Trasformare i rifiuti di maiale in biogas: soluzione verde o greenwashing?

0
3

Molto prima che le contee di Duplin e Sampson diventassero l'epicentro dell'industria dell'allevamento di suini della Carolina del Nord, la famiglia di Roberta McCalop possedeva 42 acri di terreno agricolo su una strada senza uscita a due passi dal confine della contea. Allevare un piccolo numero di maiali era un'attività collaterale alla coltivazione di tabacco e cotone per la maggior parte delle famiglie della zona, e nel loro tempo libero i McCalops e i loro vicini si sedevano sui loro portici, facevano picnic all'ombra di massicce querce e giocavano nel cortile.

Ma da quando gli allevamenti industriali di maiali hanno iniziato a inondare questa regione nella Carolina del Nord orientale tre decenni fa, quei giorni sono ormai lontani.

In una soffocante mattina d'estate, McCalop si appoggia alla sua auto e indica il deposito di grano dall'altra parte della strada – che si erge a diversi piani sopra i campi pianeggianti come una mini città di Oz – come simbolo dell'invasione. Dietro i silos, e in gran parte nascosto da alte file di mais, si trova una delle 2.100 "operazioni concentrate di alimentazione degli animali" della Carolina del Nord, molte delle quali situate nella parte orientale dello stato in comunità di colore a basso reddito. Il rumore assordante dei camion che sfrecciano lungo l'autostrada 24 notte e giorno, da e verso gli allevamenti di maiali, rende difficile la conversazione, mentre l'odore degli allevamenti di maiali a solo un campo di calcio di distanza – un mix nauseante di uova marce e decomposizione – arriva apparentemente fuori del nulla. Durante i mesi estivi, i residenti sono spesso costretti a rimanere in casa con l'aria condizionata a tutto volume per sfuggire alla puzza.

Ora, McCalop, un assistente dei media nelle scuole della contea di Duplin, ha un altro motivo per essere preoccupato per le sempre più invadenti aziende agricole. Il gigante produttore di suini Smithfield sta portando avanti il ​​progetto Grady Road da 30 milioni di dollari per convertire i rifiuti suini di 19 allevamenti di suini in biogas. Il metano catturato dalle fosse dei rifiuti sarà trasportato attraverso un gasdotto di 30 miglia e trattato in un nuovo sistema di digestore anaerobico prima di essere iniettato in un gasdotto esistente. La struttura sarà costruita a poche centinaia di metri dai McCalops, esponendo potenzialmente la famiglia a ancora più inquinanti atmosferici, tra cui ammoniaca, idrogeno solforato e vari composti organici volatili.

Stagni di rifiuti accanto a stalle di maiali nella Carolina del Nord orientale.
Alan Cradick

Smithfield pubblicizza questo schema di biogas come una soluzione di energia verde che dovrebbe essere accolta dalla comunità, ma i critici dicono che è un classico caso di greenwashing, destinato a lucidare l'immagine di un'azienda che è stata per anni la fonte di acqua dilagante, suolo, e l'inquinamento atmosferico nella regione. Smithfield e il suo partner nell'impresa di biogas, l'utility Dominion Energy, affermano che nel progetto Grady Road verrà prodotto abbastanza biogas per alimentare 3.500 case. Nel frattempo, il vasto CAFOS di maiale – quasi tutti sotto contratto per la produzione di carne di maiale per Smithfield Foods – genererà comunque 10 miliardi di galloni di rifiuti di maiale all'anno. Questo vile impasto di feci e urina, che diventa rosa dai batteri, viene immagazzinato in enormi lagune senza rivestimento e spruzzato sulle colture foraggere come fertilizzante, sporcando l'aria e inquinando le acque sotterranee. I residenti dicono che i CAFO hanno trasformato questa parte un tempo tranquilla dello stato in una zona industriale.

McCalop e altri residenti della comunità, così come numerosi gruppi di conservazione, sostengono che invece di costruire un gasdotto e un impianto di lavorazione del biogas che faranno ben poco per ridurre l'inquinamento dell'industria del maiale, Smithfield dovrebbe invece fare bene a un accordo raggiunto nel 2000 con i regolatori statali. In base a tale accordo, la società si è impegnata a ideare un nuovo metodo di trattamento dei rifiuti suini che sostituisse l'antiquato e palesemente inquinante sistema di stoccaggio dei rifiuti in lagune non foderate e poi di irrorazione sui campi. Inoltre, i critici affermano che mentre l'iniziativa sul biogas avrà il vantaggio di intrappolare il metano, il piano per coprire le 19 lagune per intrappolare il gas concentrerà ulteriormente i rifiuti in quei pozzi, peggiorando l'impatto sulle acque sotterranee.

