I 5 migliori animali che possono essere estinti nella nostra vita

51

Secondo gli scienziati, la Terra è nel mezzo della sua sesta grande estinzione, iniziata circa 15.000 anni fa.

Secondo Stacker, la World Wildlife Foundation (WWF) ritiene che le persone perdano 10.000 specie ogni anno in tutto il mondo, che è almeno 1.000 volte il suo tasso di mortalità ecologica, o il tasso di estinzione che si verifica senza il coinvolgimento umano.

Il tempo sulla Terra sta finendo per alcune specie. Gli esseri umani sono la minaccia più seria alla sopravvivenza delle specie in via di estinzione, con il bracconaggio, il degrado dell’habitat e gli effetti del cambiamento climatico che guidano molti dei problemi, secondo OneKindPlanet.

(Foto: BIJU BORO/AFP via Getty Images))

Ecco i primi 5 animali che potrebbero estinguersi all’interno della nostra generazione:

Lumaca di terra hawaiana (Achatinella fuscobasis)

L’Achatinella fuscobasis è una lumaca che respira aria che può essere trovata solo alle Hawaii, in particolare sull’isola di Oahu. Questa specie, nota anche come lumaca dell’albero di Oahu, è sempre stata in forte declino a causa della distruzione dell’habitat, della predazione e della raccolta eccessiva.

Un’altra specie di lumaca terrestre hawaiana, Achatinella apexfulva, si è estinta nel gennaio 2019 quando George, un singolo prigioniero dell’Università delle Hawaii presso l’allevamento di Manoa, è morto.

L’importanza che le lumache contribuiscono a un ecosistema è vasta e va dal nutrire i predatori e tenere sotto controllo le creature più in basso nella catena alimentare alla decomposizione di materiali organici come i funghi.

rinoceronti

Rinoceronte deriva dai termini greci Rhino e Ceros, che in inglese indicano il corno del naso.

Sfortunatamente, il bracconaggio per le loro corna insolite è la loro minaccia più seria. Sono utilizzati nella medicina tradizionale cinese e sono presentati come uno status symbol e un’esibizione di ricchezza.

Sono così preziosi che un chilogrammo di corno di rinoceronte di Giava può arrivare fino a $ 30.000 sul mercato illegale.

Di conseguenza, tre delle cinque specie di rinoceronte sono tra le più minacciate al mondo: il rinoceronte nero, il rinoceronte di Giava e il rinoceronte di Sumatra.

Il rinoceronte di Giava è il più a rischio, con solo 46-66 animali rimasti nel Parco nazionale indonesiano di Ujung Kulon.

Leggi di più: I 5 fenomeni naturali misteriosi che la scienza non può spiegare

Storione russo (Acipenser gueldenstaedtii)

Questo enorme pesce, che si è evoluto da specie preistoriche, è famoso per il suo caviale.

La pesca eccessiva nei suoi habitat nativi russi e iraniani, così come lo sviluppo delle dighe, hanno contribuito alla precipitosa riduzione della popolazione di storioni russi negli ultimi 45 anni.

La popolazione selvatica di tali specie potrebbe presto estinguersi a meno che non vengano adottate massicce misure di conservazione per ripopolarla organicamente.

Saola

La Saola è uno dei grandi animali più a rischio del pianeta.

È stato scoperto nella catena degli Annamite del Vietnam nel 1992 ed è stato annunciato come uno dei reperti zoologici più sorprendenti del ventesimo secolo.

La Saola è una specie rara e riservata conosciuta come l’unicorno asiatico.

È difficile ottenere stime sulla popolazione, tuttavia è considerato in pericolo di estinzione e uno dei più rari grandi animali terrestri del pianeta.

Lupo rosso (Canis rufus)

I lupi grigi hanno beneficiato di un vasto programma di reintroduzione, che avrebbe potuto salvarli dall’estinzione. I lupi rossi, d’altra parte, non sono così fortunati.

Si pensava che il lupo rosso, originario della Carolina del Nord, fosse estinto in natura fino a quando uno sforzo di reintroduzione nel 1987 non lo riportò indietro.

Sono rimasti meno di 50 lupi rossi adulti ora che si stanno riproducendo con i coyote. Ciò potrebbe non essere sufficiente per impedire loro di estinguersi un secondo tentativo.

Articolo correlato: Le 5 eruzioni vulcaniche più disastrose di sempre

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.