Cosa ci vorrà di più, chef di casa?

374

I consumatori di tutto il mondo chiedono maggiore trasparenza sulle fonti del loro cibo, in particolare per quanto riguarda il benessere degli animali. In risposta alla pressione pubblica, le aziende alimentari si stanno impegnando a fare meglio. Ma un’azienda ha completamente ignorato le richieste di elevare i propri standard: Home Chef.

Nel settembre 2020, Animal Equality ha lanciato una campagna rivolta a tre società di servizi di kit pasto per la mancanza di un impegno pubblico per un maggiore benessere degli animali nelle loro catene di approvvigionamento di pollame. Le società, che includono Gobble, Yumble e Home Chef, si sono tutte rifiutate di rivelare qualsiasi politica sul benessere dei polli a cui aderiscono o i cui standard non corrispondono a ciò che i loro clienti si aspetterebbero.

Con tipico allevamento di polli:

  • i polli vengono allevati per crescere a un ritmo allarmante e innaturale, causando deformità alle gambe, insufficienza d’organo e attacchi di cuore in questi uccellini;
  • ogni stormo, composto da decine di migliaia di uccelli, è tenuto in capannoni bui, senza finestre e non è in grado di svolgere comportamenti naturali;
  • i polli sono costretti a vivere nei propri rifiuti, con livelli di ammoniaca così concentrati che molti soffrono di dolorose ustioni chimiche;
  • gli uccelli al macello vengono violentemente incatenati a testa in giù e poi sgozzati, spesso mentre sono ancora coscienti.

IL PUBBLICO HA VOTATO: I visitatori della pagina della campagna, MealKitCruelty.com, hanno la possibilità di votare per quello che ritengono essere il peggior kit alimentare per animali, oltre a firmare petizioni per tutti e tre chiedendo che i dirigenti dell’azienda prendano sul serio il benessere degli animali. Dopo mesi di campagna elettorale, Home Chef è stato il chiaro “vincitore” del peggio del peggio.

PUBBLICITÀ INGANNEVOLE: Home Chef ha rilasciato dichiarazioni discutibili in merito al benessere degli animali, commercializzando prodotti di “alta qualità” e affermando di “rifornirsi in modo responsabile il più spesso possibile”. Eppure, senza una politica consolidata sul benessere dei polli, Molto probabilmente Home Chef sta permettendo alcune delle pratiche di allevamento industriale più crudeli nella loro catena di approvvigionamento di pollo.

NON DEVE ESSERE COSI’: Oltre 200 marchi negli Stati Uniti hanno adottato il Better Chicken Commitment, una serie completa di riforme del welfare che affrontano i peggiori abusi subiti dai polli negli allevamenti di oggi. Anche i principali concorrenti di Home Chef, tra cui Blue Apron, HelloFresh e Sun Basket, si sono fatti avanti e hanno posto fine alle pratiche più orribili.

UN ANNO DI INVITI ALL’AZIONE IGNORATO: Dopo un anno di implorazione che Home Chef elevi i propri standard, l’azienda sembra non essere più vicina a farlo. Centinaia di chiamate, e-mail, messaggi sui social media e altro sono semplicemente rimaste senza risposta.

Unisciti a noi nel sollecitare Home Chef – e il loro CEO, Pat Vihtelic – a fare meglio, per i suoi clienti e per gli animali nella sua catena di approvvigionamento, adottando il Better Chicken Commitment.

Firma la petizione su PatVihtelic.com.