Il legame tra l'abbattimento dei pulcini e la falsa pubblicità

0
5

La scorsa settimana, Animal Equality ha lanciato una campagna per vietare la pratica dell'industria delle uova di uccidere pulcini maschi indesiderati. Per l'industria delle uova, le vite dei pulcini maschi sono inutili, perché non possono deporre le uova e sono la razza "sbagliata" per l'industria della carne di pollo. Quindi, vengono semplicemente uccisi. Vengono uccisi letteralmente gettati via e lasciati soffocare in sacchi della spazzatura o triturati vivi in ​​grandi macine.

PRATICA STANDARD: Nonostante la rapida crescita della disponibilità di tecnologia che consente ai produttori di determinare il sesso di ogni uovo fecondato prima che si sviluppi in un pulcino, la pratica viene ancora eseguita in quasi 100 percento delle catene di approvvigionamento nel settore della produzione di uova negli Stati Uniti. Ciò significa che anche le uova pubblicizzate come "umane" vengono prodotte utilizzando questa pratica altamente disumana. Nessun consumatore ragionevole si aspetterebbe di contribuire a questo tipo di crudeltà quando acquista uova commercializzate in questo modo.

Sebbene la pratica dell'abbattimento dei pulcini maschi sia attualmente legale in tutti i 50 stati, potrebbe comunque portare alla responsabilità legale per le aziende produttrici di uova. Ecco come:

"HUMANE-WASHING": I consumatori che acquistano uova propagandate come "umane" non ottengono ciò per cui pensano di pagare. Ciò solleva la questione del "lavaggio umano", una tattica di marketing in cui le aziende utilizzano parole o immagini che trasmettono un livello di cura e trattamento degli animali che non rappresenta la realtà. Esempi comuni sono l'uso di frasi come "di origine umana" o "American Humane Certified" o l'uso di immagini che raffigurano animali all'aperto in pascoli verdi.

APPLICAZIONE DELLA LEGGE SULLA FALSA PUBBLICITÀ: Sebbene non tutti i casi di lavaggio umano siano illegali, molti lo sono. Esistono leggi per proteggere i consumatori da pratiche di marketing ingannevoli, comprese affermazioni fuorvianti relative al benessere degli animali. Ad esempio, la Federal Trade Commission (l'agenzia che regola la pubblicità ingannevole) considera illegale un reclamo su un prodotto se "rischia di fuorviare un consumatore che agisce ragionevolmente nelle circostanze" e "è probabile che influenzi la condotta o la decisione del consumatore riguardo a un prodotto o servizio. "

Con questo test legale in mente, è illegale pubblicizzare le uova come "umane" se tali uova provengono da una catena di approvvigionamento che uccide abitualmente pulcini maschi? Sebbene questa particolare domanda non sia mai stata testata in tribunale, la risposta è probabilmente sì. Ecco perché:

  • Prima di tutto, il benessere degli animali coinvolti nella produzione alimentare è una questione importante per molti consumatori, specialmente quelli disposti a pagare un premio per i prodotti pubblicizzati come "umani". Le aziende lo sanno: è per questo che fanno affermazioni sul benessere degli animali in primo luogo! Pertanto, la prima parte del test legale – se un'indicazione sul benessere degli animali su un prodotto "può influenzare la condotta o la decisione del consumatore in merito a [that] prodotto "- è facilmente soddisfacente, perché l'affermazione" umano "rende i consumatori più propensi a decidere di acquistare il prodotto.
  • In secondo luogo, se un consumatore si aspetta ragionevolmente che la produzione di uova commercializzate come "umane" non comporti l'abbattimento di routine dei pulcini maschi nella catena di approvvigionamento, allora l'affermazione "rischia di fuorviare". Questa è la seconda parte del criterio che i tribunali applicano nei casi di falsa pubblicità.

ioNHUMANE E ILLEGALE: Mettendo tutto insieme, la commercializzazione delle uova come "umane" viola lo standard pubblicitario della Federal Trade Commission se tale affermazione può indurre i consumatori a credere ragionevolmente che i pulcini maschi non vengono abitualmente uccisi nella produzione di quelle uova (quando in realtà lo sono ) e tali consumatori, sulla base di tale errata convinzione, aumentano le probabilità di acquistare le uova. Questo è il tipo di situazione contro cui le leggi sulla pubblicità falsa sono progettate per proteggersi.

Al momento della stesura di questo documento, 7.423 persone hanno firmato la petizione di Animal Equality dichiarando di non considerare umana la pratica dell'abbattimento dei pulcini maschi e quindi non si aspetterebbero che questa pratica esista nella catena di approvvigionamento delle uova etichettate "umane".

COSA PUOI FARE: Se non l'hai già fatto, aggiungi il tuo nome all'elenco delle persone che chiedono il divieto di abbattimento di pulcini maschi e chiarisci che i consumatori ragionevoli non si aspettano che le uova prodotte con questo processo nella catena di produzione vengano pubblicizzate come "umane". "