"Questo [process] fa ben poco per affrontare molti dei danni noti… e rappresenta un rischio maggiore perché il flusso di rifiuti stesso è più potente", afferma Will Hendrick, difensore della giustizia ambientale presso il North Carolina Conservation Network.

Le comunità della Carolina del Nord “hanno sopportato troppo a lungo il peso dell'inquinamento dalla laguna e dal sistema dei campi di nebulizzazione”, afferma un avvocato.

"Smithfield ha promesso ai North Carolinians che avrebbe ripulito il suo disordine e installato una tecnologia più pulita nelle sue operazioni sui maiali 20 anni fa, e la società non è riuscita a mantenere tale promessa", ha dichiarato l'avvocato del Southern Environmental Law Center Blakely Hildebrand in una dichiarazione all'inizio di quest'anno. "Le comunità della Carolina del Nord orientale hanno sopportato per troppo tempo il peso dell'inquinamento della laguna e del sistema di campi di nebulizzazione".

Nonostante i crescenti problemi associati alle operazioni sui maiali, McCalop, 64 anni, è determinata a rimanere sulla terra che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni. "Questa era la terra di mio nonno", dice. "Ho sempre avuto una cosa del genere per la vecchia casa."

Quasi 30 anni fa, Smithfield ha aperto il più grande macello di maiali del mondo nella Carolina del Nord, sulle rive del fiume Cape Fear. Oggi, nei CAFO dello stato vengono allevati circa 9 milioni di maiali, la maggior parte dei quali operati tramite contratti con allevatori che allevano i maiali per le filiali del più grande produttore di suini degli Stati Uniti, Smithfield, che è stato venduto nel 2013 al colosso cinese Shuanghui Group ( ora WH Group) per 4,72 miliardi di dollari. Centinaia di operazioni sui maiali sono state situate nelle contee rurali e povere di Duplin e Sampson, dove i maiali sono più numerosi delle persone 40 a 1. I CAFO nelle due contee sono prevalentemente situati nelle comunità nere, native americane e ispaniche.

Smithfield ha formato Align RNG (gas naturale rinnovabile) attraverso una joint venture con Dominion Energy nel 2018. Le due società hanno annunciato l'intenzione di investire 500 milioni di dollari in 10 anni per convertire i rifiuti delle fattorie Smithfield in North Carolina, Utah e Missouri in biogas. In North Carolina, il biogas sarà raccolto coprendo lagune di rifiuti in 19 siti "grow finish", dove i maiali vengono ingrassati prima della macellazione.

Renee Miller, di fronte a casa sua da una strada intitolata a sua madre, era una delle querelanti in una causa contro una consociata di Smithfield per aver spruzzato rifiuti di maiale su questo campo.

Alex Boerner

Align RNG ha rifiutato di essere intervistato ma ha accettato di rispondere alle domande via e-mail. Invece di rispondere specificamente a nove domande, Kraig Westerbeek, vicepresidente di Smithfield Renewables, ha dichiarato in una dichiarazione:

“Il moderno allevamento di suini è il risultato di una continua ricerca e innovazione, che consente agli allevatori di fornire la migliore cura per i loro animali, proteggere l'ambiente e garantire la sicurezza alimentare per i consumatori. I vantaggi delle lagune e dei digestori coperti sono ben documentati e chiari. Stanno catturando emissioni altrimenti fuggitive e le convertono in energia rinnovabile, che è solo positiva per l'ambiente e la comunità locale. Il nostro progetto nelle contee di Sampson e Duplin ridurrà le emissioni annuali di gas serra dalle aziende agricole partecipanti di oltre 150.000 tonnellate all'anno. È come togliere dalla strada 36.000 auto ogni anno. Anche gli scettici di questo progetto non possono negare che si tratta di un importante miglioramento ambientale".

Westerbeek ha osservato che numerose agenzie federali, tra cui l'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti, hanno incoraggiato a lungo l'uso di biodigestori e che più di 20 altre aziende di allevamenti di maiali nella Carolina del Nord "hanno installato la stessa tecnologia senza nessuno degli impatti dannosi previsti dagli oppositori. " Il progetto del biogas, ha affermato, porterà anche nuove entrate agli agricoltori della Carolina del Nord, fornendo una fonte di reddito aggiuntiva.

