Blocco COVID-19: la popolazione di cervi aumenta con il numero di morti che muoiono sulle autostrade americane

329

13 luglio 2020 18:40 EDT

Con il blocco della pandemia COVID-19, c'è stato un numero significativamente inferiore di uccisioni stradali di cervi, che in futuro può portare a più rischi per i cervi con il ritorno della normalizzazione.

Esiste un rischio reale quando si percorrono le autostrade rurali del paese dalla coda bianca. Gli incidenti stradali causati dall'incrocio dei cervi sono comuni. Tuttavia, con la chiusura della quarantena, vengono uccisi molti meno animali.

Secondo uno studio del Davis Road Ecology Center dell'Università della California pubblicato sul sito web dell'UCD Road Ecology Center, il numero di incidenti stradali è diminuito nel Maine, in California e in Idaho. Ha riferito che le uccisioni di animali da parte dei veicoli sono diminuite a marzo fino alla metà di aprile. Questo calo è stato un effetto diretto del minor numero di auto sulla strada, poiché il traffico negli Stati Uniti è diminuito del 73% durante il picco del blocco della pandemia, come riportato dal National Geographic.

Secondo il direttore del Road Ecology Center Fraser Shilling, il calo statisticamente significativo delle morti di animali nei tre stati era dovuto alla riduzione del traffico della scorsa primavera, che non si è verificata nei cinque anni precedenti in queste aree. Di solito, gli incidenti stradali aumentano anche durante la primavera.

Poiché si verifica una diminuzione del numero di incidenti stradali, durante l'autunno saranno presenti più cervi, a seconda della zona. Nelle contee con un numero solitamente elevato di cervi uccisi dai veicoli, ci sarebbe un aumento visibile del loro numero. Ma nelle contee tradizionalmente con poche collisioni di veicoli, potrebbe non esserci alcuna differenza evidente.

Michael Tonkovich, amministratore del programma per i cervi del Dipartimento delle risorse naturali dell'Ohio, afferma che ogni anno 22.000-25.000 cervi vengono uccisi da incidenti stradali; tuttavia, questi di solito si verificano da novembre a gennaio. Alcune dispersioni primaverili dei cervi si verificano a causa del fatto che i cervi e i bottoni trovano nuove gamme, ma il numero non è così alto come durante l'autunno.

Inoltre, gli incidenti stradali non sono una causa significativa della riduzione della popolazione dei cervi, anche durante gli anni precedenti al blocco. Secondo QDMA, i cacciatori sono noti per uccidere invece molti più cervi, con un numero di uccisioni di circa sei milioni. Circa 1,3 milioni di collisioni si sono verificate due anni fa, ma non tutti i cervi muoiono per le collisioni. Nel 2018 si sono verificate circa 1,3 milioni di collisioni tra cervi e veicoli.

In Pennsylvania, al di fuori della stagione di caccia, si osserva un alto tasso di sopravvivenza mensile nei whitetails, raggiungendo il 97% di sopravvivenza. Pertanto, secondo il capo della Pennsylvania Game Management Division Christopher Rosenberry, le mortalità dovute a collisioni di veicoli non influenzano in modo significativo le popolazioni di cervi. Al contrario, i cacciatori in Pennsylvania hanno ucciso 389.431 cervi solo nella passata stagione di caccia.

Con il perdurare delle distanze sociali, si verificherà una significativa diminuzione del traffico stradale fino all'autunno, e quindi si vedranno effetti più sostanziali sul numero di collisioni. Car and Driver affermano che la maggior parte delle collisioni si verifica a novembre, quando il bucks chase lo fa.

Ora, si prevede che i viaggi aumenteranno man mano che le restrizioni si attenuano. Resta da vedere quante collisioni si verificheranno perché, per molti mesi, le creature hanno iniziato ad abituarsi a minori interazioni e presenza umana. Quando gli esseri umani ricominciano a viaggiare sulla strada, gli incidenti stradali possono aumentare ancora una volta.

Secondo Tonkovich, questo è incerto, perché qualcosa come la pandemia COVID-19 non si è mai verificata prima. Quando la normalità ritorna, ipotizza che l'elevato numero di collisioni di veicoli con i cervi sarà di breve durata poiché i cervi si sentono rapidamente a disagio con la presenza dei cacciatori e, con le auto, pensa che il cervo si sentirà meno sicuro di attraversare la strada.

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.