Verità, coraggio e soluzioni per la crisi climatica (recensione del libro)

0
54

Il mondo è un posto spaventoso e confuso in questi giorni. I nostri feed di notizie ci presentano un flusso costante di storie dell'orrore legate al clima su incendi, inondazioni, scioglimento dei ghiacci e siccità. Nonostante tutta questa copertura, è stata intrapresa un'azione minima per affrontarla. Nessun leader di governo sembra abbastanza spaventato da fare qualcosa di drastico. Crea una situazione in cui ci sentiamo scoraggiati e sopraffatti.

Cosa si dovrebbe fare? Come fa una persona a continuare ad arrancare senza perdere la speranza? Un suggerimento è quello di prendere una copia di una nuova antologia di saggi intitolata "All We Can Save: Truth, Courage, and Solutions for the Climate Crisis" (One World, 2020). A cura di Ayana Elizabeth Johnson, biologa marina ed esperta di politiche di Brooklyn, e della dott.ssa Katharine K. Wilkinson, autrice e insegnante di Atlanta, il libro è un bellissimo assemblaggio di 41 riflessioni sulla lotta per il clima, scritte da una donna tutta al femminile gruppo di scienziati, giornalisti, avvocati, politici, attivisti, innovatori e altro ancora.

Il titolo del libro è ispirato a una poesia di Adrienne Rich: "Il mio cuore è commosso da tutto ciò che non posso salvare: così tanto è stato distrutto / devo affidare il mio destino a coloro che età dopo età, perversamente / senza poteri straordinari, ricostituiscono il mondo."

I saggi e le poesie danno una voce tanto necessaria alle donne, che spesso mancano dal tavolo proverbiale quando si tratta di discussioni ad alto livello sulla crisi climatica. Dall'introduzione del libro:

"Le donne rimangono sottorappresentate nel governo, negli affari, nell'ingegneria e nella finanza; nella leadership esecutiva delle organizzazioni ambientali, nei negoziati sul clima delle Nazioni Unite e nella copertura mediatica della crisi; e nei sistemi legali che creano e sostengono il cambiamento. Ragazze e donne che guidano il clima ricevono un sostegno finanziario insufficiente e troppo poco credito. Ancora una volta, non sorprende, questa emarginazione è particolarmente vera per le donne del Sud del mondo, le donne rurali, le donne indigene e le donne di colore. Le voci pubbliche dominanti e i "decisori" autorizzati sulla crisi climatica continuare ad essere uomini bianchi ".

In risposta a questo, abbiamo bisogno di una leadership climatica femminile e femminista. Dove questo esiste, le leggi ambientali tendono ad essere più forti, i trattati ambientali più frequentemente ratificati, gli interventi di politica climatica più efficaci. "A livello nazionale, uno status politico e sociale più elevato per le donne è correlato a minori emissioni di carbonio e maggiore creazione di aree di terra protette". Includere più donne a tutti i livelli della leadership climatica significa iniziare ad ascoltare ciò che hanno da dire.

K Martinko

L'antologia è divisa in otto sezioni che affrontano diversi aspetti della crisi climatica, dalle strategie di advocacy alla riformulazione del problema al persistere di fronte alle sfide per nutrire il suolo. Include contributi dell'autore Naomi Klein, della direttrice delle campagne del Sierra Club Mary Anne Hitt, dell'attivista per il clima adolescente Alexandria Villaseñor, della coautrice del Green New Deal e direttrice delle politiche climatiche Rhiana Gunn-Wright e della scienziata dell'atmosfera Dr. Katharine Hayhoe, tra molti altri. Ognuno descrive una prospettiva diversa sulla lotta per salvare il nostro pianeta, con approcci e tattiche uniche che, messe insieme, raffigurano un'impressionante rete di persone, che fanno tutto il possibile per fare la differenza.

Sebbene ciascuno dei saggi e delle poesie abbia i suoi meriti, molti si sono distinti per me nella lettura. In "Come parlare dei cambiamenti climatici", ho apprezzato l'insistenza di Hayhoe nel trovare un terreno comune ogni volta che si parla con qualcuno della crisi climatica, soprattutto se non crede che sia reale. La crisi colpisce tutti in modi diversi, a seconda della loro posizione e dei loro interessi, quindi la chiave è trovare un luogo in cui entrambe le persone possano relazionarsi.

"Se sono sciatori, è importante sapere che il manto nevoso si sta riducendo con il caldo dei nostri inverni; forse vorrebbero saperne di più sul lavoro di un'organizzazione come Protect Our Winters, che sostiene l'azione per il clima. Se lo fanno" Essendo un birder, potrebbero aver notato come il cambiamento climatico sta alterando i modelli di migrazione degli uccelli; la National Audubon Society ha mappato le distribuzioni future per molte specie autoctone, mostrando quanto saranno radicalmente diverse da oggi ".

In "Wakanda non ha periferie", l'editorialista del New York Times Kendra Pierre-Louis offre una parola di cautela sulle storie che ci raccontiamo nei film e nei programmi TV. La nostra fissazione culturale sui racconti di devastazione ecologica inevitabilmente seguita sulla scia degli umani ci mette in contrasto con il nostro ambiente e rafforza pericolosamente l'idea che non c'è niente che possiamo fare per salvarlo.

"Le storie che raccontiamo su noi stessi e sul nostro posto nel mondo sono le materie prime da cui costruiamo la nostra esistenza. Oppure, per prendere in prestito dal narratore Kurt Vonnegut," Siamo ciò che fingiamo di essere, quindi dobbiamo stare molto attenti quello che fingiamo di essere. '"

La giornalista ambientale Amy Westervelt approfondisce la complessa questione della maternità in un mondo pieno di instabilità in un bellissimo pezzo intitolato "Mothering in an Age of Extinction". Di solito qualsiasi riferimento climatico alla genitorialità si riferisce al dibattito sulla crescita della popolazione, ma c'è molto di più in questo.

"Raramente sentiamo parlare di come le madri di oggi stiano elaborando il dolore climatico per due (o più) o di come il nostro panico potrebbe essere diretto all'azione. Parliamo dei giovani attivisti per il clima, ma raramente sentiamo i genitori che stanno aiutando e ispirando, il loro attivismo, alimentato dalla loro stessa disperazione per proteggere i propri figli dallo scenario peggiore. Sul clima, per la maggior parte, le madri sono una risorsa sprecata e non possiamo più permetterci di sprecare nulla ".

Westervelt suggerisce invece di abbracciare collettivamente la nozione di "maternità comunitaria", di fornire amore materno e guida a tutti i membri di una comunità mentre attraversa una crisi. Questo tipo di amore non è fatto esclusivamente dalle donne, anche se tradizionalmente lo è stato.

Ci sono solo alcuni esempi dei pezzi penetranti e ponderati di questa antologia. È stimolante vedere quanti modi diversi ci sono per farsi avanti, agire, scrollarsi di dosso il letargo che segue il ciclo delle notizie negative. E come sempre, usare le storie per trasmettere quel messaggio è più efficace dei semplici fatti scientifici.

Come ha detto l'editore Katharine Wilkinson in un'intervista al Washington Post, "Lo spazio climatico è stato così 'ho la scienza e ho la politica e te lo dirò e ti parlerò di te. ' E nessuno vuole andare a quella festa. Ad esempio, possiamo avere un invito per le persone a uscire dai margini e unirsi a questa squadra? Perché abbiamo bisogno di tutti ".

Puoi saperne di più su "All We Can Save" e ordinarlo qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui