Il programma Farm Bill affronta la biodiversità e le crisi climatiche della nazione

0
6

Il Conservation Stewardship Program

Essendo il più grande programma di conservazione delle terre di lavoro della nostra nazione, il Farm Bill's Conservation Stewardship Program (CSP), può e deve essere un vantaggio per la fauna selvatica. Ma i tagli al finanziamento del programma sotto l'amministrazione precedente hanno lasciato risorse limitate che gli agricoltori possono utilizzare per migliorare i loro sforzi di conservazione sulle terre che amministrano. Durante questi tempi incerti, gli agricoltori e gli allevatori della nostra nazione stanno affrontando sconvolgimenti dovuti a una pandemia, una guerra commerciale fallita, cambiamenti climatici, razzismo sistemico e ingiustizia ambientale e pressioni per vendere la loro terra ai costruttori. Ma questo programma aiuta a mantenere in funzione le terre di lavoro e il sostentamento degli agricoltori, fornendo allo stesso tempo un habitat cruciale per la fauna selvatica.

CSP è progettato per premiare gli agricoltori che applicano un'etica di conservazione in tutta la loro attività offrendo pagamenti quinquennali ai produttori che intraprendono pratiche di conservazione altamente benefiche nelle loro aziende agricole. Le pratiche altamente benefiche di CSP, chiamate miglioramenti, possono includere la creazione di habitat per le farfalle monarca, la protezione dei corridoi della fauna selvatica, il ripristino dei buffer delle foreste ripariali e l'installazione di recinzioni rispettose della fauna selvatica. Nell'anno fiscale 2019, oltre 450.000 acri avevano almeno una pratica di conservazione o miglioramento che ha beneficiato direttamente l'habitat della fauna selvatica. Ma anche i miglioramenti indiretti possono aiutare la fauna selvatica. Ad esempio, incoraggiare i produttori a utilizzare la gestione integrata dei parassiti (IPM) per ridurre l'uso di pesticidi, crea un ambiente più sicuro per uccelli e pesci. Molti miglioramenti del CSP aiutano gli agricoltori a implementare pratiche rispettose del clima, tra cui colture di copertura, no till, rotazioni delle colture che conservano le risorse, silvopasture e una migliore gestione dei nutrienti. Ogni ufficio NRCS statale identifica le prime otto preoccupazioni relative alle risorse nel proprio stato su 17 preoccupazioni relative alle risorse prioritarie.

Natalie Cochrane

CSP sotto attacco

Sfortunatamente, CSP è sotto attacco da parte di alcuni membri del Congresso e il programma ha subito battute d'arresto nel Farm Bill 2018. Nei loro tentativi di farla finita con il programma, quei membri hanno inclinato i finanziamenti verso il programma di incentivi per la qualità ambientale, privando CSP di oltre la metà dei suoi finanziamenti, abbassando così la linea di base per i legislatori su cui lavorare per il 2023 Farm Bill.

Ma organizzazioni come la National Sustainable Agriculture Coalition (NSAC) e Defenders of Wildlife hanno lavorato duramente per proteggere il programma e ha mantenuto i suoi componenti principali e alcuni miglioramenti politici. Guardando al futuro, abbiamo motivo di essere ottimisti. Durante la sua campagna, il Piano rurale del presidente Biden ha dichiarato che la sua amministrazione spingerà per "espandere e rafforzare notevolmente il pioniere del CSP" e garantire il pieno finanziamento federale per il programma. Il presidente Biden vede il CSP come un programma fondamentale per sostenere gli sforzi di adattamento climatico, mitigazione e resilienza di allevatori e allevatori, che completano il suo recente Ordine Esecutivo (EO) per conservare almeno il 30% delle terre e delle acque della nostra nazione entro il 2030. Processo interagenzia, dell'intero governo, rispecchiato nella risoluzione della Camera (H.Res.69) introdotta nel gennaio 2021 da Reps. Neguse (D-CO), Lowenthal (D-CA) e Huffman (D-CA) per redigere una strategia nazionale per la biodiversità. Stabilendo una strategia nazionale sulla biodiversità, possiamo concentrare il nostro impegno nell'affrontare la perdita di fauna selvatica e habitat e affrontare l'estinzione delle specie.

Brian Gratwicke

Con due terzi della terra nella Lower 48 di proprietà privata, molte specie elencate a livello federale e altre specie di interesse per la conservazione dipendono da terre private. Un recente studio pubblicato sulla rivista della Society for Conservation Biology ha concluso che le terre di lavoro necessitano di almeno il 20% di habitat nativo per sostenere la biodiversità e il contributo della natura alle persone. Per aiutare a raggiungere questo obiettivo, raccomandiamo al Congresso di migliorare i risultati di conservazione della fauna selvatica del CSP stabilendo pratiche, miglioramenti e pacchetti di mitigazione dei cambiamenti climatici, adattamento e resilienza per affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici sulla fauna selvatica.

La produzione agricola, la fauna selvatica e gli ecosistemi naturali sono minacciati dagli effetti del cambiamento climatico. Il cambiamento climatico riduce la capacità delle terre di lavoro di fornire servizi ecosistemici, come lo stoccaggio dell'acqua, l'impollinazione e il controllo dei parassiti. Raccomandiamo di aggiungere l'adattamento al clima, la mitigazione e la resilienza come preoccupazione per le risorse sviluppare ulteriormente la capacità di adattamento della fauna selvatica e dei terreni di lavoro mentre il clima continua a cambiare. Inoltre, Raccomandiamo di aggiungere il miglioramento della salute del suolo, il sequestro del carbonio, la riduzione delle emissioni di gas serra e il miglioramento dell'habitat e la connettività ai criteri per classificare le proposte per l'ingresso nel programma per migliorare la capacità del programma di affrontare le preoccupazioni della fauna selvatica e dei cambiamenti climatici.

Per affrontare le disuguaglianze storiche nell'accesso ai programmi Farm Bill, raccomandiamo inoltre di annullare le carenze della regola finale del CSP 2020 per garantire che gli agricoltori possano rinnovare i loro contratti senza penali; assicurarsi che lo strumento di classificazione attribuisca lo stesso peso alle pratiche di conservazione in corso e nuove per proteggere i migliori amministratori dall'essere svantaggiati nel garantire i contratti; proteggere l'opzione di pagamento minimo che sostiene i produttori su piccola scala, diversificati e biologici; e mantenere strumenti di classificazione separati per gli agricoltori principianti e gli agricoltori di colore.

Tom Koerner / USFWS

Difensori e NSAC sostengono l'impegno nei confronti del CSP

A breve termine, lavoreremo con il Natural Resources Conservation Service (NRCS) a livello nazionale per garantire che il programma sia amministrato in modo da avvantaggiare la fauna selvatica, sostenere gli agricoltori nell'affrontare il cambiamento climatico e sia accessibile a tutti. Lavoreremo anche a livello statale per garantire che le priorità della fauna selvatica locale guidino l'attuazione del programma sul campo. A lungo termine, lavoreremo con il Congresso durante la nuova autorizzazione del Farm Bill 2023 per aumentare i finanziamenti del programma, apportare modifiche alle politiche per migliorare l'accessibilità del programma e enfatizzare l'adattamento al clima, la mitigazione e la resilienza e massimizzare i suoi benefici per la fauna selvatica e le comunità rurali.

Non vediamo l'ora di lavorare con l'amministrazione Biden-Harris, il nuovo Congresso e i produttori per migliorare le regole, la legge e i finanziamenti di cui il programma ha bisogno per continuare a combattere la biodiversità del nostro pianeta e le crisi climatiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui