Perché il Sahara è strettamente legato all'Amazzonia

0
44

In superficie, il deserto del Sahara e la foresta pluviale amazzonica non sembrano avere molto in comune. Uno è asciutto e per lo più pieno di sabbia. L'altro è lussureggiante, verde e uno dei migliori esempi di biodiversità del pianeta. Eppure, secondo una nuova ricerca, il Sahara svolge un ruolo fondamentale per la salute dell'Amazzonia, fornendo milioni di tonnellate di polvere ricca di sostanze nutritive attraverso l'Atlantico, reintegrando il suolo della foresta pluviale con fosforo e altri fertilizzanti.

I ricercatori hanno rivelato in un articolo pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters che circa 22.000 tonnellate di fosforo vengono trasportate attraverso l'Oceano Atlantico. Ed è una buona cosa, considerando che il numero rispecchia la quantità stimata di fosforo che l'Amazzonia perde ogni anno a causa di piogge e inondazioni.

Questa scoperta sul ruolo del Sahara nella salute del suolo amazzonico è solo un punto di dati nella ricerca che valuta il quadro più ampio. Gli scienziati stanno cercando di capire meglio come la polvere influisce sul clima locale e globale.

"Sappiamo che la polvere è molto importante in molti modi. È una componente essenziale del sistema Terra. La polvere influenzerà il clima e, allo stesso tempo, il cambiamento climatico influenzerà la polvere", ha detto l'autore principale, Hongbin Yu.

Tra il 2007 e il 2013, gli scienziati hanno utilizzato il satellite Cloud-Aerosol Lidar e il satellite CALIPSO (Infrared Pathfinder Satellite Observation) della NASA per studiare il movimento della polvere nel suo viaggio dal Sahariano attraverso l'Oceano Atlantico e in Sud America e poi oltre al Mar dei Caraibi . Si ritiene che questo sia il più grande trasporto di polvere sulla Terra.

Utilizzando campioni provenienti dalla Bodélé Depression in Ciad, un letto di un lago pieno di microrganismi morti e ricchi di fosforo, e dalle aree di Barbados e Miami, gli scienziati sono stati in grado di calcolare la quantità di fosforo che finisce nel bacino amazzonico.

Mentre 22.000 tonnellate di fosforo sembrano tante, in realtà è solo lo 0,08% dei 27,7 milioni di tonnellate di polvere che finiscono in Amazzonia ogni anno.

La foresta pluviale amazzonica deve parte della sua rigogliosità alla polvere del Sahara.
Egon Zitter / Shutterstock

Gli scienziati riconoscono che sette anni sono un tempo troppo breve per trarre conclusioni sulle tendenze a lungo termine nel trasporto di polvere, ma i risultati sono un ottimo inizio per imparare di più su come la polvere e altre particelle trasportate dal vento si muovono attraverso l'oceano e interagiscono con i paesi lontani. climi.

Lo scienziato della NASA Chip Trepte, che non è stato coinvolto nello studio ma che lavora con CALIPSO, ha detto: "Abbiamo bisogno di una registrazione delle misurazioni per capire se esiste o meno un modello abbastanza robusto e abbastanza coerente per questo trasporto di aerosol".

In questo momento, i numeri raccolti variano notevolmente di anno in anno, il cambiamento più grande riscontrato tra il 2007 e il 2011 dove c'era una differenza dell'86% tra la quantità più bassa e più alta di polvere trasportata registrata.

I ricercatori ritengono che le variazioni possano essere attribuite alla quantità di precipitazioni che si verificano nella terra semiarida che confina con il Sahara. Gli anni in cui le precipitazioni erano più elevate sono stati seguiti da anni di trasporto della polvere inferiori. Nel comunicato stampa, hanno ipotizzato che la pioggia potrebbe portare a una maggiore vegetazione provocando una minore esposizione del suolo all'erosione del vento. Un'altra teoria è che la quantità di pioggia potrebbe influire sui modelli di circolazione del vento che fanno sì che la polvere venga trasportata attraverso l'oceano.

Qualunque sia la ragione dietro i cambiamenti di anno in anno, Yu conclude: "Questo è un piccolo mondo e siamo tutti collegati insieme".