Sul Delaware, una nuova era promettente nella pulizia di un fiume urbano

0
43

Dove il fiume Delaware scorre oltre il sud di Filadelfia, un'isola senza nome offre una vista ampia dei serbatoi di stoccaggio del petrolio e di un cantiere navale commerciale sul lato della Pennsylvania, mentre una processione di jet atterra all'aeroporto internazionale di Philadelphia a circa due miglia di distanza.

Ma in un caldo e soleggiato pomeriggio estivo, il paesaggio industriale non preoccupava diverse famiglie di diportisti che si erano fermati sull'isola per oziare al sole, guadare su una piccola spiaggia e nuotare in un fiume che un tempo era gravemente inquinato. ed è ancora pensato in questo modo da molti nella regione.

Mentre le moto d'acqua passavano veloci e altre imbarcazioni da diporto ondeggiavano nell'acqua, i diportisti hanno riconosciuto la storia del fiume come una "fogna aperta" per gli effluenti industriali e i rifiuti umani, ma hanno affermato di essere sufficientemente a loro agio con le condizioni migliorate dell'acqua da consentire alle loro famiglie di nuota e gioca.

"Scendiamo nei fine settimana, ancoriamo, facciamo una nuotata", ha detto John Szumowski, 41 anni, un imprenditore di Filadelfia, mentre sua figlia galleggiava in un tubo a pochi metri dalla sua barca. "Ho la mia famiglia qui tutto il tempo e non abbiamo mai problemi."

Come altri fiumi urbani in città come Washington, DC, Chicago e Portland, Oregon, il Delaware è al centro degli sforzi dei gruppi ambientalisti e di alcune entità governative per costruire su una pulizia decennale che è sostenuta dal Clean Water Act federale del 1972 e per convincere un pubblico scettico che ha un bene ricreativo in gran parte trascurato alle sue porte.

"In precedenza abbiamo voltato le spalle al fiume", dice un attivista. "Ora, può essere positivo per la nostra comunità."

"Vedo questo fiume ora a un punto di svolta", ha detto Don Baugh, presidente di Upstream Alliance, un'organizzazione no profit con sede nel Maryland che promuove l'uso pubblico delle risorse naturali, incluso il fiume Delaware. “In precedenza abbiamo voltato le spalle al fiume. Ora, può essere positivo per la nostra comunità. Invece di un fiume che ha portato via i nostri rifiuti, è un fiume che può rivitalizzarci. Possiamo giocarci sopra, possiamo guadarci dentro, possiamo anche nuotare. "

I recenti guadagni del fiume Delaware sono stati riconosciuti ad aprile quando American Rivers, un gruppo di difesa nazionale, ha nominato il Delaware il suo fiume dell'anno a causa del miglioramento della qualità dell'acqua, dell'aumento delle popolazioni di pesci e fauna selvatica e del suo status di fiume non battuto più lungo del Stati Uniti orientali.

Gli sforzi di pulizia di gruppi senza scopo di lucro come Baugh's, così come alcune agenzie governative, si concentrano su un tratto urbano di 27 miglia del Delaware che scorre da sud di Trenton, nel New Jersey; passato Philadelphia e Camden, New Jersey; a Chester, Pennsylvania. Questa sezione del Delaware è l'unica parte del fiume lungo 330 miglia che non è designata dalla Delaware River Basin Commission, un regolatore idrico interstatale, per "contatto primario" – uno standard federale che afferma che l'acqua è sicura per gli utenti come nuotatori e canoisti che entrano in sostanziale contatto con esso.

Gli sforzi di bonifica per il fiume Delaware si concentrano su un tratto di 27 miglia da Trenton, nel New Jersey, a Chester, in Pennsylvania.
Clicca sulla mappa per ingrandirla.

