Innovazione pronta per il lancio: Conservationist.io

0
5

Scott Flaherty / USFWS

Immagina di librarti in volo, in alto sopra la Terra, con l'apertura alare di quasi 3 metri (!) Essenziale per rimanere in volo per ore alla volta mentre cerchi cibo. Come condor della California, sai dove vivi – nello stato che porta il tuo nome, intorno al Grand Canyon e nello Utah – ma c'è una sfida. Le persone che aiutano a garantire la sopravvivenza della tua specie – biologi del US Fish and Wildlife Service, ricercatori nelle università, membri del pubblico interessato – devono sapere anche dove vivi. Per svolgere il proprio lavoro, devono setacciare diversi database, chiedere alle persone avvistamenti personali e trovare informazioni sparse su diverse fonti. Riunire tutte queste informazioni in modo che le persone possano collegare i punti, creare e concordare una mappa della gamma e concentrare gli sforzi di conservazione sulla protezione dell'habitat corretto è essenziale in modo che tu possa concentrarti sul tuo prossimo pasto.

I conservazionisti affrontano molte sfide complesse come capire dove vivono i condor, come monitorare l'habitat su larga scala e molto altro ancora. Il team del Center for Conservation Innovation (CCI) ha visto l'opportunità di aiutare riunendo molti degli strumenti di cui abbiamo bisogno in un'unica piattaforma: Conservationist.io, una piattaforma costruita da ambientalisti, per gli ambientalisti.

In CCI, lavoriamo per trovare soluzioni creative e pragmatiche alle sfide quotidiane utilizzando la scienza, la tecnologia e la politica. I problemi monumentali che stiamo cercando di affrontare, come la crisi della biodiversità e il cambiamento climatico, sono resi più difficili dal fatto che lavoriamo spesso con budget limitati e che i nostri progetti richiedono molti strumenti, set di dati e stakeholder diversi. Mettere insieme questi pezzi e le persone può essere un ostacolo di per sé e trovare modi per lavorare in modo più efficiente ed efficace può fare molto per raggiungere l'obiettivo finale di proteggere le specie e gli habitat in pericolo.

Difensori della fauna selvatica

Mostra CollabMapper in uso per la gamma del condor della California.

Conservationists.io ospita app pubbliche gratuite progettate per aiutare a risolvere sfide importanti, come la necessità di sapere dove vivono effettivamente le specie, quando le mappe di distanze diverse sono troppo spesso imprecise. Le protezioni devono essere applicate dove esiste la specie affinché le protezioni facciano del bene. Dati imprecisi possono anche creare costi e sforzi inutili quando le attività di conservazione sono dirette nei posti sbagliati. Abbiamo progettato Collaborative Mapper, una delle app di punta di Conservationist.io, per offrire alle persone un modo semplice e interattivo per collaborare allo sviluppo di mappe della gamma di specie. Significa che le persone possono modificare e perfezionare in modo interattivo i dati geospaziali senza inviare file avanti e indietro tramite e-mail o pen drive. Collaborative Mapper non solo può aiutare a garantire che tutti siano sulla stessa pagina nella comprensione della gamma per la conservazione del condor, Collaborative Mapper può essere utilizzato nella pianificazione della gestione delle foreste, nella progettazione delle riserve e altro … in qualsiasi luogo abbiamo bisogno che le persone si uniscano per mappare i luoghi che devono essere protetti.

Un altro collo di bottiglia comune nel lavoro di conservazione è il costo sostanziale e lo sforzo necessari per monitorare e applicare le migliaia di accordi di conservazione che proteggono le specie e gli habitat. Con budget limitati, questo spesso significa che questi accordi non vengono applicati e il vero stato delle aree protette rimane sconosciuto. Abbiamo costruito Habitat Patrol per aiutare gli ambientalisti a utilizzare immagini satellitari quasi in tempo reale per rilevare automaticamente i cambiamenti della copertura del suolo nelle aree di interesse. Storicamente, la modifica dei dati geospaziali e il monitoraggio del cambiamento della copertura del suolo con immagini satellitari avrebbero richiesto più software diversi, grandi set di dati e formazione e competenze specialistiche. Ora, gli ambientalisti con background diversi possono svolgere questi compiti in un unico luogo senza alcuna competenza o conoscenza specialistica. Non è difficile immaginare un numero qualsiasi di situazioni in cui entrambe le analisi farebbero parte di un unico progetto. L'US Fish and Wildlife Service controlla regolarmente lo stato delle popolazioni di fauna selvatica in pericolo e le loro minacce, inclusa la perdita di habitat. Con gli strumenti disponibili su Conservatonist.io, un utente può misurare la quantità di habitat persi all'interno della gamma di una specie e aggiornare quella gamma per riflettere tale perdita, nuove informazioni o correggere inesattezze storiche.

Bob Wick / BLM

Conservationist.io è nella sua versione beta, il che significa che la piattaforma è attiva e funzionante, ma aperta per ulteriori test e input iniziali per lo sviluppo. Il passaggio successivo consiste nel creare funzionalità che consentano agli utenti di combinare gli output di diversi strumenti in un'unica analisi o report. Questo è il vero potere della piattaforma: strumenti interoperabili in un unico posto. Abbiamo anche avviato lo sviluppo di due nuove app che affronteranno anche le esigenze ricorrenti nei flussi di lavoro dei progetti di conservazione. Puoi aiutarci a far crescere e migliorare Conservationist.io registrandoti come utente e partecipando a diverse attività di beta testing. Il tuo feedback aiuterà a garantire che Conservationist.io continui a essere costruito da e per gli ambientalisti. In tal modo, contribuirai a garantire che i condor possano volare liberi mentre quelli di noi a terra lavorano insieme per proteggere gli habitat che devono essere protetti.