Le razze “silenziose” non sono più silenziose poiché possono produrre suoni strani di clic, nuova scoperta

60

Le razze non sono le tranquille creature acquatiche che i biologi inizialmente pensavano che fossero. Due varietà separate di pastinaca sono state rilevate generando strani rumori di schiocco in video, in una scoperta fortuita che ha eccitato gli scienziati ambientali acquatici mentre li ha ugualmente sconcertati.

Niente più razze silenziose?

Come ha commentato il ricercatore capo Lachlan Fetterplace dell’Università svedese di scienze agrarie, il fatto che solo di recente gli scienziati abbiano scoperto che queste razze osservate di routine creano rumori sottolinea, al momento giusto, quanto poco gli scienziati comprendano riguardo alle acque, secondo Science Alert.

Ci sono oltre 990 pesci d’acqua dolce ossei che possono generare rumori. Tuttavia, gli elasmobranchi – una specie di pesce cartilagineo che comprende razze, squali e persino il pesce sega – sono stati a lungo considerati la specie tranquilla e poco appariscente.

Fetterplace e colleghi hanno ipotizzato che le razze e i loro avversari possano rilevare questi rumori di schiocco, che si adattano all’orecchio previsto, a seconda di quanto già appreso sullo spettro dei rumori che gli elasmobranchi potrebbero percepire (40-1.500 Hz).

Al momento, sono state avvistate solo una manciata di razze in cattività che producono scricchiolii e ronzii quando mangiano generazioni prima. Ci sono stati anche resoconti non confermati di razze a coda di bue che producono forti rumori schioccanti durante la fuga dagli investigatori nelle profondità oscure.

Inoltre, tutte le registrazioni sono state effettuate nel 2017 e nel 2018 utilizzando dispositivi elettronici portatili intorno all’arcipelago di Gili in Indonesia e alla Baia della Grande Barriera, e le creature hanno iniziato a emettere i rumori dei picchiettii mentre lo spettatore si avvicinava, per poi cessare quando il nuotatore o il raggio si ritiravano , ha riportato The Science Times.

Gli esploratori hanno individuato due fruste di mangrovie (Urogymnus granulatus) e una pastinaca coda di bue (Pastinachus ater) che emettevano strani rumori, che secondo Fetterplace agiscono come avvertimento o indicazione difensiva.

Come mostrato nello studio pubblicato sul Journal of Ecology, le due varietà generano clic di frequenza leggermente distinti mentre sfiorano l’oceano, un habitat che di solito sembra tranquillo agli organi sensoriali ma è davvero brulicante di organismi rumorosi.

Leggi anche: Video raro di serpente che dà alla luce 11 piccoli bambini

Suoni di clic delle razze

Le razze selvagge in questi film emettono scatti rapidi, aspri e dal suono vuoto che sembrano simili a un pezzo musicale che a un mammifero acquatico, in contrasto con i malinconici cori di balene che trasmettono lontano nei mari o incantevoli melodie di uccelli che filtrano sui boschi.

Mentre la coautrice e biologa acquatica della Macquarie University Joni Pini-Fitzsimmons spiega che i ricercatori non sanno quanto bene i raggi producano i rumori, anche se sembra comportare un rapido movimento della testa o della mascella e degli spiracoli, un’apertura sotto gli occhi utilizzata per respirazione.

Nel recente post di The Atlantic, come ha notato un subacqueo, le chiamate delle pastinache potrebbero essere un grido alle truppe di arruolare più razze ogni volta che ne viene attivata una. Hanno ipotizzato che le razze emettano i rumori per spaventare o scioccare i nemici in arrivo, consentendo ai raggi di fuggire il più rapidamente possibile.

Gli elasmobranchi sono spesso tolleranti ai rumori di larghezza di banda minimi rispettivamente di 40-1.500 Hz, con un’ipersensibilità del punto più alto intorno a 200-400 Hz, eppure gli audiogrammi sono stati generati solo per dieci specie. I ricercatori attualmente possiedono numerosi nastri audio e reperti di due specie di razze smorzate nel mondo animale

I film mostrano a malapena solo una manciata di occasioni in cui due specie di pastinaca stridono, il che è possibile poiché fanno rumore solo quando sono spaventate, secondo National Geographic.

Articolo correlato: gli scienziati hanno finalmente rivelato il battito cardiaco dell’animale più grande del mondo

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.