I biologi confermano che gli animali impiegano molteplici strategie di sopravvivenza al freddo

139

Le temperature di congelamento erano familiari per varie specie animali.

Essendo considerati una minaccia esterna, gli animali a sangue caldo sono stati studiati e si ritiene che conducano solo una delle tre strategie di sopravvivenza al freddo: torpore, resistenza o migrazione stagionale.

Tuttavia, un nuovo studio ha scoperto che gli animali non usano queste strategie in modo lineare, riconoscendo, pur contraddicendo, che la maggior parte dei biologi in passato ha trattato questi metodi solo in isolamento.

Invece, lo studio ha affermato che questi metodi possono essere impiegati in modo flessibile, aumentando una particolare strategia di sopravvivenza al freddo e riducendone altre o cambiando immediatamente avanti e indietro a seconda dell’entità delle basse temperature.

Temperature estreme

(Foto: KAISA SIREN/AFP via Getty Images)

In generale, gli animali hanno notevoli capacità di adattamento quando si tratta di vivere, anche negli ambienti più ostili.

In termini di temperature estreme, sia gli animali a sangue caldo che quelli a sangue freddo sopravvivono principalmente regolando la loro temperatura corporea, secondo l’American Chemical Society (ACS).

L’organizzazione ha menzionato che gli animali a sangue caldo come uccelli e mammiferi devono solo mantenere una temperatura interna costante e relativa.

L’ACS ha sottolineato che le temperature esterne non contano finché l’animale colpito mantiene la temperatura necessaria dall’ambiente esterno.

Come eccezione, il gruppo ha affermato che gli animali a sangue freddo richiedono meno energia per sopravvivere rispetto agli animali a sangue caldo.

Per i primi, hanno bisogno di calore esterno solo se vogliono attivare il loro metabolismo poiché ci sono determinate temperature in cui questo processo biologico non funzionerebbe.

Leggi anche: Survival 101: ecco 7 animali che possono sopravvivere a una guerra nucleare

Strategie di sopravvivenza al freddo

Il nuovo studio si è concentrato sul sangue caldo, che a sua volta è una strategia di resistenza al freddo utilizzata da uccelli e mammiferi.

Inoltre, si è scoperto che questi animali hanno la capacità di navigare tra le strategie di sopravvivenza al freddo menzionate, come citato da Phys.org.

Queste strategie sono le seguenti:

  • Torpore – uno stato biologico di ridotta attività fisiologica, caratterizzato da una riduzione della temperatura corporea e del tasso metabolico. I tipi più noti di torpore sono la dormienza e l’ibernazione. Gli animali a sangue caldo comunemente vanno in letargo per sopravvivere alla stagione invernale.
  • Resistenza – a differenza degli animali migratori, alcuni membri di una specie animale preferiscono rimanere nel loro habitat e resistere al freddo.
  • Migrazione stagionale: questa strategia è in particolare una delle strategie più dinamiche e mobili contro lo zero termico. Descritta come il movimento a lunga distanza da un luogo all’altro, la migrazione stagionale mira a evitare il freddo e cercare una regione con temperature più calde.

Call for Framework

Nel nuovo articolo pubblicato su Biology Letters mercoledì 4 maggio, Giorgia Auteri, dell’Università del Michigan – Dipartimento di Ecologia e Biologia Evolutiva e autrice dello studio, ha proposto un framework per concettualizzare e quantificare le strategie di sopravvivenza al freddo.

Simile a una formula tridimensionale (3D) oa un quadro teorico, Auteri voleva che la comunità scientifica, in particolare i biologi, trattasse queste strategie in uno spettro piuttosto che separatamente o su un semplice piano dimensionale.

In questo modo, gli scienziati potrebbero essere in grado di comprendere e mappare una narrazione su come ciascuna specie animale o altri membri nell’ordine gerarchico tassonomico si adattano alle temperature fredde o gelide, comprese quelle poste dal cambiamento climatico.

L’importanza dello studio deriva dal fatto che il cambiamento climatico continua a influenzare la frequenza e la tempistica dei modelli meteorologici in tutto il mondo, con le stagioni attuali che rischiano di essere modificate nel prossimo futuro.

Articolo correlato: Sicurezza invernale 101: consigli pratici per sopravvivere a una bufera di neve

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.