La balenottera minore intrappolata nelle reti da pesca per 2 settimane chiama il soccorso

0
33

7 gennaio 2021 09:00 EST

Gli attivisti per i diritti degli animali stanno sollevando le loro preoccupazioni perché una balenottera minore è stata trovata intrappolata in una rete da pesca per più di due settimane!

Minke Whale intrappolata per due settimane

(Foto: foto di Igor Francetic)
Grey Whale, la cugina stretta della balenottera minore

Vicino alla costa di Taiji, una città giapponese nota per l'abbattimento annuale dei delfini, una balenottera minore che si dice abbia raggiunto almeno 4-5 metri è stata trovata sotto gli attacchi di una grande rete da pesca di dimensioni commerciali. Fonti dei media locali hanno riferito che sono stati fatti molti tentativi per salvare l'animale. Tuttavia, le sue dimensioni, insieme alle forti correnti di marea, sono ciò che rende particolarmente difficili i tentativi di liberarlo.

Nonostante i tentativi, gli attivisti giapponesi per i diritti degli animali esprimono la loro preoccupazione nei confronti dell'animale. Affermano che la balenottera minore dovrebbe essere liberata al più presto possibile perché temono che i pescatori locali possano massacrare l'animale una volta che l'attenzione dei media si sarà dissipata.

L'attivista giapponese per gli animali Ren Yabuki, direttore della campagna della Life Investigation Agency, che ha filmato la balena usando il suo drone ogni giorno da quando è stata intrappolata alla vigilia di Natale, ha affermato che l'autorità di pesca locale ha fatto un solo tentativo effettivo di liberare l'animale. Ha affermato che potrebbe implicare che la gente del posto non fosse preoccupata se la balenottera minore sarebbe stata rilasciata o meno.

"È difficile guidare la balena fuori dalle reti e loro non vogliono rimuovere le reti poiché ciò interromperebbe la pesca e permetterebbe a un gran numero di pesci di scappare, quindi la mia sensazione è che lo uccideranno, "ha detto Yabuki.

Ha affermato che i pescatori sarebbero stati in grado di vendere la carne della balena di visone dopo aver prelevato un campione di DNA da essa.

La balena ha mostrato segni di angoscia e se la gente del posto non l'avesse uccisa per prima, alla fine sarebbe morta da sola a causa della fame estrema. Yabuki ha affermato che permettere alla balena di morire di fame sarebbe la fine peggiore possibile per la sua vita. Questo se i subacquei locali non l'hanno ancora lanciato per primi.

Alcuni hanno considerato l'accusa di Yabuki secondo cui la gente del posto avrebbe fatto di tutto per massacrare l'animale intrappolato come una reazione eccessiva. Tuttavia, questo non è il caso. È probabile che la gente del posto lo farebbe davvero perché la città è nota per organizzare una caccia annuale ai delfini.

Articolo correlato: La Cina applica il divieto di pesca di 10 anni per salvare la focena senza pinne dello Yangtze

Caccia ai delfini di Taiji

L'annuale caccia ai delfini è un evento a Taiji in cui un gruppo selezionato di subacquei si immerge nell'oceano e guida i delfini e altri cetacei (inclusa la balenottera minore) in una piccola baia dove vengono catturati per il commercio o uccisi per il loro carni. Taiji è l'unica città del Giappone in cui si pratica ancora la caccia in auto su larga scala.

Questo è completamente legale in Giappone sotto una quota implementata dal governo. Il governo giapponese consente alla città di cacciare oltre 2.000 cetacei da macellare. I rapporti hanno affermato che circa 22.000 cetacei vengono uccisi ogni anno dalla caccia subacquea.

Nonostante le critiche di vari gruppi per i diritti degli animali, i residenti partecipano attivamente a questo evento in quanto fornisce entrate per la gente del posto.

Leggi anche: [VIRAL VIDEO] Il produttore di Baby Shark pubblica una nuova canzone che promuove la plastica monouso

Per ulteriori notizie e informazioni sugli animali, non dimenticare di seguire Nature World News

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui