I criceti di proprietà dei portatori di Monkeypox dovrebbero essere isolati o uccisi

34

Secondo i funzionari sanitari europei, i criceti, i gerbilli e le cavie dei malati di vaiolo delle scimmie dovrebbero essere “preferibilmente separati” nei laboratori governativi.

(Foto: Libreria di immagini sulla salute pubblica del CDC)

Nel peggiore dei casi, se l’isolamento sorvegliato e test regolari non sono possibili, l’agenzia suggerisce un abbattimento come “ultima risorsa” per impedire permanentemente che la malattia si radichi nella regione.

Alla scoperta

Da quando il virus è stato inizialmente rilevato in Inghilterra all’inizio di maggio, sono stati rilevati 90 casi in tutto il Regno Unito, di cui 12 giovedì, con 344 casi sospetti o confermati registrati in più di 20 paesi a livello globale.

Questa settimana il Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC) ha emesso raccomandazioni esortando le persone affette da vaiolo delle scimmie e i loro stretti legami a stare lontano dai loro animali domestici, citando le preoccupazioni che il virus possa diffondersi in tutta Europa se si diffonde agli animali.

Incline alle malattie

I roditori domestici, come criceti, gerbilli, porcellini d’India e topi, sono i più vulnerabili poiché sono inclini alla malattia.

“Idealmente, i roditori da compagnia dovrebbero essere isolati in strutture monitorate, rispettando l’isolamento respiratorio (ad esempio un laboratorio) e le condizioni di benessere degli animali (ad esempio, strutture governative, canili o organizzazioni per il benessere degli animali) e testati (mediante PCR) per l’esposizione prima della quarantena finisce”, secondo l’ECDC.

Leggi anche: Gli scienziati fanno un doppio sforzo per trovare una possibile prossima pandemia, causata da altre malattie zoonotiche

Eutanasia

Gli esperti hanno notato che l’eutanasia dovrebbe essere utilizzata solo come ultima opzione quando il test e/o l’isolamento non sono possibili.

Quando il Covid-19 è passato ai visoni in Danimarca, milioni sono stati massacrati per impedire la diffusione del Sars-Cov-2.

Anche altri animali, come cani e gatti, dovrebbero essere tenuti in casa. Tuttavia, possono isolarsi a casa perché il pericolo di contrarre il virus è ridotto.

Misure precauzionarie

Secondo il Telegraph, il governo del Regno Unito emetterà una cautela simile nei prossimi giorni, consigliando alle vittime del vaiolo delle scimmie di stare lontano dagli animali.

Il serbatoio naturale di Monkeypox è sconosciuto, anche se gli specialisti ritengono che si tratti di roditori nell’Africa occidentale e centrale, dove la malattia è diffusa.

Due scoiattoli di corda, un topo gambiano e tre ghiri importati come animali domestici dal Ghana sono stati collegati a un’epidemia negli Stati Uniti nel 2003.

Le creature hanno infettato i vicini cani della prateria in un commercio all’ingrosso di animali domestici e i cani della prateria hanno ammalato 47 esseri umani in sei stati, spingendo l’America a vietare tutte le importazioni di roditori africani.

Sebbene il rischio che il vaiolo delle scimmie si diffonda dagli esseri umani agli animali domestici agli animali sia basso, il professor David Robertson del Glasgow Center for Virus Research ha dichiarato al Telegraph che si tratta di una “legittima preoccupazione”.

Stimolante

Se ciò accade, sarà difficile monitorare la trasmissione del virus, che potrebbe poi migrare dalla fauna selvatica all’uomo, causando epidemie ricorrenti.

“Attenzione a conigli e topi, poiché è probabile che vengano tenuti come animali domestici”, ha aggiunto il dottor Robertson, citando una ricerca del 1976 che ha scoperto che potrebbero contrarre il virus.

“Questo virus ha una vasta gamma di ospiti, che è sempre preoccupante in termini di capacità di stabilire una nuova specie ospite… sembrerebbe prudente monitorare tutti gli animali/animali domestici con cui gli individui malati entrano in contatto”, ha osservato.

Articolo correlato: Gli scienziati trovano il legame tra i cambiamenti climatici e la proliferazione di nuove malattie infettive

Per ulteriori notizie relative alla salute e alla medicina, non dimenticare di seguire Nature World News!

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.