La vita di un pollo

272

Un pollo in rapida crescita in un allevamento intensivo sperimenta la nascita e la morte in un arco di sole cinque settimane.

Ogni anno oltre 60 miliardi di polli vengono uccisi per la loro carne. È otto volte la popolazione umana, il che li rende l’animale più consumato al mondo.

L’industria alimentare promuove da decenni la carne di pollo. Ma, poiché il consumo è cresciuto in tutto il mondo, l’industria dell’agricoltura animale ha cercato nuovi modi per ridurre al minimo i costi e aumentare i profitti. Il modo principale in cui hanno raggiunto questo obiettivo è confinare i polli in fattorie sovraffollate per risparmiare spazio.

Ma questo non era abbastanza per loro.

Quindi l’industria ha iniziato ad allevare polli selettivamente negli Stati Uniti 50 anni fa per raggiungere ulteriormente il loro obiettivo. Di conseguenza, la maggior parte dei polli che esistono oggi sono il risultato di generazioni di allevamento. Sono conosciuti come polli a crescita rapida perché sono allevati per crescere il più rapidamente possibile.

Più velocemente un pollo raggiunge il suo “peso da macello”, meno soldi l’industria deve spendere per cibo, spazio e altri costi associati all’allevamento di un animale.

Nel tempo, il tasso di crescita di un pollo in rapida crescita è aumentato enormemente.

Nel 1925, un pollo avrebbe raggiunto un peso di tre libbre in 112 giorni di vita. Entro il 2019, un pollo raggiungerebbe quasi quattro libbre di peso in circa 45-48 giorni di vita.

Secondo l’Università dell’Arkansas, se gli esseri umani crescessero alla stessa velocità, avremmo bambini che pesano 600 libbre due mesi dopo la nascita!

Mentre l’industria della carne può trarre vantaggio dai polli in rapida crescita, gli animali pagano il prezzo più alto. La cosa più importante che puoi fare per aiutarli è tenere i polli e altri animali fuori dal piatto e scegliere deliziose opzioni a base vegetale.

Di seguito troverai la storia di un pollo in rapida crescita, raccontata dal primo giorno in cui è nato.

Settimana 1 (6 once)

Sono nato in un incubatoio, dove le uova si schiudono artificialmente e in gran numero.

Se potessimo raggiungere l’età riproduttiva, i polli come me non sarebbero in grado di accoppiarsi naturalmente perché siamo stati allevati per crescere fino a una taglia così grande.

Non potrò vedere mia madre o ricevere cure da lei quando ne avrò bisogno.

Quando ho solo un giorno, vengo afferrato da mani incuranti che spruzzano sulle mie piume uno spray rosa. Lo spray è un vaccino e il primo di molti farmaci che riceverò nelle prossime settimane.

Successivamente, vengo gettato su un nastro trasportatore. Alcuni polli appena nati sono caduti dal nastro trasportatore e non vengono ripresi. Li guardo da dove sono e alcuni sono schiacciati dalle persone che lavorano qui. Ho tanta paura che la stessa cosa accada a me.

Invece, vengo messo su un camion che porterà me e molte altre ragazze in un capannone dove vivrò per il resto della mia breve vita.

Il camion è rumoroso e ho paura.

Per fortuna, arrivo tutto intero al capannone e, per un momento, posso ritenermi fortunato per questo. È un posto davvero affollato, ed è così rumoroso. Ancora non so che non vedrò mai la luce del sole.

Continuo a cercare il calore materno, ma non riesco a trovarlo.

Ci sono migliaia di ragazze con me, ma ci sono pochissime persone qui.

Ci sono luci artificiali luminose che raramente vengono spente.

Vorrei riposare gli occhi e dormire per più di qualche minuto, ma è impossibile con questa luce e il suono dei cinguettii dei pulcini intorno a me. È normale sentirsi sempre così stanchi?

Anche la brezza che sento sul viso non è naturale. I fan giganti stanno ventilando la stanza, ma l’aria rimane a malapena respirabile.

Vivrò qui per sempre?

Non c’è un filo d’erba sotto i miei piedi. Invece, ci sono tutti gli escrementi prodotti dai miei coinquilini e da me. Nessuno viene a pulire il pavimento.

Alcuni dei miei coinquilini faticano a respirare a causa dell’ammoniaca e hanno iniziato a perdere le piume.

Succederà anche a me?

Settimana 2 (1 sterlina)

Mi sento sempre più debole. Sono pressato in uno spazio più piccolo, l’aria è diventata ancora più irrespirabile e la luce mi dà la sensazione di non aver dormito bene.

Ma non è tutto. Mi sento più pesante e faccio fatica a muovermi.

Mi sento come se avessi improvvisamente guadagnato una quantità innaturale di peso. Come ha fatto il mio corpo a crescere così velocemente?

Mentre sono confinato in questo posto orribile, sogno tutto ciò che non ho. Sogno mia madre, uno spazio libero per graffiare, un terreno pulito e asciutto per fare i miei bagni di sabbia e un posto tutto per me per appollaiarmi all’aperto.

Guardo i miei coinquilini e molti di loro sono feriti. Alcuni hanno ustioni sulla pelle causate dal terreno imbevuto di urina. Altri sembrano rassegnati a non muoversi più ea fissare il vuoto.

Mi fa così male vederli soffrire così. Ma sono completamente impotente e temo che non passerà molto tempo prima di trovarmi nelle stesse condizioni.

Settimana 3 (da 1,7 a 1,9 libbre)

Ogni giorno, man mano che divento più pesante, mi avvicino sempre di più alla mia fine.