Ma Ryke Longest, professore clinico di diritto e direttore della Environmental Law and Policy Clinic presso la Duke University School of Law, ha affermato che la questione chiave non è l'uso dei biodigestori, ma la questione molto più importante dell'incapacità di Smithfield di trattare adeguatamente i miliardi di tonnellate di rifiuti di maiale. Ha paragonato il processo che Align e Smithfield stanno utilizzando con il montaggio di un'auto con un tubo di scappamento quando un convertitore catalitico – in questo caso, il moderno trattamento dei rifiuti – è ampiamente disponibile.

Coloro che vivono vicino agli allevamenti di maiali si lamentano di odori soffocanti. Una donna ha detto che il suo bucato steso sulla linea è spesso macchiato di letame.

"Fondamentalmente stanno solo mettendo un tubo di scappamento e non ripulendo la fonte fondamentale dell'inquinamento – i rifiuti stessi", dice Longest. “Tutto ciò che viene rimosso dalla fattoria è il gas, lasciandosi dietro questi altri due flussi di rifiuti che devono essere affrontati. Questi sistemi sono stati progettati, in alcuni casi, 30 o 40 anni fa e sono stati autorizzati a continuare a funzionare in base a una clausola di salvaguardia in base ad alcune ipotesi che non sono mai state realmente testate”.

Il gas naturale rinnovabile potrebbe essere la prossima grande novità nell'energia verde? Per saperne di più.

Per chi, come Roberta McCalop, vive in prossimità degli allevamenti di suini, l'onere delle operazioni è sempre presente. Oltre agli odori soffocanti, minuscole particelle fecali provenienti dalle lagune e dalle operazioni di irrorazione dei campi inquinano l'aria; un residente che ha rifiutato di usare il suo nome si è lamentato del fatto che il suo bucato steso sulla linea è spesso macchiato di letame. L'azoto proveniente dalle fosse non foderate penetra nei corsi d'acqua e contribuisce all'inquinamento delle acque sotterranee e dei pozzi, aumentando la frequenza e l'intensità delle fioriture algali e dell'uccisione dei pesci.

I residenti sperimentano anche effetti sulla salute documentati. Uno studio condotto dal programma Environmental Health Scholars presso la Duke University School of Medicine ha scoperto che le comunità situate vicino ai CAFO di suini avevano una mortalità generale e infantile più elevata, nonché mortalità dovuta ad anemia, malattie renali, tubercolosi e setticemia. Le comunità hanno anche avuto ricoveri ospedalieri più elevati, visite al pronto soccorso e neonati di basso peso alla nascita.

Per decenni, coloro che vivono con gli odori pungenti, le mosche, le poiane, il traffico di camion e l'inquinamento hanno supplicato i regolatori statali e federali di rimuovere o mediare gli effetti pericolosi delle fosse dei rifiuti. Tuttavia, Smithfield non ha mai rispettato il suo accordo per sbarazzarsi della laguna e del sistema di campi di nebulizzazione. Un decennio fa, l'Assemblea generale della Carolina del Nord ha riconosciuto il danno causato da questo metodo e ha affermato che Smithfield deve impiegare una nuova tecnologia di gestione dei rifiuti per affrontare questi problemi. Lo stato ha fatto poco, se non nessuno, per garantire che Smithfield rispetti il ​​suo impegno.

CLICCA PER INGRANDIRE. Operazioni di alimentazione animale concentrate nella Carolina del Nord orientale.
Environmental Working Group / Waterkeeper Alliance

Nel 2014, i North Carolinians hanno intentato più di due dozzine di cause federali sul sistema di gestione dei rifiuti di Smithfield. Le giurie hanno assegnato ai querelanti quasi 550 milioni di dollari. Nel 2018, l'Assemblea generale controllata dai repubblicani ha annullato il veto del governatore Cooper e ha approvato una legge che limita tali danni.

"Il nostro obiettivo è garantire che tutte le operazioni agricole siano protette da azioni legali frivole", ha affermato all'epoca il senatore statale Brent Jackson, un repubblicano che rappresenta le contee di Duplin e Sampson. "A causa delle recenti sentenze giudiziarie, è diventato palesemente ovvio che il legislatore deve agire per chiarire le nostre intenzioni e correggere queste decisioni sbagliate".

Il verdetto è stato poi ridotto a 98 milioni di dollari.

Negli ultimi cinque anni, gli uragani Florence e Matthew, due eventi costieri "da 1.000 anni", non solo hanno ucciso dozzine di persone e annegato milioni di maiali e pollame, ma hanno anche allagato le lagune di rifiuti, più di 500 delle quali si trovano in piena pianure.

