La tartaruga caretta nella costa spagnola della spiaggia trasporta 131 uova in una sola covata, altre arriveranno per i prossimi 15 giorni

65

Gli esperti di fauna selvatica sono rimasti sorpresi quando una tartaruga caretta caretta su una spiaggia costiera spagnola ha deposto ben 131 uova in una singola covata.

Esperti di tartarughe e volontari hanno aiutato la tartaruga a deporre le uova nel nido poco profondo che aveva scavato sulla spiaggia di Les Ortigues a Guardamar del Segura, nel sud di Valencia, come si vede nel filmato della storica nascita. La tartaruga era stata dotata di un trasmettitore GPS prima della nascita.

La tartaruga caretta viene quindi riportata in mare, ovviamente esausta. Quando entra in acqua, una folla felice la applaude mentre naviga sulla risacca.

Secondo il sindaco di Valencia Jose Luis Saez, la tartaruga, a cui è collegato un trasmettitore satellitare GPS in modo che gli esperti possano monitorarla, ha scavato un piccolo nido prima di deporre il record di 131 uova.

La tartaruga è stata esaminata da esperti prima di essere rimessa in mare, secondo Saez, che ha aggiunto che il video è stato girato da un impiegato comunale locale.

78 x 71 centimetri, o circa 30,7 pollici per 27,9 pollici, o una tartaruga caretta caretta con 131 uova è stata scoperta questa mattina sulla spiaggia di Les Ortigues a Guardamar, secondo Saez, che ha detto che l’incidente è avvenuto martedì mattina.

Katherine la tartaruga caretta

L’esemplare, ha proseguito Saez, era parzialmente ricoperto di sabbia. Gli specialisti di L’Oceanografic insieme agli esperti dell’Università di Valencia hanno collegato ad esso un localizzatore GPS. In modo simile, è stata condotta una revisione e i risultati hanno mostrato che era in ottima salute.

Probabilmente ricomincerà a deporre le uova in circa 15 giorni, secondo un’ecografia eseguita dagli esperti. Questo evento di deposizione delle uova è il più grande che la Comunità Valenciana abbia mai visto.

Secondo Saez, è stata rimessa in acqua alle 14:30 e le è stato dato il nome di “Katherine” in onore di una promettente giovane biologa marina americana scomparsa di recente.

L’Oceanografico

Per incubare le 131 uova e produrre quanti più piccoli possibile, sono state trasportate a L’Oceanografic.

A Valencia c’è un oceanario chiamato L’Oceanografic. Sostiene di essere il più grande acquario d’Europa e ha una capacità fino a 45.000 esseri viventi di 500 specie diverse, riferisce Newsweek.

Leggi anche: Tartarughe Liuto: Hatchlings the Roam the Shores

tartarughe caretta

Nella Lista rossa delle specie minacciate gestita dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), le tartarughe caretta (Caretta caretta) sono classificate come vulnerabili.

Le principali minacce alla loro sopravvivenza sono l’inquinamento da plastica, gli attrezzi da pesca artificiali, la distruzione e l’invasione dell’habitat umano, nonché i sistemi di illuminazione artificiale che li dissuadono dal nidificare e rendono difficile per i loro piccoli trovare la strada verso il bordo dell’acqua.

Secondo il World Wildlife Fund, le grandi teste delle tartarughe caretta supportano forti muscoli della mascella che consentono loro di macinare prede dal guscio duro come ricci di mare e vongole. In particolare rispetto ad altre tartarughe marine, è molto meno probabile che vengano uccise per la loro carne o il loro guscio. Poiché le tartarughe caretta interagiscono frequentemente con la pesca, le catture accessorie o la cattura involontaria di creature marine nell’attrezzatura da pesca, è un problema significativo per loro.

Articolo correlato: tartaruga marina caretta colpita e uccisa da un’auto, ma 70 uova salvate dai ricercatori

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.