Avvistamenti di tigri della Tasmania: il video della "famiglia" riaffiora online, può sfatare le teorie sull'estinzione?

20

1 marzo 2021 12:53 EST

Le foto di una famiglia di tigri della Tasmania che è stata a lungo attesa sono state rilasciate e l'uomo che le ha scattate dice di essere molto fiducioso che almeno una sia una tigre della Tasmania vivente (tilacino).

Un video è stato rilasciato la scorsa settimana da Neil Waters che prende in giro i fan sulle foto che ha dichiarato per dimostrare che gli animali estinti erano ancora vivi.

Ma il cacciatore di tigri Tassie dal sud dell'Australia, che ha registrato il video girando per la boscaglia nel nord della Tasmania, è stato chiuso in fretta, con il museo che ha stabilito che le foto erano probabilmente una delle numerose specie di wallaby, un pademelon.

Durante la visualizzazione delle immagini, l'unica foto in cui il signor Waters ha grande fiducia è tiger joey, che secondo gli esperti potrebbe essere un pademelon joey della Tasmania.

L'ultimo video del signor Waters mostra diverse interviste con "esperti" escludendo tutti i tipi di animali che potrebbero essere, uno di loro il pademelon, una delle specie di wallaby. Queste interviste includono giudici internazionali di mostre canine e feline, veterinari ed esperti di fauna selvatica, ma la maggior parte di loro sceglie di rimanere anonima.

(Foto: foto dalla raccolta della State Library of New South Wales su Foter.com)

LEGGI ANCHE: Incontro fatale: un giaguaro maschio ucciso accidentalmente una donna per "errore terribile"

Accordo di cinque veterinari

Il signor Waters dice che cinque veterinari concordano sul fatto che sembra un animale a quattro zampe e non un macropode che salta, e ci sono alcuni segni che è tutto tranne un pademelon.

Questi segni includono: il modo in cui si trova la coda, l'ampiezza dei piedi e quattro punte con artigli. L'animale ha anche piedi corti come una tigre della Tasmania accoppiati a garretti lucidi, con prova di strisce sulla coda.

Il signor Waters afferma che la testa è piuttosto ampia per un pademelon, quindi deve essere la testa di pademelon più boofest intorno. Il signor Waters ha fatto sapere che gli animali più grandi nelle immagini che sostiene essere il padre e la madre non stanno rivelando molto, affermando che il joey dice tutto.

"Ma perché diavolo una piccola tigre della Tasmania, che sono molto sicuro che questo animale sia certamente, dovrebbe accompagnare un pademelon ed essere accompagnato da un pademelon? Vengono fatte domande su questa strana rivelazione e qui abbiamo un carnivoro che collabora con due erbivori, qualcuno può spiegarmi perché continua a succedere, per favore? Mi piacerebbe capire ", chiede ai telespettatori.

(Foto: Danne)

Era probabile che gli animali fossero tilacini

Il curatore onorario di zoologia dei vertebrati presso il Museo e galleria d'arte della Tasmania, Nick Mooney, ha detto la scorsa settimana che gli animali erano molto probabilmente tilacini in base alle caratteristiche fisiche mostrate nelle foto.

Nel nuovo video, il signor Waters dice: "Con tutto il rispetto sono in conflitto con l'opinione di Nick Mooney e questo va bene. Va benissimo e mi incoraggia nel suo rapporto a ottenere quante più opinioni possibile perché la sua è solo una opinione."

Nel video viene citato un veterinario anziano ed ex presidente o RSPCA che afferma che c'è una probabilità dal 70 all'80% che l'animale sia un tilacino. Ritorna al piede dell'animale e chiede cos'altro potrebbe essere, con la maggior parte delle caratteristiche che sono chiaramente escluse.

Ma un "esperto" dice che avrebbe scommesso solo $ 50 sul fatto che fosse il famoso animale australiano, cosa che il signor Waters concorda alla fine della clip.

ARTICOLO CORRELATO: Tiger Stripes: modelli matematici spiegano pattern, orientamento

Per ulteriori notizie, aggiornamenti sulle tigri e argomenti simili, non dimenticare di seguire Nature World News!

© 2021 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.

© 2021 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.