Come regolare il livello di pH del tuo acquario

89

Comprendere il pH del tuo acquario è essenziale per mantenere l'acqua sana e, se sono necessarie regolazioni, ci sono semplici modi per qualsiasi custode dell'acquario per alterare in modo sicuro il pH generale senza stressare i pesci residenti.

Cos'è il pH?

Il pH è una misura dell'acidità dell'acqua. La scala del pH va da 1 a 14, con acqua completamente neutra che misura un pH di 7. Numeri inferiori indicano acqua più acida, mentre numeri più alti indicano acqua più alcalina o basica. Diverse sostanze chimiche disciolte nell'acqua, compresi i composti organici delle piante in decomposizione, gli avanzi di cibo o le feci dei pesci, influenzano il pH e modificano la neutralità dell'acqua.

Il cambiamento è essenziale?

Sebbene la maggior parte dei pesci d'acquario abbia un valore di pH consigliato per la migliore salute, sono in grado di tollerare un ampio intervallo di pH. Cambiamenti rapidi del pH, tuttavia, possono essere devastanti per pesci, piante e filtri biologici, sconvolgendo l'equilibrio dell'acquario e rendendo i pesci più suscettibili alle malattie. In generale, se i pesci sono sani e prosperano anche con un pH non ottimale, spesso è meglio evitare di alterare l'equilibrio chimico dell'acqua.

L'eccezione è per la deposizione delle uova di pesce. Gli appassionati di acquariofilia che intendono allevare i loro pesci dovranno prestare molta più attenzione al pH, poiché i pesci hanno una gamma molto più ristretta di valori di pH accettabili che facilitano la riproduzione. Gli avannotti tollerano anche meno valori di pH al di fuori del loro intervallo ottimale e avranno bisogno di un acquario più attentamente bilanciato per una sana maturazione.

Per modificare il pH

Se sono necessarie modifiche al pH, è importante testare l'acqua e apprendere qual è il valore corrente del pH, piuttosto che semplicemente un'indicazione generale del fatto che l'acqua sia acida o basica. Misurazioni precise del pH consentiranno regolazioni accurate invece di sottoporre i pesci a un ottovolante di cambiamenti.

Per abbassare il pH …

Se il pH è troppo alto, l'aggiunta di un pezzo di legno galleggiante al serbatoio o un sacchetto a rete di muschio di torba o foglie di mandorle al filtro aiuterà ad abbassare gradualmente il pH. Anche lasciare che le piante si decompongano leggermente prima di potarle può avere un piccolo effetto.

Per aumentare il pH …

I serbatoi con un valore di pH elevato possono beneficiare di calcare frantumato, una struttura di calcare, conchiglie frantumate o intere o uno scheletro di corallo aggiunto al serbatoio, o la crescita di microalghe può aiutare a riequilibrare l'acqua verso un pH più neutro.

Ognuno di questi metodi può portare a scolorimento dell'acqua, ed è consigliabile immergere le aggiunte in un contenitore separato di acqua del serbatoio per una o due settimane prima di aggiungerle all'acquario. Sono disponibili anche modificatori di pH chimico, ma non sono raccomandati per i principianti, poiché possono influenzare l'equilibrio di un acquario più rapidamente e possono portare a cambiamenti rapidi che mettono in pericolo i pesci. Se verranno utilizzati additivi chimici, tutte le istruzioni devono essere seguite attentamente e il serbatoio strettamente monitorato mentre si riequilibra.

La regolazione del pH di un acquario può essere una procedura delicata e non è sempre necessaria, ma quando i cambiamenti di pH sono desiderabili, ci sono modi per apportare quei cambiamenti senza minacciare i pesci o mettere a rischio la salute dell'acquario.