Hendrick del North Carolina Conservation Network ha osservato che il metano viene prodotto solo quando le lagune sono coperte per intrappolare il gas. Un rapporto della Colorado State University afferma che tappare le fosse aumenta i livelli di azoto nei rifiuti rimanenti fino a 3,5 volte, aumentando la minaccia per i corsi d'acqua vicini.

“Abbiamo visto troppe volte il peso politico di [the hog] dell'industria all'Assemblea generale della Carolina del Nord", afferma un avvocato.

Sherri White-Williamson, direttrice della politica di giustizia ambientale presso il North Carolina Conservation Network, è nata e cresciuta nella contea di Sampson e ha trascorso gli ultimi anni a informare i residenti dei numerosi oneri ambientali posti sui cittadini neri.

"Avrai questo lungo gasdotto che attraversa queste comunità e se dovesse accadere qualcosa, come un incendio o un'esplosione, la risposta alle emergenze non è attrezzata o preparata a rispondere", ha affermato White-Williamson. "Ho fatto sapere alla gente che avevano bisogno di dire al Dipartimento di Stato per la Qualità Ambientale di non permettere quella cosa perché non c'è nient'altro che gente di colore qui, e saranno danneggiati da quel casino!"

Durante il loro ciclo di vita, i suini vengono spostati dall'allevamento al parto fino alle strutture di allevamento. Successivamente vengono trasferiti nelle cosiddette strutture “grow-finish” fino a raggiungere il peso di mercato e vengono spediti al macello. I rifiuti vengono raccolti solo per il biogas negli impianti di finitura, che generano la maggior parte dei rifiuti e il potenziale per maggiori entrate dal biogas.

Cape Fear Riverkeeper Kemp Burdette ha trascorso più di un decennio cercando di proteggere il fiume Lower Cape Fear dagli scarichi inquinanti dei CAFO, che contengono azoto e fosforo, metalli pesanti e gas nocivi. "Abbiamo campionato i flussi che scorrono dal campo di nebulizzazione di quelle strutture", afferma Burdette. "Uno ha avuto livelli di batteri e sostanze nutritive così alti che è stato messo su [an] Elenco EPA dei corpi idrici così inquinati da non essere in grado di soddisfare i loro usi designati. È un indicatore del fatto che questi impianti di biogas hanno effetti reali e negativi sulla qualità dell'acqua".

Un laghetto di rifiuti ha traboccato e allagato questa operazione di maiale nel sud-est della Carolina del Nord durante l'uragano Florence nel settembre 2018.
Alan Cradick

Altre preoccupazioni per gli impianti di biogas includono la perdita di rifiuti durante il trasporto, la lavorazione e lo stoccaggio. Il progetto di autorizzazione all'aria dell'impianto di raccolta del biogas afferma che ogni anno emetterebbe 10 tonnellate di monossido di carbonio e 50 tonnellate di anidride solforosa, un composto chimico che può danneggiare il sistema respiratorio, peggiorare l'asma e contribuire alla formazione del particolato fine associato a un aumento del tasso di mortalità da COVID-19. Come altre contee orientali della Carolina del Nord, Duplin e Sampson hanno già sperimentato alcuni degli impatti più devastanti della pandemia nello stato.

La costruzione del gasdotto richiederà il taglio di terreni privati ​​che appartengono a persone come McCalop. Per aggirare l'opposizione dei proprietari terrieri, i repubblicani introdussero House Bill 271 per consentire alle aziende di utilizzare il dominio eminente. Il disegno di legge è passato alla Camera 101-17 il 29 marzo e ora passa alla commissione per il regolamento del Senato. Hendrick ritiene che questa nuova fornitura di domini eminenti aziendali sia già un fatto compiuto.

"Abbiamo visto troppe volte il peso politico di questo settore nell'Assemblea generale della Carolina del Nord, quindi se vogliono farlo, temo che potrebbero essere in grado di assicurarsi i voti", afferma Hendrick.

Come l'agricoltura industriale ha ostacolato le riforme degli allevamenti intensivi. Per saperne di più.

Il completamento del progetto di biogas di Grady Road era inizialmente previsto per l'estate del 2021, ma il rifiuto da parte di gruppi ambientalisti e residenti ha ritardato il processo di autorizzazione per quasi due anni. Il Dipartimento della qualità ambientale della Carolina del Nord ha rilasciato i permessi per l'impianto di biogas ad aprile. Il governatore Roy Cooper ha firmato il North Carolina Farm Act 2021 in legge l'8 luglio nonostante le obiezioni dei sostenitori dell'ambiente. Il disegno di legge include una disposizione per accelerare i futuri permessi di biogas senza alcun obbligo di partecipazione del pubblico, udienze pubbliche o commenti pubblici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui