L’orso nero divora il vitello di alce vivo nel Parco Nazionale di Yellowstone

43

In natura, è sempre stata la sopravvivenza del più adatto. Alcuni animali sono prede e alcuni sono predatori. È in questa dinamica che la natura si sostiene.

Spesso, i più piccoli e i più vulnerabili hanno poche possibilità di sopravvivere di fronte a un predatore.

Ad esempio, gli orsi lo adorano quando è la stagione del parto, quando un buon pasto è facile da catturare.

La stagione del parto è quando le specie animali, come gli alci, partoriscono.

Sebbene ci sia la possibilità che i predatori vengano catturati dall’alce genitore, i vitelli appena nati sono facili prede.

La stagione del parto degli alci nel Parco Nazionale di Yellowstone cade generalmente tra la fine di maggio e l’inizio di giugno.

Nel 2015, i visitatori del parco hanno assistito a un enorme orso nero color cannella divorare un vitello alce che era ancora vivo. L’intero incontro è stato registrato in video.

L’orso nero è stato visto annusare, trascinare e infine divorare un vitello alce vivo.

Orsi del Parco Nazionale di Yellowstone

Il National Park Service registra due tipi di orsi a Yellowstone, vale a dire, gli orsi grizzly e gli orsi neri.

Gli orsi grizzly hanno una gamma molto più piccola rispetto agli orsi neri negli Stati Uniti.

Sono in genere più grandi degli orsi neri, con una grande massa muscolare sopra le spalle, un profilo facciale concavo piuttosto che un profilo dritto o convesso e un comportamento molto più aggressivo.

L’orso grizzly è una sottospecie di orso bruno che un tempo vagava per vaste zone delle montagne e delle praterie del West americano.

Si trova solo in alcune località isolate nei 48 stati inferiori, incluso il Parco Nazionale di Yellowstone.

L’orso grizzly è conosciuto come l’orso bruno nelle coste dell’Alaska e dell’Eurasia.

Il parco implora i visitatori di essere consapevoli del fatto che tutti gli orsi sono potenzialmente pericolosi. I regolamenti del parco richiedono che le persone rimangano ad almeno 100 iarde dagli orsi a meno che non siano al sicuro nella loro macchina mentre un orso si muove.

La gestione del parco ricorda alle persone che è contro la legge nutrire la fauna selvatica del parco, compresi gli orsi.

Solo l’ecosistema Greater Yellowstone e il Montana nord-occidentale hanno registrato popolazioni di grandi orsi grizzly (Ursus arctos horribilis) a sud del confine.

A causa dei livelli insostenibili di mortalità causata dall’uomo, perdita di habitat e significativa alterazione dell’habitat, gli orsi grizzly sono stati elencati a livello federale come specie minacciate nei 48 stati inferiori nel 1975.

La presenza di una popolazione vitale di orso grizzly nell’ecosistema Greater Yellowstone rappresenta una sfida continua per i suoi vicini umani a causa del potenziale conflitto con le attività umane, specialmente quando è presente cibo umano.

Leggi anche: Il corpo scomparso dell’uomo del Montana trovato dopo un attacco da parte di un orso grizzly, dicono i funzionari

Orsi Neri

In Nord America, l’orso nero (Ursus americanus) è la specie di orso più comune e ampiamente distribuita.

Il Greater Yellowstone Ecosystem, d’altra parte, è uno dei pochi posti a sud del Canada in cui coesistono orsi neri e grizzly.

I gestori del parco hanno permesso ai visitatori di nutrire gli orsi neri lungo le strade del parco dal 1910 agli anni ’60, nonostante il divieto ufficiale del National Park Service.

Insieme all’Old Faithful, gli orsi neri sono diventati un simbolo di Yellowstone per molte persone durante questo periodo e sono ancora ciò a cui alcune persone pensano quando sentono parlare degli orsi di Yellowstone.

Il personale del parco ha cercato di impedire agli orsi di abituarsi al cibo umano dal 1960.

Articolo correlato: L’orso bruno “altamente predatore” ha ucciso 28 renne appena nate dopo essersi svegliate dal letargo

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.