Ho già accumulato così tanto peso che faccio fatica ad alzarmi da terra. Riesco a malapena a procurarmi acqua e cibo. Le mie gambe non sono normali. Ogni volta che voglio bere o mangiare, ci vuole così tanta energia solo per alzarmi dal pavimento.

L’approvvigionamento di acqua e cibo è completamente automatizzato e per alcuni degli altri pulcini, questa è la causa della loro morte.

Gli abbeveratoi e le mangiatoie sono posti ad un’altezza che alcuni pulcini non possono raggiungere. Vengono deliberatamente privati ​​di acqua e cibo perché considerati troppo piccoli per raggiungere il peso necessario per essere venduti come carne.

Anche i miei piedi iniziano a piegarsi sotto il peso del mio corpo.

Alcuni dei miei coinquilini si ammalano così tanto che non riescono nemmeno a sopravvivere abbastanza a lungo da essere massacrati. Stamattina ho contato decine di cadaveri.

I loro cuori improvvisamente smettono di farli crollare e non si rialzano mai più.

Ho appena visto uno dei miei amici morire in questo modo. Mi sono avvicinato a lui per dargli un po’ di affetto e calore, ma non è servito a niente.

Stiamo soffrendo, ma non stiamo ricevendo alcuna assistenza veterinaria. Ho sentito dire che è troppo costoso e che le nostre vite valgono troppo poco.

Settimana 4 (da 2,8 a 3,1 libbre)

Molte persone pensano che io sia un animale poco intelligente, ma non è vero.

Una delle cose che so fare eccezionalmente bene è ricordare. Ricordo chiaramente com’ero quando sono uscito dall’incubatoio solo cinque settimane fa, e posso sentire di essere molto più grande ora.

Il mio corpo è enorme e riesco a malapena a reggerlo.

Vedo il mio corpo riflesso in quello dei miei coinquilini. Sono incredibilmente grandi. Sembrano polli adulti, ma sono ancora pulcini che lottano nel loro primo mese di vita, proprio come me.

Non mi sento molto bene.

Sono stato nutrito con così tante droghe da quando sono qui.

Giorno dopo giorno, il mio respiro diventa sempre più affannoso. Trovo difficile muovermi e il mio scheletro non può più sopportare tutto questo peso.

Spesso mi ritrovo incapace di mantenere l’equilibrio e quando cado sulla schiena è difficile rialzarmi.

Se ciò non bastasse, il capannone diventa sempre più caldo, puzzolente e più affollato man mano che cresciamo. Quindi ora non c’è quasi più spazio per muoversi.

Ormai ho perso ogni speranza di poter vedere com’è il mondo fuori. Non credo che lascerò mai questo capannone.

Qualche giorno fa, mi sono guardato intorno e ho pensato alla mia situazione.

Ho pensato che il problema più grande che avrei dovuto affrontare qui fosse l’ambiente ostile. Immaginavo che mi sarei sentito meglio se avessi potuto uscire dal capannone. Potevo riscaldarmi alla luce del sole, beccare in un soffice prato e farmi accarezzare dal vento.

Ma ora mi rendo conto che la vera prigione non è il capannone in cui sono rinchiuso, è il mio stesso corpo.

Il mio petto si è gonfiato enormemente e trovo difficile trovare l’equilibrio. Passo la maggior parte del mio tempo sbattendo freneticamente e cercando di alzarmi.

Sono così esausto che anche solo respirare è stancante.

Con un corpo così è impossibile sopravvivere.

Molti dei miei coinquilini sono caduti a terra e non si sono più rialzati.

Con il peso extra che ho guadagnato, non passerà molto tempo prima che io venga macellato per il consumo umano.

Settimana finale (da 5,1 a 6 libbre o più)

So che il mio breve viaggio non è stata un’avventura eccitante. Ma è importante per me e per gli altri intrappolati qui sapere che qualcuno fuori dal capannone conosce la verità.

Questa vita e questo corpo mi causano tanto dolore.

Ciò che è ancora più ingiusto è che sono sopravvissuto a tutte queste difficoltà per niente. Ho sopportato tutta questa sofferenza solo per finire nel piatto di qualcuno.

L’ultima fase della mia vita è la più terrificante. Un’enorme macchina arriva al capanno e ci afferra rudemente per le nostre fragili ali o gambe. Ci cattura e ci rinchiude in minuscole gabbie. Da lì, siamo stipati in enormi camion e affrontiamo un lungo viaggio senza cibo e acqua.

Ci portano in un posto dove ci tirano fuori dalle gabbie per appenderci dolorosamente a testa in giù. Siamo nel panico ora.

Non mi soffermerò su quanto sia doloroso essere appeso per i miei fragili piedi e quanto sia difficile respirare a testa in giù, ma sono sicuro che puoi immaginare.

Hanno cercato di stordirmi in un bagno di acqua elettrificata. Ho provato un dolore atroce e una paura indescrivibile. Penso che volessero mettermi KO, ma all’ultimo minuto ho allontanato la testa dall’acqua, quindi non ci sono riusciti. Sento solo una nebbia che mi impedisce di pensare chiaramente.

Sono molto confuso in questo momento e sento che il mio momento si sta avvicinando.

So di essere “solo” un pollo e capisco che la vita di un pollo come me potrebbe non interessare a nessuno.

Ma per favore ricordati di me e condividi la mia storia con gli altri. E per favore scegli la compassione. Lascia me e gli altri come me fuori dal tuo piatto.

Ci aiuterai a scoprire la verità?