Perché le foglie cambiano colore in autunno?

710

Albert Camus una volta disse: “L’autunno è una seconda primavera quando ogni foglia è un fiore”. È facile essere d’accordo con un tale sentimento se hai mai fatto un giro panoramico autunnale nel New England o nelle Montagne Rocciose, ma qual è la scienza dietro quei colori autunnali mozzafiato?

Ci sono diversi motivi per cui le foglie cambiano colore in autunno, ma i fattori che contribuiscono più significativi sono le ore diurne più brevi e le ore notturne più lunghe e il modo in cui questi fattori influenzano il processo chimico all’interno di ciascuna foglia.

Tutto si riduce ai pigmenti biologici (noti anche come “biocromi”), che sono sostanze molecolari che si manifestano negli esseri viventi come colori specifici assorbendo o riflettendo le lunghezze d’onda della luce.

Potresti già sapere qualcosa sulla clorofilla: è il pigmento verde prodotto dalle piante durante il processo di fotosintesi. Alcuni degli altri pigmenti trovati nelle piante sono i carotenoidi, responsabili delle arance, e gli antociani, che producono foglie rosse e viola. Mentre la clorofilla e i carotenoidi sono presenti durante la stagione di crescita, la maggior parte degli antociani viene prodotta esclusivamente a fine estate e all’inizio dell’autunno.

Man mano che le giornate si accorciano e le notti si allungano, la quantità di luce necessaria per la fotosintesi diminuisce e la produzione di clorofilla si arresta gradualmente. Senza la produzione di nuova clorofilla, il caratteristico colore verde delle foglie inizia a decomporsi e svanire. Questo meccanismo essenzialmente “smaschera” i colori dei carotenoidi e degli antociani che erano in agguato sotto.

Le splendide foglie rosse di un albero di acero giapponese in autunno.
(Foto: TOMO / Shutterstock)

Mentre le ore calanti della luce solare sono il fattore più significativo che contribuisce a influenzare il cambiamento dei colori delle foglie, la temperatura e l’umidità possono anche svolgere un ruolo nell’intensità di queste esposizioni stagionali. Ad esempio, giornate calde e soleggiate abbinate a notti fresche e miti sono una ricetta particolarmente potente per la brillantezza.

Come spiega il National Forest Service: “Durante questi giorni, la foglia produce molti zuccheri, ma le notti fresche e la chiusura graduale delle vene che entrano nella foglia impediscono a questi zuccheri di spostarsi. Queste condizioni – molto zucchero e molto la luce stimola la produzione dei brillanti pigmenti antociani, che colorano i rossi, i viola e i cremisi. ”

L’elevazione e il tipo di specie arboree sono altri due fattori che influenzano i tempi del fogliame autunnale. È probabile che gli alberi ad altitudini montuose più elevate cambino colore più rapidamente rispetto alle controparti delle valli entro la stessa latitudine.

Se desideri tenere d’occhio come si sta formando la stagione delle foglie dell’anno, assicurati di controllare la mappa di previsione del fogliame autunnale, che è un’ottima risorsa e strumento per programmare i tuoi viaggi autunnali in modo che coincidano con i colori del fogliame di punta .