzi finanziari, che hanno case indipendenti o private, che si spostano principalmente con il proprio veicolo, ecc.

Ciò mostra alcune importanti qualifiche materiali per il presunto requisito: se guidi, se puoi permetterti un veicolo elettrico e se hai lo spazio per ospitarlo, allora sei moralmente tenuto a guidarne uno. In tal caso, guidare un veicolo elettrico non è un requisito che la maggior parte delle persone ha. E se qualcuno dovrebbe farlo dipende da quali altre opzioni sono disponibili.

Guidare un veicolo elettrico non è un requisito che la maggior parte delle persone ha.
(Ed Harvey/Unsplash)

Anche se non è moralmente richiesto, preoccupazioni simili complicano l'idea che guidare un veicolo elettrico sia moralmente consentito. Ancora una volta, la liceità si basa sui propri mezzi materiali: essere in grado di permettersi veicoli costosi, possedere una casa, ecc.

La scelta di guidare veicoli elettrici sembra più un segnale della propria ricchezza e privilegio, piuttosto che qualcosa che merita un elogio morale. Ma questi aspetti potrebbero rendere più appropriato dire che guidare un veicolo elettrico è supererogatorio.

Le nostre altre opzioni

L'inquadramento di cui sopra per la scelta supererogatoria è limitato. C'è un'opzione facilmente trascurata, che è anche moralmente lodevole: guidare di meno, o in alcuni casi per niente.

A volte la cosa morale da fare è cambiare le nostre abitudini. Essere in grado di guidare, ma scegliere di non farlo, o scegliere i mezzi pubblici può essere davvero lodevole. E c'è una lezione generale qui che va oltre i veicoli elettrici: ciò a cui stiamo contrastando le nostre scelte è rilevante per l'elogio morale.

I veicoli elettrici sono popolari in parte perché lasciano intatto gran parte dello status quo. Quando stai bene, passare a un veicolo elettrico richiede poco da parte tua. Trascurato qui è che a volte ciò che è lodevole è quando decidi di farne a meno. Rispetto all'opzione di guidare meno o per niente, è difficile considerare la guida di un veicolo elettrico come qualcosa di lodevole.

Ci sono molte decisioni morali che rendono la nostra vita meno comoda. A volte dovremmo farle comunque, per il futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui