Un'industria indonesiana è esplosa durante la pandemia: l'allevamento di alghe

0
8

Quando il COVID-19 ha colpito l'Indonesia, ha devastato industrie come la pesca.

Tuttavia, un settore è andato in controtendenza: l'allevamento di alghe.

La nostra ricerca mostra che l'allevamento di alghe in Indonesia è in piena espansione durante la pandemia.

Esiste una serie di possibili ragioni per questo cambiamento, comprese le condizioni ambientali, le pratiche agricole e gli impatti di COVID-19.

La resilienza dell'allevamento di alghe è importante dato lo status della nazione come il più grande produttore mondiale di alghe idrocolloidi. L'Indonesia produce i due terzi dell'offerta globale.

Queste alghe generalmente non vengono mangiate ma vengono vendute alle fabbriche per essere trasformate in una polvere utilizzata per addensare alimenti come il gelato.

Foto: Nas Moto / Unsplash.

Ricerca

Per un caso di studio della costa continentale di Pangkep nel Sud Sulawesi, abbiamo utilizzato le immagini satellitari ad alta risoluzione e ad alta frequenza recentemente disponibili dalla società statunitense di imaging della Terra PlanetLabs per mappare l'allevamento di alghe nel tempo.

Conversione di immagini satellitari in mappe di allevamenti di alghe.
La nostra ricerca

Sebbene Pangkep sia solo una reggenza che contribuisce all'industria delle alghe in Indonesia, la nostra metodologia fornisce approfondimenti sull'impatto di COVID-19. Questo approccio potrebbe essere ampliato per esplorare un'area più ampia.

Abbiamo mappato la produzione di alghe lungo la terraferma di Pangkep da aprile 2017 a dicembre 2020. La mappa rivela come cambia la produzione di alghe nel corso delle stagioni: quasi tutte le alghe vengono coltivate nella prima metà dell'anno.

L'area di alghe piantate lungo la costa continentale di Pangkep in ogni mese del 2018.
La nostra ricerca

Successivamente, abbiamo confrontato la produzione di alghe nel 2020 con gli anni precedenti per vedere se c'era una differenza significativa. Abbiamo riscontrato che la produzione di alghe tra maggio e settembre nel 2020 è stata molto più alta rispetto agli anni precedenti.

L'area sotto la produzione di alghe da maggio ad agosto 2020 è stata significativamente più alta rispetto agli anni precedenti.
La nostra ricerca

Le condizioni ambientali, le pratiche agricole locali e gli impatti economici del COVID-19, come interruzioni del commercio e perdita di posti di lavoro, possono aver contribuito a questa tendenza.

1. Condizioni ambientali

Una serie di fattori influenzano il tasso di crescita delle alghe. Questi includono la temperatura dell'acqua, la luce solare, la salinità, i nutrienti, i livelli di acidità, le dimensioni dei semi e il materiale genetico, la sedimentazione, i livelli di ossigeno nell'acqua e l'infezione della malattia.

Ad esempio, la salinità dell'oceano – la concentrazione di sale nell'acqua di mare – ha un effetto particolarmente forte sulla crescita delle alghe.

La salinità del Mar di Giava varia durante l'anno poiché le piogge monsoniche aumentano i flussi del fiume nell'oceano.

Di conseguenza, i diversi modelli di pioggia ogni anno possono aumentare o diminuire i tassi di crescita delle alghe. Gli agricoltori rispondono a questo modificando la loro produzione.

Area soggetta a produzione di alghe come vista sui dati satellitari mappati rispetto alle precipitazioni. La produzione è altamente stagionale e legata all'andamento delle precipitazioni.
Agenzia di meteorologia, climatologia e geofisica dell'Indonesia

2. Pratiche agricole

Il metodo di coltivazione può anche influenzare la quantità di alghe prodotte. Un fattore particolarmente importante è il modo in cui vengono propagate le colture.

Le alghe indonesiane vengono propagate clonalmente dalle talee.

Alcuni agricoltori lo fanno da soli, mentre altri acquistano talee da altri agricoltori o distributori.

L'accesso a semi di alta qualità è una sfida per l'industria. Alcuni agricoltori spendono più della metà del loro reddito agricolo di alghe in semi per il raccolto successivo.

I programmi governativi di assistenza agli agricoltori possono, quindi, avere un forte effetto sulla redditività della produzione di alghe.

Foto: Wolfgang Hasselmann / Unsplash

3. Gli impatti di COVID-19

Sebbene i fattori di cui sopra potrebbero essere responsabili dell'aumento della produzione di alghe, è probabile che gli effetti economici del COVID-19 siano almeno parzialmente responsabili del cambiamento.

Durante la pandemia del 2020, i prezzi delle alghe sono diminuiti del 27%.

Il prezzo di acquisto dei cottoni essiccati (Kappaphycus alvarezii) in Indonesia è diminuito in media del 27% da gennaio a dicembre 2020.
JaSuDa

Ciò suggerisce che gli agricoltori producono più alghe ma le vendono a un prezzo inferiore rispetto a prima della pandemia.

Perché dovrebbe essere così?

È probabile che, sebbene il COVID-19 abbia avuto un impatto su una serie di industrie in Indonesia, l'impatto sull'allevamento di alghe sia stato meno grave. Questo perché le alghe essiccate possono essere immagazzinate in modo relativamente facile, quindi è più resistente alle interruzioni della catena di approvvigionamento.

Ciò significa che, anche se i prezzi delle alghe sono inferiori rispetto a prima, l'industria potrebbe essere diventata ancora più desiderabile rispetto ad altri settori più gravemente colpiti.

Ad esempio, in alcune parti di Bali, ci sono stati enormi aumenti nella produzione di alghe a causa della perdita di posti di lavoro durante la pandemia.

Foto: Jarrad Horne / Unsplash.

Sebbene i dati satellitari da soli non siano in grado di fornire un quadro completo dei complessi effetti di sussistenza della pandemia sull'allevamento di alghe, ci avvertono di modelli e tendenze generali.

L'uso esteso del telerilevamento in aree più ampie, insieme alla ricerca sul campo per quanto possibile, può aiutare a monitorare la situazione dei fluidi.

Il progetto di ricerca interdisciplinare degli autori nel partenariato per la ricerca Australia-Indonesia si concentra sul miglioramento dei risultati dell'industria delle alghe indonesiane, con particolare attenzione alle Sulawesi meridionali. Per saperne di più su questo e sul lavoro dei gruppi di ricerca indonesiani e australiani sui giovani e la nuova linea ferroviaria, puoi leggere maggiori dettagli qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui