L’effetto farfalla del cambiamento

279

Anche le piccole azioni hanno il potenziale per avere un impatto globale. Aiuta a proteggere gli animali e il pianeta dalla devastazione: unisciti alla nostra lotta contro l’agricoltura industriale.

Se hai visto il nostro video sul Pantanal pubblicato questa settimana, sai che ciò che sta accadendo a migliaia di chilometri di distanza in Brasile non è un problema isolato. L’incendio di foreste e zone umide e il brutale massacro di mucche in macelli senza licenza sono direttamente collegati a tutti noi.

Come?

Come mostra il nostro filmato, in Brasile la terra viene disboscata per due motivi principali: primo, per coltivare la soia, la maggior parte della quale viene utilizzata come mangime per animali negli allevamenti intensivi di tutto il mondo. In secondo luogo, allevare mucche che verranno macellate e vendute per la carne, che di nuovo verrà inviata in tutto il mondo.

Ciò significa che anche le aziende che operano negli Stati Uniti, ad esempio, quelle che importano soia dal Brasile e confinano, sfruttano e macellano miliardi di animali innocenti negli allevamenti intensivi, sono responsabili. E altrettanta responsabilità spetta alle aziende che importano carne dal Brasile e la vendono alle persone negli Stati Uniti mentre nascondono ciò che stanno facendo agli animali e al pianeta.

L’allevamento industriale è un problema globale che si verifica a livello locale per tutti noi, innescando una lunga catena di sofferenza animale e la distruzione di interi ecosistemi.

Se la deforestazione continuerà al ritmo attuale, tra qualche anno non avremo più alberi fondamentali per assorbire i gas serra dall’atmosfera.

È opinione scientifica che i gas serra siano la causa principale del riscaldamento globale e siamo allarmantemente vicini alla soglia massima di 2,7°F fissata dagli esperti di cambiamento climatico.

Come se non bastasse, gli incendi e la deforestazione stanno distruggendo alcuni degli habitat più diversi e ricchi del pianeta, dimora di innumerevoli specie animali e vegetali.

Ma in tutta questa terribile notizia c’è anche un motivo di speranza. C’è un modo per cambiare le carte in tavola e sentirsi autorizzati a fare qualcosa per cambiare il corso della storia e il destino di miliardi di animali.

Hai mai sentito parlare dell’effetto farfalla?

È un’idea che dice che, nel mondo incredibilmente complesso in cui viviamo, dove tutto è connesso, le più piccole azioni possono avere un enorme impatto sul resto del mondo.

Il nome, “effetto farfalla”, deriva da un’analogia popolare secondo cui solo il battito delle ali di una farfalla può innescare una catena di eventi che potrebbe causare un uragano dall’altra parte del mondo.

Questa è più di una semplice idea. È una metafora di come il potere che deteniamo sul mondo è spesso molto più grande di quanto potremmo pensare o sentire. Sebbene le scelte di ogni persona possano sembrare piccole, nelle giuste condizioni, hanno il potenziale per creare un cambiamento che si fa sentire in tutto il mondo.

Questo ha un significato particolare mentre osserviamo da lontano gli incendi che bruciano in Brasile. Proprio come la farfalla e l’uragano, questi non sono eventi isolati. Sappiamo che ciò che accade in Brasile è direttamente collegato a ciò che accade negli Stati Uniti e nel resto del mondo.

Con questa idea in mente, hai il potere di fare qualcosa al riguardo.

Combattere l’industria della carne in cui vivi è come combattere la deforestazione dall’altra parte del mondo.

Se vogliamo impedire che il nostro pianeta venga distrutto e salvare gli animali che vengono sfruttati e uccisi negli allevamenti intensivi, dobbiamo combattere l’industria che lo sta facendo.

Non è necessario unirti ai nostri investigatori e andare sotto copertura in allevamenti intensivi e macelli per esporre la verità. Non devi mettere a rischio la tua vita come fanno tanti attivisti coraggiosi in Brasile.

Il modo migliore per agire oggi è con una donazione. Il filmato di Animal Equality, che mostra zone umide in fiamme e mucche massacrate brutalmente in macelli senza licenza, non può essere ignorato. Ogni volta che pubblichiamo immagini come queste e le usiamo in modo efficace con le nostre campagne internazionali, i governi e persino le più grandi aziende sono ritenuti responsabili e spinti a cambiare. Insieme, dobbiamo continuare a esporre ciò che l’industria cerca di nascondere.

Siamo di fronte a un settore potente e il cambiamento sarà sempre una sfida. Ma con determinazione, continueremo a fare progressi. Non dimenticare mai che siamo più di loro: se tutti scegliamo di combattere per ciò che è giusto, possiamo vincere!