Le pantere della Florida superano i cacciatori umani nell’uccisione dei cervi dalla coda bianca

81

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Applied Ecology, le pantere della Florida hanno un numero maggiore di uccisioni di cervi dalla coda bianca nell’area sud-occidentale dello stato rispetto agli umani che cacciano.

La pantera della Florida, una specie in via di estinzione, è stata recentemente al centro degli sforzi di conservazione nel sud della Florida. Il degrado dell’habitat causato dall’uomo, oltre a essere colpiti da veicoli e combattimenti tra maschi, sono identificati come le principali minacce per le pantere.

Le pantere con la coda attorcigliata, così come i problemi di sperma e cuore, sono i problemi visti nella consanguineità. Poiché le popolazioni basse hanno sollevato crisi di consanguineità, gli scienziati hanno iniziato gli sforzi di ripristino genetico a metà degli anni ’90. Ciò ha permesso alla popolazione di pantere di crescere in modo significativo, da 20 a 30 individui nel 2007 a circa 200 nel 2017.

(Foto: Foto: Joe Raedle / Getty Images)

La pantera della Florida aveva ancora una popolazione molto piccola, ma rappresenta un miglioramento significativo rispetto ai dati precedenti.

Poiché una volta c’erano così poche pantere in Florida, rappresentavano una piccola minaccia per i cervi. All’epoca, la maggior parte delle carissime morti erano causate da linci rosse e cacciatori.

Come sottolinea Richard Chandler, professore associato presso la Warnell School of Forestry and Natural Resources presso l’Università della Georgia, la situazione è ora cambiata.

Secondo Chandler, la predazione delle pantere è passata dall’essere una causa minore di morte per i cervi a essere la principale causa di morte.

In aumento il numero delle vittime dei cervi

Tra il 2015 e il 2018, i ricercatori hanno rintracciato 241 cervi nella Big Cypress National Preserve e nel Florida Panther National Wildlife Refuge. La squadra ha trovato 96 cervi uccisi da pantere, sette da linci rosse e uno da un essere umano durante quel periodo.

Secondo la Lista Rossa IUCN, i cervi dalla coda bianca sono una specie di minore preoccupazione. Tuttavia, si dice che la specie sia fondamentale per l’industria della caccia locale. La specie di selvaggina più popolare nello stato è il cervo dalla coda bianca, che ha generato la maggior parte dei 716 milioni di dollari di entrate annuali stimate dalle spese legate alla caccia nel solo 2011.

Leggi anche: Un uomo di 71 anni multato di $ 13.000 per aver bracconato più cervi nel South Dakota

L’alto numero di cervi uccisi dalle pantere rappresenta una sfida per lo stato, che deve trovare un equilibrio tra le richieste contrastanti di mantenere una grande popolazione di predatori e garantire una popolazione di cervi sufficiente per i cacciatori umani, riferisce Newsweek.

Il raccolto dei cacciatori era fortemente limitato, secondo Chandler, a beneficio della popolazione di cervi e per garantire che le pantere avessero molte prede.

Chandler spiega inoltre che le autorità non vogliono bloccare le opportunità di caccia, ma non vogliono nemmeno che il raccolto sia così alto da sopprimere la popolazione delle prede e impedire alle pantere di riprendersi.

I risultati del loro studio, secondo Chandler, sottolineano quanto sarà difficile. Sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se una migliore gestione dell’habitat può aumentare la popolazione di cervi a beneficio delle pantere e degli esseri umani.

Pantere della Florida

Le pantere della Florida sono una sottospecie di leoni di montagna. Sono abbronzati, grandi gatti. Fatta eccezione per il petto e il ventre grigio-biancastri, i loro corpi sono per lo più ricoperti da una pelliccia beige-fulvo. La punta della coda, il muso e le orecchie hanno macchie nere. Le pantere in Florida sono onnivori. Tra le loro prede ci sono cervi dalla coda bianca, procioni, maiali selvatici e altri mammiferi e rettili di medie dimensioni. Anche le pantere in Florida inseguono gli uccelli.

Articolo correlato: Florida Panther, quasi estinta, torna nel selvaggio nord

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.