Inghilterra: i proprietari di animali domestici costringono a inserire microchip nei gatti o multa superiore a $ 600

0
58

23 dicembre 2020 04:48 EST

Il microchip per gatti in Inghilterra potrebbe presto essere implementato come obbligatorio per tutti i proprietari di animali domestici. Già nel prossimo anno, il governo inglese lo imporrà come requisito per il possesso di un animale domestico.

Il microchip per gatti deve essere impostato come requisito in Inghilterra

(Foto: foto di MIKHAIL VASILYEV su Unsplash)
Inghilterra: i proprietari di animali domestici costringono a inserire microchip nei gatti o multa superiore a $ 600

Mercoledì 23 dicembre, The Guardian e Telegraph UK hanno riferito che potrebbe esserci una nuova legge che aiuterà i proprietari di animali a ritrovare il loro animale smarrito.

Attraverso il processo chiamato microchip, in cui agli animali domestici verrà iniettato un microchip di dimensioni minuscole, gli animali domestici saranno presto tenuti a sottoporsi a questo processo o il proprietario potrebbe incorrere in una penale di £ 500 o circa $ 671.

Secondo il Dipartimento per l'ambiente, l'alimentazione e gli affari rurali (Defra), avevano già avviato una consultazione pubblica di otto settimane con tutti i proprietari di animali domestici, veterinari e membri della comunità per chiedere consiglio su questa decisione.

La misura proposta è stata approvata dalla maggior parte dei proprietari, al fine di evitare il furto o lo smarrimento del numero crescente di animali domestici in un'area.

Perché i gatti, non i cani?

Proprio come i gatti, anche il microchip per cani è un procedimento legale nel Regno Unito. Nel 2016, i proprietari di cani sono già tenuti nel Regno Unito a inserire il microchip nei loro cani o rischiano la pena. I proprietari hanno la possibilità di farlo entro 21 giorni o di pagare la multa.

Per questo motivo, gli esperti di animali pensano che sia meglio farlo anche sui gatti.

"Ci sono differenze tra cani e gatti che devono essere prese in considerazione prima di apportare modifiche alla legislazione, come il diverso status legale dei gatti, le loro abitudini di vagabondaggio e la questione dei gatti selvatici o 'gatti di comunità'. È anche vitale che i proprietari mantengano i loro dettagli di contatto aggiornati nel database ", afferma Lynne James, veterinaria di PDSA.

Microchip per gatti: è sicuro?

(Foto: foto di Pacto Visual su Unsplash)
Inghilterra: i proprietari di animali domestici costringono a inserire microchip nei gatti o multa superiore a $ 600

Vets4Pets ha affermato che il microchip per gatti è un modo sicuro per rintracciare gli animali domestici, una volta smarriti o rubati. Il microchip viene inserito sotto la pelle del gatto, tra le scapole e ha un modo indolore per iniettare il chip.

Il microchip è codificato con un numero univoco che può essere letto da uno scanner. Una volta che il gatto si perde o si trova in un veterinario o in un rifugio, è possibile accedere al database online, al fine di identificare il proprietario dell'animale.

L'agenzia chiarisce che il microchip in fase di installazione non registrerà nessuna informazione personale del proprietario. Pertanto, sicuro per gli animali domestici e la privacy degli utenti.

ARTICOLO CORRELATO: Cucciolo di lupo ben conservato di 57.000 anni trovato nel Permafrost del territorio dello Yukon in Canada

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui