L’accoppiamento tra l’orso bruno e l’orso polare lascia il posto all’orso “Brolar” resistente ai cambiamenti climatici

92

In Russia, gli orsi bruni e gli orsi polari si sono accoppiati, dando origine a cuccioli di orso bruno ibridi che sono più resistenti ai cambiamenti climatici. In passato, sia negli Stati Uniti che in Canada sono state scoperte prove della specie “Brolar bears” o “Pizzlies”. Alcuni si riferiscono anche all’ibrido come Grolar Bears,

Ma poiché gli orsi bruni vengono ora osservati anche nella regione dell’Estremo Oriente russo dove risiedono gli orsi polari, gli esperti ritengono che l’ibridazione potrebbe presto avvenire.

Orso brolare

Poiché non fanno molto affidamento sul ghiaccio marino per la caccia come fanno i loro parenti orsi polari, gli orsi brolari sono noti per essere più adatti a temperature più calde rispetto agli orsi polari.

Questi orsi incrociati hanno un mantello prevalentemente bianco con una sfumatura brunastra e il loro naso ricorda sia gli orsi bruni che quelli grizzly.

Questi orsi incrociati hanno un mantello prevalentemente bianco con una sfumatura brunastra e il loro naso ricorda sia gli orsi bruni che quelli grizzly, che sono protetti come parte della Riserva Naturale delle Isole Orsi.

Il dottor Innokentiy Okhlopkov, un biologo del ramo siberiano dell’Accademia delle scienze russa (SBRAS), ha affermato che la prevalenza degli orsi brolari è in aumento.

Ha detto che la tundra sta diventando la casa degli orsi bruni. Il fiume Kolyma inferiore, dove vivono gli orsi polari, ha avvistamenti di orsi bruni.

Ha aggiunto che, ad esempio, il distretto di Anabar ha riferito di aver visto avvistamenti di orsi bruni. Probabilmente in futuro ci saranno ibridi di orso polare e orso bruno.

Orso polare + orso bruno

Gli orsi polari cacciano le foche che emergono dall’acqua per prendere aria usando il ghiaccio marino e si affidano a una dieta specializzata di grasso per sopravvivere.

Larisa DeSantis, paleontologa della Vanderbilt University, ha affermato che tra 500.000 e 600.000 anni fa, l’orso polare e l’orso grizzly avevano un antenato comune prima di divergere.

I canini di un orso polare sono più grandi dei suoi molari, che sono più piccoli di quelli di un orso grizzly. Questo perché mangiano gelatina, fondamentalmente grasso, tutto il giorno.

Gli orsi polari hanno teschi allungati, che si adattano perfettamente alla loro capacità di cacciare foche, come mezzo per rimediare a questo.

Impoverimento del ghiaccio artico, fonte di esaurimento del cibo

Ma numerosi studi hanno dimostrato che la copertura di ghiaccio artico sta scomparendo, rendendo più difficile per loro ottenere il nutrimento di cui hanno bisogno.

La NASA ha confermato che quest’anno la quantità di ghiaccio marino invernale artico è la decima più bassa mai registrata, mancando un’area totale che è circa 40 volte più grande del Galles.

La NASA ha commentato che questi modelli sono collegati al riscaldamento globale causato da attività umane come le emissioni di anidride carbonica, che intrappolano il calore nell’atmosfera e aumentano le temperature.

Secondo l’Institute of Permafrost Studies presso SBRAS, negli ultimi 50 anni, la temperatura media annuale dell’aria in Yakutia è aumentata di 1,26°F (1,1°C), raggiungendo i 38°F (3,4°C).

Gli orsi polari sono stati osservati spostarsi nell’entroterra in cerca di più cibo a causa del terreno alterato.

Leggi anche: Ibridi animali: come l’incrocio sta rendendo il patrimonio genetico degli animali più diversificato

L’orso incontra l’orso

Le due specie entrano in contatto perché i loro habitat si sovrappongono poiché gli orsi bruni sono stati in grado di cacciare più a nord a causa del riscaldamento climatico.

Per questo motivo, gli orsi hanno dato alla luce cuccioli ibridi, che sono stati avvistati per la prima volta in natura nel 2006, quando i cacciatori artici canadesi sono stati in grado di uccidere un orso bianco con macchie marroni.

Gli orsi grizzly, a differenza degli orsi polari, sono più adatti a raccogliere animali morti quando il cibo scarseggia o a consumare cibi duri come i tuberi delle piante.

Ciò indica che gli orsi bruni sono più in grado degli orsi polari di adattarsi a una dieta e a un ambiente che cambiano, il che può aiutare a preservare il gene polare.

Consanguineità e cannibalismo

Gli esperti hanno avvertito che poiché gli orsi bruni sono più numerosi dei loro cugini orsi polari nel nord, potrebbero “mangiare geneticamente gli orsi polari”.

La ricerca ha scoperto che la perdita dell’habitat polare sta causando la consanguineità delle specie, il che riduce la fertilità della loro progenie e le spinge al cannibalismo.

La maggior parte delle popolazioni di orsi polari, che dipendono dal ghiaccio marino artico come habitat naturale, rischiano di estinguersi entro il 2100, secondo uno studio del 2020 pubblicato su Nature Climate Change.

Il bracconaggio, la caccia ai trofei e l’inquinamento ambientale sono altri pericoli per loro, riporta il Daily Mail.

Articolo correlato: Il cambiamento climatico sta costringendo i grizzly e gli orsi polari ad accoppiarsi, con il risultato di ibridi “Pizzly”

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.