Gli attrezzi da pesca uccidono lentamente un enorme coccodrillo in pericolo di estinzione in Belize

32

Dopo che un grosso coccodrillo in pericolo di estinzione è morto lentamente e dolorosamente a causa di un infortunio agli attrezzi da pesca, è stato scoperto che galleggiava a pancia in su.

Un pescatore locale in Belize ha trovato il coccodrillo di 11 piedi il 5 novembre nella laguna di Placencia. La Crocodile Research Coalition (CRC), un’organizzazione di conservazione senza scopo di lucro locale, è stata informata e ha scoperto che il rettile era morto da 48 a 72 ore prima a causa dell’ingestione di un amo innescato.

Morte lenta e agonizzante

È pratica diffusa per i pescatori optare per ami con esca per catturare la cernia, ma questo metodo di pesca è indiscriminato, il che significa che altri animali selvatici possono essere catturati e uccisi, secondo un post su Facebook del CRC. Il coccodrillo può subire una morte lenta e straziante se gli uncini perforano il suo stomaco e altri organi interni. Questo approccio è paragonabile alle reti da imbrocco.

Coccodrilli americani, in pericolo critico in Belize

Una delle più grandi specie di coccodrilli è il coccodrillo americano, che può raggiungere una lunghezza di 20 piedi e un peso di 2.000 libbre. Possono sopravvivere sia in acque salmastre che dolci e si trovano nelle lagune costiere, negli estuari dei fiumi e nelle paludi di mangrovie. Secondo il CRC, sono in grave pericolo di estinzione in Belize e sono elencati come vulnerabili a livello globale nella Lista rossa dell’Unione internazionale per la conservazione della natura.

A causa della perdita di habitat, della caccia illegale e dell’inquinamento, il Belize ha una popolazione molto piccola di coccodrilli americani geneticamente puri. La restante popolazione è in gran parte costituita da ibridi.

Secondo il National Geographic, esistono solo 1.000-2.000 coccodrilli americani in Messico, America centrale e Sud America. I dati del sondaggio sono fortemente limitati per tutti i loro habitat, ad eccezione della Florida. Solo 250 coccodrilli sono stati trovati in Belize al momento dell’indagine più recente, condotta nel 2000.

Quasi l’intero areale del coccodrillo americano nel Nord, Centro e Sud America è considerato a rischio, nonostante le recenti tendenze demografiche mostrino un aumento.

La maggior parte delle nazioni nel raggio d’azione del coccodrillo americano ha approvato leggi sulla protezione, ma purtroppo poche di esse sono effettivamente applicate.

Leggi anche: Alligatore lungo 10 piedi che ha seguito la famiglia per anni finalmente ucciso in Florida

Attività illegale

Marisa Tellez, specialista di coccodrilli e fondatrice di CRC, ha affermato che il caso più recente di ciò si è verificato nel 2019 utilizzando un amo innescato, come ha notato anche CRC nel loro post. La caccia al coccodrillo è vietata in Belize, ma è altamente improbabile che chiunque lo abbia fatto venga catturato.

Ha affermato che è comune sentire pescatori e cacciatori sostenere che le persone dell’Honduras e del Guatemala sono i principali responsabili delle attività illegali che si svolgono in quest’area.

Tellez ha aggiunto che non può essere provato in ogni caso, ma dato che pescatori e cacciatori dell’Honduras e del Guatemala sono spesso detenuti per aver interferito con la nostra fauna selvatica, non è improbabile che alcuni dei problemi nella laguna non siano originari del Belize. Tuttavia, sta arrivando anche un gran numero di immigrati che non sono a conoscenza delle leggi del Belize o che non condividono l’affinità dei Belize per il mondo naturale, riferisce Newsweek.

Articolo correlato: Coccodrillo da 1000 libbre, “dinosauro mangiatore di uomini” ucciso in Africa da US Hunter

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.