Attacco di squalo: il nuotatore sopravvive a essere morso e scosso a Del Mar Beach, in California

40

Il 4 novembre a Del Mar Beach a San Diego, un appassionato nuotatore di 50 anni di nome Lyn Jutronich stava facendo una nuotata di routine quando è avvenuto l’attacco. La donna californiana è stata morsa e scossa da uno squalo durante l’attacco “come un cane”.

Jutronich ha affermato che mentre si stava rilassando nell’acqua, un oggetto enorme è improvvisamente sbattuto tra le sue gambe. Lo riconobbe subito come uno squalo.

Jutronik ha affermato di essere stata spinta dallo squalo. È stata spinta fuori dall’acqua e ha fatto male. Jutronich ha notato che le stava stringendo la gamba, ma non era sicura se avesse visto lo squalo morderle la gamba o se l’avesse visto solo dopo.

Secondo FOX News, lo squalo le ha afferrato la parte superiore della coscia destra e “come un cane” l’ha scossa una volta prima di lasciar andare la gamba.

Gli attacchi di squali senza preavviso sono incredibilmente rari. San Diego ha subito 20 attacchi di squali non provocati dal 1926, secondo l’International Shark Attack File del Florida Museum. Inoltre, è la parte della California in cui gli attacchi non provocati sono più comuni.

Possibilità di disturbo da stress post-traumatico

Jutronich, ex nuotatrice competitiva, ha detto che non era sicura se avrebbe mai nuotato di nuovo dopo quello che è successo.

Daryl McPhee, professore associato di scienze ambientali della Bond University, ha affermato che i morsi di squalo non provocati sono estremamente improbabili. In una spiaggia esposta, annegare è un evento molto più comune che essere morsi da uno squalo. Al momento, non è possibile determinare la specie che ha morso la vittima sulla base del rapporto della vittima.

Secondo la descrizione dell’incidente, la vittima è stata fortunata a fuggire con solo lievi ferite. Una delle principali cause di decessi causati da un morso di squalo non provocato è la possibilità di un’arteria principale recisa e la successiva perdita di sangue.

Come risultato degli effetti psicologici di un morso, McPhee consiglierebbe alla vittima di ricevere supporto psicologico. Questo perché il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) può derivare da un morso.

Leggi anche: Il grande squalo bianco disegna accidentalmente un autoritratto usando il tag GPS

Il morso dello squalo

Jutronich ha raccontato al suo compagno di nuoto ciò che era accaduto non appena è riuscita a riprendere fiato, spiegando che era stata morsa e che dovevano raggiungere la riva.

Quando hanno raggiunto la riva, i bagnini hanno fatto una chiamata di emergenza. Ha subito lacerazioni e ferite da puntura sulla gamba destra, che sono state curate in ospedale dopo essere stata portata lì.

Le autorità stanno aspettando che gli esperti confermino che lo squalo era, in realtà, un giovane grande squalo bianco. I giovani di grandi squali bianchi nuotano spesso nelle acque al largo di Del Mar.

L’incidente è ancora fresco nella mente di Jutronich, ha detto ai giornalisti del The Guardian.

Scambiato per Preda

Un caso di identità errata, in cui lo squalo scambia una persona per una preda, come una foca, è una delle principali teorie sul motivo per cui gli squali mordono gli umani, secondo Brianna Le Busque, una scienziata specializzata nel comportamento degli squali.

Soprattutto considerando l’affermazione della donna secondo cui lo squalo ha morso e rilasciato, probabilmente rendendosi conto che non era la preda designata. La probabilità che uno squalo scambi un essere umano per una preda può aumentare in determinate situazioni, come l’acqua poco limpida o la presenza di grandi banchi di pesci esca.

Al largo della costa della California si possono trovare circa 11 diverse specie di squali. Sebbene possano essere trovati in tutto lo stato, da San Diego a San Francisco, i grandi squali bianchi sono più comuni al largo della costa centrale, riferisce Newsweek.

Articolo correlato: “Angeli custodi” e delfini salvano il surfista australiano dal gigantesco squalo di 20 piedi

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.