Minerali Twin Pines: incompetenti o consapevolmente illegali?

0
4

Con una storia lunga e tormentata, la leadership di Twin Pines Minerals, una società mineraria con sede in Alabama, è nota non per la sua amministrazione, ma piuttosto per il suo flagrante disprezzo per le salvaguardie ambientali. Inquinando l'aria delle comunità locali nel nord-est della Georgia, uccidendo migliaia di pesci nei corsi d'acqua della Georgia, violando le misure di salvaguardia della qualità dell'aria nella Carolina del Nord, scaricando illegalmente rifiuti minerari nelle zone umide della Florida e operando senza permesso in Florida, i suoi leader sono legati a una manciata di società le cui modalità operative sono tanto prevedibili quanto di routine. Apparentemente, le violazioni ambientali sono considerate un normale costo di fare affari

Non è stato quindi sorprendente apprendere che Twin Pines Minerals, nella sua corsa alla miniera vicino all'Okefenokee National Wildlife Refuge, ha saltato un altro passaggio, aggirando un processo di autorizzazione della contea necessario per aprire il terreno nelle sue aree di sosta, una delle quali è raffigurata di seguito.

Joseph Kelly

Messa in scena dei pini gemelli

Secondo i documenti raccolti da One Hundred Miles, un partner per la conservazione e membro dell'Okefenokee Protection Alliance, Twin Pines ha condotto prematuramente attività di disturbo del suolo sul sito della sua proposta miniera, spingendo i regolatori statali a impegnarsi. In assenza di un permesso della contea e di un periodo di commento, la società ha illegalmente demolito e classificato terreni per le sue dragline, strutture e attrezzature minerarie.

Mettere in quadratura questi sviluppi con l'idea che Twin Pines, nelle parole del suo presidente, Steve Ingle, "deve garantire il rispetto di tutte le normative locali, statali e federali", è difficile. Segue anche un modello consolidato di evasione procedurale. Nel dicembre 2019, ad esempio, il personale del Corpo degli ingegneri dell'esercito degli Stati Uniti ha stabilito che era necessaria una dichiarazione di impatto ambientale, il più alto livello di revisione federale, per valutare tutti i pericoli posti dall'attività mineraria vicino alla palude di Okefenokee. Questa analisi avrebbe considerato gli impatti cumulativi sulle acque sotterranee, sulla fauna selvatica e sulle comunità locali, tra le altre cose.

Twin Pines ha trovato questo "inaccettabile per [its] business", ha prontamente ritirato la sua domanda e ripresentato per un'area di progetto leggermente più piccola con l'obiettivo di eludere la revisione completa, in un processo illegale noto come segmentazione2. Prima che il Corps potesse agire, Twin Pines ha quindi approfittato dei rollback effettuati sotto l'amministrazione Trump, che hanno privato le protezioni federali da centinaia di acri di zone umide sul sito del progetto, consentendo alla società di chiedere l'approvazione della sua miniera interamente al di fuori della supervisione federale e senza recensione.

Fondazione fStop

Orso nero della Florida

Per completare queste manovre, Twin Pines ha messo in atto una campagna di intimidazione e disinformazione. Ingle ha etichettato gli oppositori minerari locali come "egoisti" in una pubblicità a tutta pagina nel Charlton County Herald, ha gettato l'industria del legname sotto l'autobus in più occasioni e ha ripetutamente travisato la vera dimensione del suo progetto a lungo termine alle comunità locali che avrebbero altrimenti non tollerare mai l'estrazione mineraria entro 400 piedi da Okefenokee

Nella sua forma più bizzarra, Ingle ha persino mentito sulla natura stessa dei suoi possedimenti nelle domande di autorizzazione, sostenendo di possedere terreni che non possedeva. L'attuale proprietario, la Teachers Insurance and Annuity Association of America (TIAA), ha inviato un'e-mail a Ingle in più occasioni per richiedere correzioni, che presumibilmente ha rifiutato. Solo dopo che TIAA ha notificato formalmente al governo Twin Pines ha riconosciuto le loro richieste.

Michael Lusk

Okefenokee National Wildlife Refuge

Per la maggior parte delle aziende, il danno alla reputazione e la percezione pubblica sono importanti. Twin Pines Minerals, una LLC con poca richiesta di divulgazione degli interessi di proprietà e gestione, tuttavia, è stata istituita per uno scopo prioritario: ottenere i permessi per estrarre vicino alla palude di Okefenokee con ogni mezzo necessario. L'ultimo passo falso di Ingle – non riuscire ad acquisire un permesso di contea prima di iniziare – potrebbe quindi essere descritto come un'incompetenza allarmante o la consapevole continuazione di un modello di comportamento illegale e indifferente.

In ogni caso, il caso è chiaro: affidare la salute di uno degli ultimi ecosistemi di acqua dolce intatti al mondo a Twin Pines sarebbe una follia.

Con cinque permessi attualmente all'esame della Divisione per la protezione ambientale della Georgia, lo stato dovrà ignorare questa storia lunga e colorata e consentire la prima fase di un progetto che si svilupperà e alla fine arriverà a centinaia di piedi da Okefenokee, o rifiuterà il progetto e gettare le basi per uno sviluppo sostenibile a lungo termine.

Puoi incoraggiare la Georgia a scegliere l'opzione di rifiuto qui.

La storia ha dimostrato che non esiste un modo giusto per fare la cosa sbagliata, specialmente quando Twin Pines è al timone.

  • Beau Evans, gli impianti alimentati a legna nella zona rurale della Georgia settentrionale lasciano i residenti nelle vicinanze con cattivo gusto, Georgia Reporter (20 novembre 2019), ; Lettera del Dipartimento N.C. dell'Envtl. Qualità a Steven Ingle, North Carolina Renewable Power
    (16 novembre 2016); Florida Dipartimento di Envtl. Prot. v. Chemours, file OCG n. 18-1240, ordine di consenso (7 febbraio,
    2019).

  • E-mail da Steven Metivier al colonnello Daniel Hibner (16 gennaio 2020)

  • Charlton County Herald, L'opposizione è facile … se non devi dimostrare che punti, 25 settembre 2019; Audizione della comunità Twin Pines, Folkston, GA, agosto 2019; Scheda informativa sui minerali dei pini gemelli, miti contro fatti, .

  • LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui