Un maggiore accesso all’energia solare in Africa può stimolare lo sviluppo economico, ma ci sono dei rischi

66

L’obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite 7 aspira a garantire a tutti l’accesso a un’energia accessibile, affidabile, sostenibile e moderna entro il 2030. Ma in Africa, circa 600 milioni di persone continuano a vivere senza accesso all’elettricità. Cercando di raggiungere quante più di queste persone il più rapidamente possibile, i governi africani stanno firmando accordi con aziende straniere per fornire prodotti solari off-grid a milioni di famiglie.

L’azienda britannica Bboxx, ad esempio, ha un accordo con il governo della Repubblica Democratica del Congo per fornire sistemi solari domestici (SHS) a 10 milioni di cittadini entro il 2024. Gli SHS sono costituiti da uno o più pannelli, solitamente installati sui tetti delle famiglie, in grado di di fornire fino a 300 watt di potenza. Questo è sufficiente per alimentare laptop, televisori, luci a LED e, in alcuni modelli, frigoriferi e cucine.

Alla base di questo processo c’è la convinzione che un accesso ampliato all’energia solare off-grid possa guidare lo sviluppo economico rafforzando il reddito delle famiglie. Secondo l’African Energy Commission, il processo “solleverà centinaia di milioni di persone” dalla povertà.

Queste affermazioni resistono all’interrogatorio?

Aumento del reddito, aumento del rischio

In uno studio recente, Patrick Lehmann-Grube, un ricercatore indipendente, e io abbiamo esaminato 56 articoli incentrati su come l’accesso all’energia solare off-grid influisce sul reddito delle famiglie in Africa. Inizialmente, le prove disponibili sembrano fornire un forte supporto, con quasi tutti i documenti che hanno riscontrato un effetto positivo.

Ciò era in gran parte basato sulla scoperta che gli SHS consentivano alle bancarelle e ai chioschi locali di rimanere aperti più a lungo operando oltre il tramonto. Tipica la testimonianza di un venditore di frutta e verdura keniota. Dopo l’aggiunta di un SHS, ha riferito di essere in grado di aggiungere “altre due ore di trading ogni giorno”. In tutti gli studi, ore di lavoro aggiuntive hanno consentito al reddito familiare di aumentare di circa 20–40 sterline (17–33 sterline) al mese.

Maggiore capacità di autosfruttamento dei lavoratori

Gli studi esistenti generalmente citano orari di lavoro più lunghi come indicatore del progresso economico. Tuttavia, questa scoperta è ambigua poiché un aumento del reddito qui si ottiene attraverso una maggiore capacità di autosfruttamento. Dati i limiti fisici alla durata di una giornata lavorativa, questi aumenti osservati possono portare solo a un guadagno economico limitato.

Affinché lo sviluppo economico sia rafforzato e sostenuto, deve essere incorporato in un processo di aumento della produttività. Ciò dovrebbe essere ottenuto aumentando la produzione per unità di tempo di lavoro – non semplicemente attraverso persone che lavorano più ore o più persone che lavorano – e supportata da un’accumulazione di capitale.

Gli studi esistenti tendono a non concentrarsi su queste dimensioni, lasciando poco chiara la vera natura economicamente trasformativa dei prodotti solari off-grid. La bassa capacità energetica degli SHS dovrebbe, tuttavia, mettere in guardia contro ogni grande entusiasmo che possono generare un tale progresso economico trasformativo.

Guadagni a breve termine, perdite a lungo termine?

Lo spostamento della fornitura di energia tramite SHS dalla governance pubblica centralizzata verso un modello privatizzato ha in molti casi spostato anche l’onere finanziario della manutenzione sulle comunità locali. Diversi studi hanno rilevato che i costi di manutenzione per i prodotti solari off-grid spesso superano quelli che le famiglie e le comunità rurali possono permettersi.

Tuttavia, la maggior parte degli studi si concentra sull’impatto a breve termine, di solito entro un paio d’anni da quando una famiglia o un’azienda ottengono l’accesso al solare off-grid. I guadagni di reddito a breve termine si dimostreranno inutili in futuro, tuttavia, se le comunità non saranno in grado di garantire la manutenzione delle apparecchiature.

Diversi studi hanno anche documentato la recente introduzione di un modello pay-as-you-go. Il modello mira a estendere i prodotti solari a basso wattaggio alle famiglie africane rurali a basso reddito, che spesso non sono in grado di permettersi l’intero costo iniziale. Le aziende fotovoltaiche con pagamento in base al consumo stanno già iniziando a proporre ai propri clienti una gamma di altri prodotti, come pompe di irrigazione e leasing di elettrodomestici.

Ciò suscita un’ulteriore nota di preoccupazione, poiché gli studi sui servizi di tecnologia finanziaria (o fin-tech) hanno dimostrato la loro frequente associazione con l’aumento dell’indebitamento. L’indebitamento limita invece che liberare le famiglie, un processo difficilmente favorevole allo sviluppo economico.

Le mini reti solari sono in grado di alimentare intere comunità rurali o periferie urbane. Sebastian Noethlichs/Shutterstock

Il solare off-grid può ancora guidare lo sviluppo economico?

Una soluzione al limitato impatto economico di un maggiore accesso agli SHS sarebbe concentrarsi sulla fornitura di mini reti. In grado di alimentare intere comunità rurali o periferie urbane, la ricerca dimostra che supportano una gamma molto più ampia di attività, estendendosi all’uso produttivo e industriale.

Un’altra strada sarà attraverso lo sviluppo della capacità domestica nella progettazione e produzione di energia solare off-grid. Ciò comporta il potenziale per generare occupazione produttiva e contribuire a stimolare uno spostamento verso lo sviluppo industriale.

Qui, il Kenya è stato all’avanguardia grazie all’uso selettivo della politica industriale strategica. Molti altri paesi, come Nigeria, Etiopia, Tanzania e Ruanda, stanno cercando di seguire l’esempio.

Gli studi esistenti si sono dimostrati abili nell’identificare le famiglie che sembrano aver beneficiato finanziariamente dell’accesso all’energia solare off-grid attraverso un aumento del reddito. Ma sono stati meno in sintonia con gli aspetti negativi.

Accanto all’indebitamento crescente, questi includono i processi più generali di polarizzazione, emarginazione ed esclusione che inevitabilmente accompagnano qualsiasi processo di sviluppo economico capitalistico.

Se, come scrisse una volta l’economista brasiliano Celso Furtado, lo sviluppo capitalista è “un processo di rimodellamento delle relazioni sociali fondato sull’accumulazione”, la ricerca futura farebbe bene a concentrarsi su come le relazioni sociali vengono rimodellate dall’espansione solare off-grid – e con quali conseguenze .