Ma la spinta a ripulire i tratti urbani del Delaware è motivata da qualcosa di più del semplice desiderio di rendere il fiume costantemente utilizzabile per la ricreazione pubblica. I gruppi ambientalisti vogliono che i governi locali, in particolare la città di Filadelfia, impongano standard di controllo dell'inquinamento più severi per migliorare la qualità dell'acqua – cambiamenti che richiederebbero controlli più severi sulle tracimazioni delle acque reflue e sugli scarichi industriali.

Gli sforzi di Baugh includono la collaborazione con la New Jersey Conservation Foundation, un'organizzazione no profit, e con la contea di Camden per creare tre punti di accesso al fiume Cooper, che entra nel fiume Delaware nel New Jersey a Camden, proprio di fronte a Philadelphia. Il direttore dei parchi della contea, Maggie McCann, ha detto che uno di questi punti è Gateway Park, l'ex sito di "hotel squallidi e stazioni di servizio" che è stato designato come un parco ma non è stato ripulito nella misura in cui il pubblico può riunirsi le sue rive e utilizzare il fiume Cooper. Quando il lavoro è finito, spera di attirare utenti come UrbanPromise, un'organizzazione no profit con sede a Camden che fornisce servizi sociali per i giovani urbani, che potrebbero nuotare e fare barca sul fiume Cooper.

Una delle sfide, ha detto McCann, è superare la convinzione pubblica di vecchia data che i fiumi Cooper e Delaware siano sempre gravemente inquinati e dovrebbero essere evitati. "Siamo lontani almeno un paio di generazioni da dove le persone ricordano di essere in grado di accedere all'acqua", ha detto.

Tuttavia, il Delaware è molto più pulito di quanto non fosse nella metà del XX secolo, quando decenni di inquinamento industriale e scarichi di acque reflue lo hanno lasciato così affamato di ossigeno che i pesci non sono stati in grado di migrare più a monte del centro di Filadelfia. Ora, gli shad e altre specie nuotano attraverso città fluviali come Lambertville, nel New Jersey, a circa 40 miglia a nord, verso la parte superiore del Delaware.

I conservazionisti esaminano i pesci e altre forme di vita acquatica catturati in una rete nel fiume Delaware a Beverly, New Jersey.
Per gentile concessione di Maggie McCann Johns

La pulizia del fiume Delaware è stata notevolmente migliorata dalla contea di Camden, che ha ridotto drasticamente gli scarichi dai suoi overflow fognari combinati (CSO) – tubi antiquati progettati per trasportare sia l'acqua piovana che le acque reflue ma che spesso scaricano entrambi nei corsi d'acqua durante le forti piogge. Sotto la guida ventennale del direttore esecutivo Andy Kricun, recentemente in pensione, la Camden County Municipal Utilities Authority (CCMUA) ha chiuso otto OSC e ha installato reti attraverso i deflussi di altre 30 per ridurre il volume di solidi che entrano nel fiume durante le tempeste.

Kricun, ora consulente senior presso il Water Center dell'Università della Pennsylvania, ha detto di essere guidato dalla consapevolezza che scaricare le acque reflue grezze nel fiume è disastroso dal punto di vista ambientale e dalla consapevolezza che i miglioramenti potrebbero essere fatti a un costo relativamente basso costruendo una rete fognaria impianto di depurazione con mutuo agevolato da fondo statale per infrastrutture pubbliche. Il CCMUA ha deviato il flusso di acque reflue di 52 impianti municipali al nuovo impianto di trattamento, mantenendo 15 milioni di litri di acque reflue fuori dal fiume ogni giorno e riducendo i livelli di coliformi fecali del 95%, ha detto Kricun. Il CCMUA ha anche costruito "infrastrutture verdi" che controllano l'acqua piovana lasciandola penetrare nel terreno piuttosto che finire nelle fognature, e ha creato più di 300 "lavori verdi" per i giovani locali.

Il lavoro del CCMUA non ha eliminato completamente gli straripamenti, presenti anche a Philadelphia e Chester, spiegando perché anche sostenitori come Baugh evitano di fare il bagno nel fiume dopo forti piogge.

