L'industria delle uova spiegata in tre foto

0
49

Avvertenza: le seguenti immagini disturbano.

Molte persone ben intenzionate consumano uova con l'idea che, poiché non sono carne, nessun animale è stato danneggiato nella loro produzione. Bene, questo è esattamente ciò che l'industria delle uova vorrebbe far credere ai consumatori. Spesso arrivano persino al "lavaggio umano" delle uova utilizzando imballaggi del prodotto fuorvianti con illustrazioni di galline felici nell'erba o utilizzando etichette intelligenti. La verità è che tutte le uova vendute in un negozio di alimentari erano per lo più probabilmente prodotti di immensa sofferenza per gli animali, indipendentemente da ciò che è sulla loro confezione.

Ecco tre immagini che l'industria delle uova non vuole che tu veda:

GALLINE LINGUA SENZA CURA VETERINARIA: A causa delle loro condizioni di vita innaturali, le galline nell'industria delle uova soffrono di una serie di lesioni e problemi di salute. Le galline in gabbia sono costrette a vivere quasi tutta la loro vita su pavimenti di filo metallico che spesso causano la deformazione dei loro piedi sensibili. A causa della quantità innaturalmente eccessiva di uova che depongono, molti soffrono di ossa fragili a causa della carenza di calcio. E, come nella foto sopra, a volte gli uccelli diventano "legati con le uova", il che significa che un uovo è rimasto bloccato all'interno del corpo della gallina. Questa è una condizione estremamente dolorosa, ma poiché gli animali nell'industria delle uova in genere ricevono poche o nessuna assistenza veterinaria, moriranno in agonia.

BAMBINI MACINATI, SCHIACCIATI O SOFFOCATI: I pulcini maschi nati nell'industria delle uova sono considerati inutili perché non possono deporre le uova e non sono la razza utilizzata per la carne. Pertanto, poco dopo la schiusa vengono gettati nei sacchi della spazzatura per soffocare a morte o vengono macinati o fatti a pezzi vivi. La Francia si è recentemente impegnata a vietare questa pratica e utilizzare invece la tecnologia del sesso in-ovo, che consente ai lavoratori di dire il sesso dei pulcini prima che si schiudano e siano in grado di provare dolore. Anche la Spagna sta lavorando per un divieto, ma negli Stati Uniti questa pratica è ancora comune.

UNA VITA DI MISERIA: La maggior parte delle galline dell'industria delle uova probabilmente non sperimenterà mai la felicità. Sono nati in incubatrici e non incontreranno mai le loro madri. Le estremità dei loro becchi sensibili sono bruciate con una lama calda, e quindi, probabilmente saranno stipate in gabbie di batteria con spazio appena sufficiente per spiegare le ali. Le gabbie sono spesso impilate l'una sull'altra, consentendo all'urina e alle feci di cadere sugli uccelli nelle gabbie inferiori.

Nel tentativo di migliorare la vita di milioni di galline in tutto il mondo, il team di sensibilizzazione aziendale di Animal Equality ha lavorato con le aziende e ha convinto con successo molti dei principali rivenditori a impegnarsi a utilizzare solo uova "senza gabbia". Questo è un grande passo nella giusta direzione, ma tutte le uova vendute in un negozio di alimentari sono probabilmente un prodotto di immensa sofferenza. Le galline nelle fattorie "prive di gabbie" sono solitamente ammassate a migliaia in capannoni sporchi e scarsamente illuminati dove viene negata loro aria fresca e luce solare. I loro sistemi riproduttivi vengono sfruttati per realizzare un profitto per circa due anni. Dopodiché verranno mandati al macello.

PUOI FARE LA DIFFERENZA: L'industria delle uova lavora duramente per nascondere ciò che fa, ma ora che conosci la verità, cosa farai? Puoi smettere di contribuire a questa crudeltà semplicemente evitando le uova. Ci sono tantissimi modi semplici per sostituire le uova durante la cottura e puoi anche goderti uno dei tanti sostituti delle uova strapazzate sul mercato.

PER ULTERIORI SUGGERIMENTI, CONTROLLA LOVE VEG