I partner celebrano i miglioramenti BLM nella pianificazione delle energie rinnovabili

54

L’impegno dell’amministrazione Biden e del Congresso di espandere lo sviluppo delle energie rinnovabili sui terreni pubblici entro il 2025 per affrontare il cambiamento climatico, conservando allo stesso tempo il 30% delle terre pubbliche e dell’acqua entro il 2030, è un obiettivo ambizioso. Un’agenzia federale sta adottando un approccio intelligente per affrontare questa sfida.

La maggior parte degli sviluppi di energia rinnovabile a terra su terreni pubblici si trovano in aree gestite dal Bureau of Land Management (BLM), il più grande gestore federale del territorio. Il BLM ha il difficile compito di espandere i progetti di energia rinnovabile bilanciando l’obiettivo aggiuntivo della conservazione delle terre e dell’acqua. Anche se questo può sembrare difficile, non è impossibile, soprattutto per un’agenzia come la BLM che è abituata a gestire terreni per molteplici usi. L’agenzia sta bilanciando la mitigazione e la conservazione del clima utilizzando principi di pianificazione intelligenti sin dall’inizio.

Immagine

Krista Schlyer

Il nostro team di partner non governativi di Defenders of Wildlife, Nature Conservancy, Wilderness Society e Natural Resources Defense Council è orgoglioso di collaborare con il BLM e contribuire alla pianificazione intelligente dell’agenzia sin dall’inizio. Il nostro impegno iniziale con il BLM ha contribuito a informare il processo intelligente fin dall’inizio del BLM Southern Nevada District per la revisione e la definizione delle priorità di nuove applicazioni di progetti di energia rinnovabile su larga scala. Il BLM ha recentemente adottato il programma di definizione delle priorità dell’energia rinnovabile del Nevada meridionale a livello di agenzia attraverso lo screening iniziale e la definizione delle priorità per le applicazioni di energia solare ed eolica e il memorandum di istruzioni (IM).

Il GI dirige l’agenzia a dare priorità alle risorse del personale verso l’elaborazione di applicazioni di energia solare ed eolica ad alta priorità nelle aree designate di leasing (DLA). Il BLM considererà i progetti proposti al di fuori dei DLA come una priorità inferiore. Dare priorità ai progetti nei DLA e garantire che quelle aree siano prima costruite dimostra l’impegno del BLM a raggiungere 25 gigawatt di energia rinnovabile sui terreni pubblici entro il 2025, parte dell’ordine esecutivo del presidente Biden sulla lotta alla crisi climatica in patria e all’estero, in un modo che non mettere a repentaglio i valori delle risorse naturali e culturali che esistono nelle nostre terre federali.

Immagine

Jaina geme

Mettendo in pratica la nuova politica, il BLM ha recentemente aperto il DLA di 1.635 acri di Dry Lake East a nord-est di Las Vegas, Nevada, al leasing competitivo per nuovi progetti di energia solare. Il BLM ha precedentemente analizzato l’area per potenziali impatti sulle risorse e ha riscontrato che ha valori di conservazione competitivi inferiori rispetto ad altre località. Aprendo il DLA per le candidature alle offerte, l’agenzia sta dando la priorità allo sviluppo dell’energia solare su larga scala in aree con meno conflitti sociali e ambientali.

Questo approccio intelligente fin dall’inizio alla pianificazione delle energie rinnovabili evita nuovi disturbi nelle aree con valori di conservazione più elevati, una strategia fondamentale per il mantenimento di importanti habitat naturali, risorse culturali e opportunità ricreative. Il risultato è una vittoria per tutti per il clima e la conservazione, e Defenders è orgoglioso di aver giocato un ruolo.

Questo blog è stato scritto in collaborazione da Defenders of Wildlife, Nature Conservancy, Wilderness Society e Natural Resources Defense Council.