Il cane della famiglia Utah muore a seguito di gravi ferite causate da un attacco di cervo non provocato

53

In quello che è stato segnalato come un attacco di cervo non provocato, una famiglia dello Utah ha perso il proprio cane dopo che ha subito gravi ferite proprio fuori casa.

A Bountiful, nello Utah, un bassotto di 15 anni di nome Bella è stato calpestato da un cervo nel cortile del suo proprietario e in seguito è morto per le ferite riportate.

Lacey Randall, la proprietaria di Bella, ha affermato che lei e suo marito hanno sentito Bella urlare ripetutamente e piangere ripetutamente.

Quando la coppia è uscita per guardare, hanno scoperto che Bella è stata presa a calci e bloccata a terra dal cervo.

La mattina seguente, secondo Randall, Bella ha avuto problemi a camminare. Il cane urlava e si girava mentre la sua gamba si piegava fuori da sotto di lei.

Il veterinario ha suggerito che Bella fosse addormentata a causa della sua età avanzata e del difficile intervento chirurgico da cui avrebbe dovuto riprendersi.

Stagione di allevamento dei cervi

Faith Heaton Jolley, vice capo della sezione di sensibilizzazione del Dipartimento delle risorse naturali dello Utah, ha affermato che circa 120 persone all’anno negli Stati Uniti muoiono a causa di attacchi di cervi, un numero sorprendentemente alto.

Tuttavia, la maggior parte di queste morti è causata da incidenti stradali e altre cause indirette; gli attacchi diretti a persone o cani da parte di cervi sono estremamente rari.

Matt Ross, il direttore della conservazione della National Deer Association, ha affermato di non essere in grado di affermare in modo definitivo il motivo per cui il cervo specifico ha attaccato un animale domestico di famiglia.

Questa è la stagione riproduttiva dei cervi in ​​molte parti del paese, quindi potrebbero essere meno cauti mentre si concentrano sulla ricerca di compagni.

I cervi maschi possono impegnarsi in esibizioni dominanti e competere tra loro per i diritti di riproduzione come parte dei loro sforzi di riproduzione, e occasionalmente ciò si tradurrà in alterchi fisici che coinvolgono le loro corna.

Secondo Jolley, cervi e altri animali di grossa taglia, come alci e alci, possono diventare aggressivi per una serie di motivi, anche dopo il parto e anche durante la stagione riproduttiva, che inizia tra la fine di ottobre e le prime settimane di Dicembre.

Don Wagner, un manager dell’unità dei cervi del Penn State Deer Research Center, ha affermato che durante la “carreggiata” o il periodo in cui i vermi si riproducono, possono essere molto pericolosi.

A causa dei loro livelli di testosterone estremamente elevati, combatteranno contro quasi tutto ciò che sentono stia cercando di sfidarli.

Wagner ha spiegato che sebbene inizino spesso con le corna, useranno anche le zampe posteriori.

Secondo Wagner, un cervo selvatico è stato visto combattere diversi coyote per più di due ore su filmati di videosorveglianza presi dall’esterno della struttura.

Il cervo usava le sue corna o le zampe posteriori per proteggersi quando i coyote arrivavano a distanza ravvicinata.

Wagner credeva che il cervo fosse sopravvissuto alla prova, ma purtroppo l’incontro è proseguito al di fuori del campo visivo delle telecamere.

Tuttavia, i funzionari affermano che poiché il sesso e la specie del cervo sono entrambi sconosciuti, è quasi impossibile determinare il motivo per cui la fauna selvatica ha attaccato Bella.

Leggi anche: Colorado Hunter manca il colpo, subisce ferite dopo l’aggressivo attacco dell’alce

Sicurezza per gli animali domestici

Per prevenire attacchi come questi, Wagner e Jolley consigliano entrambi di tenere gli animali domestici all’interno e di ispezionare attentamente l’area circostante prima di lasciarli fuori da soli.

Wagner ha affermato che i proprietari di animali domestici dovrebbero dare un’occhiata alla zona prima di far uscire i loro cani per proteggere i loro animali domestici, in particolare se hanno cervi nelle vicinanze durante la stagione dell’addio al celibato primaverile o la stagione riproduttiva autunnale.

Inoltre, è una buona idea addestrare i propri cani a stare lontano dalla fauna selvatica.

Jolley ha ricordato che i cervi sono animali selvatici anche se non sono predatori.

Quando animali selvatici come il cervo mulo e altri perdono la paura degli umani o si abituano a vivere in città, può essere particolarmente pericoloso.

Durante il campeggio e le escursioni, le persone dovrebbero sempre tenere i propri cani al guinzaglio.

Dovrebbero anche tenerli all’interno all’alba e al tramonto, quando i cervi, così come altri animali selvatici, sono spesso più attivi.

Consentire ai cani di molestare o addirittura inseguire alci, cervi o alci è illegale nello Utah, ha riferito Newsweek.

Articolo correlato: Secondo uno studio, i cervi rossi tendono a diventare introversi man mano che invecchiano

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.