Ma il miglioramento generale della qualità dell'acqua sta spingendo i sostenitori di un maggiore uso pubblico a sollecitare che le sezioni del fiume che si affacciano su Filadelfia siano aggiornate allo stato di "contatto primario". Al momento, il fiume a Filadelfia è designato per il contatto secondario, il che significa che è adatto per attività come la nautica e la pesca, dove le persone hanno un contatto limitato con l'acqua.

La città è preoccupata che il miglioramento degli standard di pulizia richiederebbe investimenti che porterebbero a tassi di acqua più elevati.

Gli sforzi per raggiungere il "contatto primario" non sono supportati dal più grande fornitore di acqua della regione, il Philadelphia Water Department. Laura Copeland, una portavoce del dipartimento, ha affermato che non crede che la ricreazione del contatto primario sia appropriata per alcune parti del fiume Delaware vicino a Filadelfia a causa di problemi di qualità dell'acqua, attività di navigazione commerciale e forti correnti.

Copeland ha osservato che l'utilità è ora al nono anno di "Green City, Clean Waters", un programma di 25 anni riconosciuto a livello nazionale per ridurre gli straripamenti fognari combinati aggiornando i tubi e installando infrastrutture verdi come i giardini pluviali per aiutare l'acqua piovana a penetrare naturalmente nel terreno piuttosto che allagare fognature.

Con un restyling ecologico, Filadelfia sta affrontando il problema delle acque piovane. Leggi di più.

Tuttavia la città è preoccupata che il raggiungimento della pulizia del contatto primario nel Delaware richiederebbe ulteriori investimenti che porterebbero a tassi di acqua più elevati in un sistema che invecchia che già necessita di massicci aggiornamenti, ha affermato Nathan Boon, responsabile del programma senior per la protezione dei bacini idrografici presso la William Penn Foundation, che supporta l'acqua pulita e altre cause nell'area di Philadelphia.

"Trecento anni di manutenzione differita delle infrastrutture e la creazione di centinaia di nuovi composti chimici e potenziali contaminanti ogni anno non sono uno scherzo", ha detto.

I rifiuti di una fabbrica vicina si riversano nel fiume Delaware nel 1966, prima dell'approvazione del Clean Water Act.
Archivi del tempio

Indipendentemente da ciò che pensa il Dipartimento dell'Acqua sulla qualità dell'acqua nel Delaware, molte persone la stanno già usando per nuotare, fare jet-ski e paddleboarding, afferma Maya K. van Rossum, capo del Delaware Riverkeeper Network, un'organizzazione non profit ambientale. "Il contatto primario è l'uso esistente, come tutti noi possiamo testimoniare in qualsiasi bella giornata nell'estuario", ha detto. Ha esortato il pubblico a spingere i governi statali e federali a ridurre ulteriormente l'inquinamento che scorre nel Delaware e ad aggiornare la designazione a contatto primario.

In tutto il paese, anche altre città stanno assistendo a un uso più pubblico di fiumi più puliti. A Chicago, il fiume Chicago è stato ripulito da agenzie statali e locali che implementano gli standard di scarico stabiliti dal Clean Water Act. Ulteriori miglioramenti sono richiesti da gruppi di difesa come Friends of the Chicago River, che stanno anche cercando di persuadere le persone che l'acqua è sicura per le attività di contatto primario, ha detto Margaret Frisbie, direttore esecutivo dell'organizzazione no profit.

Con un miglioramento della qualità dell'acqua, ha detto che il suo gruppo sta cercando di superare un'avversione culturale a nuotare in un fiume che si ritiene sia sporco come una volta. Per insistere sul loro punto, Frisbie e un gruppo di funzionari eletti organizzano un "grande salto" annuale nel fiume nella speranza di persuadere il pubblico che si tratta di una risorsa ricreativa utilizzabile.

"Poiché è stato progettato come parte del sistema fognario, esiste una barriera culturale nella leadership della città di Chicago e dei comuni lungo di essa", ha detto Frisbie. "Stiamo cercando di guidare il cambiamento in modo che le persone capiscano."

