Immagini satellitari: monitoraggio della fauna selvatica in via di estinzione dallo spazio!

0
26

L'attivismo, la conservazione e le iniziative di conservazione della fauna selvatica sono notevolmente migliorate nel corso dei decenni.

I metodi moderni vengono semplificati per garantire che molte specie in via di estinzione la cui popolazione ha subito una flessione vivano sicuramente un altro giorno.

Tuttavia, nonostante tutte le misure adottate, molte specie sono ancora in pericolo ea rischio di estinzione. Per combattere la possibilità di estinzione, gli scienziati della conservazione della fauna selvatica hanno sviluppato un nuovo metodo per tenere traccia delle specie in via di estinzione da remoto. Questi ambientalisti hanno utilizzato l'ausilio di immagini satellitari.

(Foto: LionMountain su Pixabay)
Vista aerea della mandria di bufali selvatici

Il sistema, che utilizza immagini satellitari combinate con intelligenza artificiale (AI) di deep learning, ha la stessa precisione del conteggio manuale degli animali a terra o di aeroplani o droni a bassa quota.

Questo nuovo metodo potrebbe aiutare a migliorare il monitoraggio delle specie in via di estinzione in molti habitat in tutto il mondo.

I ricercatori degli istituti accademici del Regno Unito, l'Università di Bath e l'Università di Oxford, hanno lavorato insieme per concettualizzare e successivamente mettere in pratica questo progetto.

Il viaggio accademico congiunto ha portato alla creazione di un algoritmo informatico che analizza le immagini ad alta risoluzione catturate da vari satelliti per rilevare gli elefanti africani che camminano nelle praterie e nelle foreste dei loro habitat naturali.

Articolo correlato: estinzione della balena grigia e della farfalla monarca con popolazione in calo

Monitoraggio degli elefanti africani

La popolazione dell'elefante africano è diminuita e sta affrontando un continuo rapido declino nel secolo scorso.

Con solo da 40.000 a 50.000 membri della sua specie rimasti in natura, questi numeri sono solo una frazione di quanti erano quando le bestie giganti dominavano le terre africane.

Ci vorrà molto tempo per monitorare questi animali, soprattutto quando sono liberi in natura. A parte il dispendio di tempo, il conteggio manuale a terra e le indagini sugli aerei sono costosi.

Rispetto ai metodi tradizionali, i satelliti raccolgono oltre 1.900 miglia quadrate di immagini ogni pochi minuti.

L'uso dei satelliti accelera anche il processo eliminando il doppio conteggio a causa dell'algoritmo del computer che rimuove l'errore umano. Inoltre, riduce anche la logistica delle popolazioni di monitoraggio incrociato tra i confini internazionali.

Utilizzo di immagini satellitari ad altissima risoluzione e apprendimento profondo per rilevare e contare gli elefanti africani. "Dobbiamo sapere dove sono gli animali e quanti ce ne sono", ha aggiunto.

(Foto: MAXAR TECHNOLOGIES)
Elefanti nel bosco visti dallo spazio. I rettangoli verdi mostrano gli elefanti rilevati dall'algoritmo, i rettangoli rossi mostrano gli elefanti verificati dagli esseri umani.

Immagini satellitari

Il tentativo delle università britanniche non è stata la prima volta che gli scienziati hanno utilizzato le immagini satellitari per monitorare le popolazioni di animali selvatici.

Tuttavia, i tentativi precedenti erano strettamente limitati ad habitat e terreni omogenei. Rintracciare le popolazioni di balene nell'oceano è stato facile utilizzando questo metodo, ma il conteggio degli elefanti o di altre creature terrestri in diversi ecosistemi era particolarmente complicato per i precedenti mezzi di monitoraggio.

Ma, con l'attuale tentativo, ora potrebbero monitorare habitat eterogenei come savane e foreste. Ha migliorato il difetto del vecchio sistema in cui alberi e altri oggetti e terreni avrebbero ostacolato il tracciamento satellitare.

"La risoluzione delle immagini satellitari aumenta ogni due anni e con ogni aumento saremo in grado di vedere le cose più piccole in maggiore dettaglio", ha detto Isupova, aggiungendo: "Altri ricercatori sono riusciti a rilevare i nidi di albatro nero contro la neve. il contrasto del bianco e nero ha reso tutto più facile, ma ciò non cambia il fatto che un nido di albatro è un undicesimo delle dimensioni di un elefante ".

LEGGI ANCHE: Le scimmie indonesiane non si limitano a rubare, sanno quale oggetto è più costoso

Per ulteriori notizie sulla fauna selvatica, non dimenticare di seguire Nature World News!

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui