Acaro varroa: acari invasivi accusati della distruzione di colonie di api mellifere in Canada

62

Le colonie di api in Canada sono a rischio poiché quasi la metà della loro popolazione è scomparsa durante l’ultima stagione invernale del paese, che in genere va da dicembre a febbraio di ogni anno. Sebbene il caso sembri semplice, le autorità locali ritengono che ci sia un’altra ragione della loro riduzione della popolazione, gli acari della varroa.

L’indagine iniziale mostra che il suddetto declino della popolazione delle api è il più grande dagli ultimi due decenni, indicando la crescita esplosiva della popolazione di acari varroa nel paese nordamericano nel corso degli anni. La minacciata popolazione di api rappresenta anche un rischio per l’agricoltura del paese e per l’economia in generale.

Gli acari della varroa sono conosciuti come una specie invasiva di acari che predano principalmente le api, riducendo i loro corpi grassi e infine uccidendole. L’identificazione delle cause specifiche della perdita delle colonie di api non è ancora definitiva, tuttavia le recenti morti di api dimostrano che le ricerche precedenti che gli acari della varroa sono il principale colpevole delle morti invernali e post-invernali delle api in tutto il Canada.

Attualmente una minaccia crescente in Australia, gli acari invasivi sono considerati endemici nei paesi di Giappone, Corea e Thailandia. La loro presenza è stata segnalata anche negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Nuova Zelanda e in parti del Sud America e dell’Europa.

Morti invernali delle api

(Foto: Foto di PAUL J. RICHARDS/AFP via Getty Images)

L’ultima stagione invernale canadese ha visto l’annientamento del 46% delle colonie a livello nazionale. La provincia di Manitoba ha riportato le perdite più elevate al 57%; questo è seguito dall’Alberta che ha perso il 51% delle sue colonie e dalla Nuova Scozia è stata la meno colpita con solo il 15% delle sue colonie che sono morte.

Questi dati preliminari sono secondo il sondaggio di Ernesto Guzman, presidente della Canadian Association of Professional Apiculturists, citato dalla Canadian Broadcasting Corporation (CBC).

L’associazione degli apicoltori esamina gli apicoltori commerciali a livello nazionale.

Sebbene ci siano una serie di fattori che causano la morte delle api, secondo quanto riferito Guzman ha ipotizzato che gli acari della varroa fossero il fattore principale dietro le perdite delle colonie. Ha spiegato che le api mellifere prosperavano durante la stagione primaverile, che si verificava da marzo a maggio, a causa del clima caldo.

Tuttavia, le condizioni meteorologiche relativamente calme hanno permesso anche la crescita degli acari della varroa, portando la loro esplosione demografica a una cifra non specifica in questo momento.

Leggi anche: Peste parassitaria: le autorità impongono il blocco delle api nel sud-est dell’Australia per prevenire la diffusione di parassiti letali

Varroa acaro

Conosciuto anche scientificamente come varroa destructor, l’acaro parassitario esterno varroa è un problema non solo in Canada. Ciò è dovuto principalmente alla sua reputazione di “parassita più grave” per le api mellifere in tutto il mondo, secondo il Dipartimento delle industrie primarie del governo australiano.

Caratterizzati come un minuscolo animale dal colore rossastro e marrone, gli acari si attaccano alle api, infettandole con la malattia chiamata varroosi, che può essere letale per gli insetti alati se non trattata.

Tra l’ambiguità che circonda la morte delle api in Canada, uno studio di oltre un decennio fa dimostra il contrario che la colpa è degli acari della varroa.

La ricerca pubblicata sulla rivista Apidologie nel gennaio 2010 ha concluso che il varroa destructor è il principale responsabile della morte delle api mellifere e del loro declino demografico delle colonie di api mellifere svernate (Apis Mellifera) in Ontario, Canada.

Articolo correlato: Nuovo studio: le api mellifere sono protette dall’acaro varroa mediante l’allevamento selettivo

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.