Il nuoto è ancora vietato nel Potomac a Washington, dove le fognature traboccano scaricano le acque reflue nel fiume.

A Washington, D.C., il fiume Potomac raggiunge lo stato di contatto primario circa la metà delle volte, anche grazie all'implementazione degli standard del Clean Water Act, ha affermato Nancy Stoner, presidente del Potomac Riverkeeper Network, un'organizzazione no profit. La città ha vietato di nuotare nel fiume a partire dagli anni '80 a causa del grave inquinamento di allora, ma il divieto persiste anche se il fiume è molto più pulito ora, ha detto Stoner. Tuttavia, come il Delaware e altri fiumi urbani, il Potomac manca il bersaglio dopo che le forti piogge hanno causato gli straripamenti combinati delle fognature per scaricare l'acqua piovana e le acque reflue nel fiume.

Il gruppo sta trovando più persone che nuotano, kayak, paddleboarding, guado e tubi nel Potomac quest'estate perché la pandemia di coronavirus ha chiuso piscine e spiagge comunitarie che altrimenti consentirebbero ai residenti di rinfrescarsi, ha detto.

"Con Covid-19, le persone non vanno da nessuna parte", ha detto. "Cosa stanno facendo? Stanno trovando la natura intorno a loro è meraviglioso. Abbiamo visto più persone nei fiumi ora che mai a causa del Covid-19 ".

E a Portland, Oregon, il progetto Human Access ha incoraggiato le persone a nuotare e andare in barca nel fiume Willamette, che attraversa il cuore della città, negli ultimi 10 anni con il miglioramento della qualità dell'acqua. Ciò è in gran parte grazie al Big Pipe Project, un'iniziativa che ha eliminato tutte le fogne combinate della città tranne sei, secondo Willie Levenson, leader dell'organizzazione no profit.

L'evento annuale Big Float ha contribuito a incoraggiare l'uso ricreativo del fiume Willamette a Portland, Oregon.
Per gentile concessione del Human Access Project

In quel periodo, circa 25.000 persone hanno utilizzato tubi, kayak o dispositivi di galleggiamento per andare alla deriva per mezzo miglio lungo il fiume attraverso il centro di Portland in The Big Float, un evento annuale che raccoglie denaro e consapevolezza, ha detto Levenson. A luglio, il suo gruppo ha installato otto scale in un molo del centro, consentendo ai nuotatori di accedere all'acqua. "Ogni piccola cosa che puoi fare per sgretolare la cultura esistente che dice che non puoi farlo, rende la prossima cosa più facile", ha detto.

La pulizia del fiume di Portland è supportata anche da Willamette Riverkeeper, che organizza la pulizia annuale dei rifiuti che di solito attira circa 1.500 persone, ha affermato Travis Williams, direttore esecutivo del gruppo. Sebbene la quasi eliminazione degli straripamenti combinati delle fognature abbia ridotto gran parte del contenuto di acque reflue del fiume, esso rimane contaminato dalle sostanze tossiche dell'industria locale, ha affermato.

Tuttavia, migliaia di persone hanno partecipato a eventi di kayak, canoa e paddleboard nel corso degli anni, contribuendo a promuovere l'obiettivo del gruppo di espandere l'uso pubblico del fiume. "Crediamo che ottenere ogni tipo di imbarcazione a propulsione umana sul fiume sia importante, così come l'accesso", ha detto Williams.

Con l'innalzamento del livello del mare, le forniture di acqua potabile saranno a rischio? Leggi di più.

Tornato sull'isola nel Delaware, Szumowski, pur riconoscendo che il fiume ha ancora una cattiva reputazione, ha detto che è certamente abbastanza pulito in questi giorni per nuotare in esso.

"Non vediamo molte cose sporche", ha detto. "Non è davvero male qui. In realtà non ti senti come se fossi nel fiume Delaware. "

La segnalazione per questo articolo è stata sostenuta da una sovvenzione della William Penn Foundation.