180 in 100 giorni: costruire la resilienza

0
19

La resilienza è la capacità di un sistema di riprendersi da stress e disturbi mantenendo le sue funzioni essenziali, la struttura, i feedback e l'identità. A volte quello stress rientra nei limiti e nei cicli normali, come le maree o le stagioni. A volte è così estremo che il sistema non può assorbire e riprendersi da esso. Gli ecosistemi hanno tutti una certa resilienza naturale, alcuni ne hanno più di altri, ma gli stress che devono affrontare sono in continuo aumento, il che mette in pericolo tutti – fauna selvatica e comunità umane – che dipendono da loro. Il cambiamento climatico è lo stress finale, sconvolge i modelli naturali e intensifica gli impatti, poiché vediamo aumentare e allungare la siccità, cambiare le stagioni e gli eventi meteorologici estremi diventano più forti e più frequenti. Una delle nostre priorità in Defenders è aiutare a costruire la resilienza nelle terre e nei sistemi naturali, in modi che proteggono la fauna selvatica, l'habitat e i benefici che gli ecosistemi forniscono alle persone. Gli ecosistemi possono assorbire un po 'di stress ed essere più forti quando c'è connettività e spazio per crescere, e si presta attenzione a preservare e proteggere la ricca biodiversità e le complesse relazioni del mondo naturale.

Gary Peeples / USFWS

La resilienza non è solo una caratteristica degli ecosistemi, anche le persone sono resilienti, così come le nostre comunità e istituzioni. Molti degli eventi del 2020 hanno richiesto riserve di resilienza per far superare alle persone l'isolamento, la malattia, la chiusura di scuole, imprese e servizi, perdita di posti di lavoro, violenza razziale sistemica, disordini sociali e incertezza politica, che sono stati aggravati da disastri naturali alimentati dal clima come il recente congelamento profondo in tutto il Texas e nel sud. Nonostante queste sfide, continuiamo a lottare ed è incoraggiante vedere. Le persone, soprattutto i giovani, che hanno a che fare con profonda ansia e dolore per il clima e l'ambiente, stanno tuttavia lottando per il loro futuro. Almeno sei milioni di persone, guidate e ispirate dai giovani, si sono unite alle marce per il clima nel settembre 2019, protestando contro l'inazione dei governi di tutto il mondo. Il 2020 ha visto la sua quota di attivismo intorno alla giustizia sociale e razziale, rendendo chiaro che i nostri sistemi sociali e politici possono gestire un po 'di stress ed essere più forti per questo. Sappiamo che è necessario prestare attenzione per connetterci, per fare spazio a tutti e per proteggere e celebrare la diversità umana.

Megan Joyce / Difensori della fauna selvatica

I difensori hanno inviato all'amministrazione Biden-Harris un'agenda per la conservazione della fauna selvatica, un progetto per impegnarsi e investire nella conservazione come elemento centrale per la guarigione delle ferite della nazione e per affrontare le straordinarie sfide che dobbiamo affrontare nei decenni a venire. In questo programma di transizione, sosteniamo di investire nell'adattamento e nella resilienza per i sistemi naturali e la fauna selvatica della nostra nazione. Ciò deve includere affrontare le crisi climatiche e della biodiversità, rinvigorire la scienza e le nostre leggi e regolamenti ambientali fondamentali, salvaguardare la salute pubblica per evitare un'altra pandemia e ricostruire la competenza del governo federale. Chiediamo inoltre di affrontare le questioni razziali e di giustizia sociale, assicurando che i processi di governo siano aperti e trasparenti e che tutti abbiano un accesso equo e inclusivo alla natura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui