Note sul campo: Programma di recupero del lupo grigio messicano inverno 2021

0
7

Il conteggio di fine anno del 2020 dei lupi messicani selvatici è stato completato e i risultati mostrano che la popolazione è cresciuta del 14% rispetto allo scorso anno, arrivando a un totale di 186 lupi, più di quanto non fosse dalla reintroduzione. Mentre rimaniamo preoccupati per gli alti tassi di mortalità illegale e le rimozioni letali ordinate dalle agenzie, la continua crescita della popolazione selvaggia è un successo, in gran parte dovuto al duro lavoro di straordinari tecnici sul campo che lavorano agli sforzi di recupero del lupo grigio messicano. Questi volontari dedicati sono fondamentali in ogni fase del processo, dal monitoraggio della telecamera sul campo al conteggio degli elicotteri fino a uno degli eventi di promozione incrociata dei cuccioli di maggior successo fino ad oggi! Per far sì che ciò accada, i difensori si coordinano con il Mexican Wolf Interagency Field Team per supportare un programma di tecnici della fauna selvatica, in cui i neolaureati con esperienza in biologia e gestione della fauna selvatica aiutano il US Fish and Wildlife Service e l'Arizona Game and Fish Department nel implementare strumenti e tecniche di riduzione dei conflitti per dare ai nostri lobo le maggiori possibilità di successo in natura. Molti di questi tecnici della fauna selvatica sponsorizzati dai difensori hanno iniziato il loro tempo con il programma lo scorso autunno. Oltre a monitorare costantemente i lupi e ad adottare misure per evitare conflitti con il bestiame, molti tecnici sono stati anche in grado di assistere con il conteggio annuale della popolazione. Siamo entusiasti di saperne di più sulle loro attività più recenti in questa puntata di Field Notes!

Gennaio 2021

Shana Olson

Il primo mese dell'anno è iniziato con continui conteggi dei terreni e si è concluso con me che eseguivo la ricerca di segni senza collare. Ovvero la ricerca di aree che non hanno attività del branco documentata e la ricerca del segno del lupo, tra cui: tracce, escrementi o immagini sulle telecamere. Questo a volte implica guidare o camminare su strade forestali coperte di neve fresca e cercare tracce. Ho spesso installato telecamere vicino a qualsiasi segno che sospetto possa essere un lupo, perché anche se ho la sensazione che sia solo un cane o grandi tracce di coyote in un substrato morbido, preferirei scattare foto del cane sbagliato piuttosto che perdere un potenziale lupo senza colletto. Una dura giornata sul campo per me ha incluso il mio camion bloccato su una strada sciatta durante il gelo e lo scioglimento, la nevicata e lo scioglimento, che caratterizzano questa parte del sud-ovest. Durante questo mese ho trovato tracce fresche e ho catturato lupi, coyote, volpi, cani e leoni di montagna sulla macchina fotografica. Ho visto albe e tramonti graziosi, giorni di neve e splendide viste sulle montagne. Questa è una parte magica del mondo in cui essere e un meraviglioso progetto di cui far parte. Grazie per il tuo tempo e supporto.

Ho avuto la fortuna di assistere alle operazioni in elicottero durante la lavorazione di un lupo selvatico. Quel giorno fui assegnato all'equipaggio di terra, il che significava che ero di stanza in una delle zone di atterraggio con poche altre persone. Eravamo lì per qualsiasi supporto necessario all'equipaggio dell'elicottero o a chiunque altro. Sapevamo che c'era una possibilità che avremmo potuto processare un lupo se l'equipaggio dell'elicottero avesse catturato con successo un individuo da uno dei branchi vicini. Mentre il pomeriggio si stava facendo più tardi, l'equipaggio dell'elicottero partì verso il Luna pack.

In breve tempo, abbiamo saputo delle comunicazioni che erano tornati da noi con la femmina Alpha del Luna Pack. Siamo corsi rapidamente fuori e l'abbiamo presa dall'equipaggio dell'elicottero e abbiamo iniziato l'elaborazione. Le abbiamo dotato di un nuovo collare, preso le misurazioni del corpo e dei denti, le abbiamo vaccinato, prelevato un po 'di sangue e monitorato continuamente i suoi organi vitali. Tutto ciò che restava dopo la rapida elaborazione era di riportarla dove si trovava il resto del suo zaino e aspettare finché non si fosse completamente svegliata e potesse andarsene da sola.

Un altro volontario e io siamo stati assegnati alla parte di rilascio della sua elaborazione. Ci vollero quasi due ore per completare quello che era stato un breve volo per l'elicottero. Ci siamo fermati continuamente e l'abbiamo controllata durante il nostro viaggio di ritorno nel territorio del suo branco. Quando siamo arrivati ​​al luogo del rilascio, si era quasi completamente svegliata e aveva messo i piedi sotto di lei. Mentre la guardavamo allontanarsi lentamente, ho sentito il debole suono del resto del suo branco che ululava nella direzione in cui stava viaggiando.

Gennaio è volato, come la maggior parte dei mesi mentre si lavora a un programma di recupero che porta eccitazione e grandi paesaggi quasi tutti i giorni. A questo punto, ho affinato la mia macchina fotografica della traccia e le mie capacità di ricerca dei segni senza collare, ma ogni giorno porta una nuova opportunità di apprendimento. Ho partecipato a diverse catture presso il nostro allevamento in cattività, incontrando nuove personalità ogni volta che partecipavo. Ho avuto molte avventure alla ricerca di lupi per ottenere il conteggio dei terreni e spero che i miei precedenti post sul blog abbiano illustrato la gioia che provo da questa attività.
Le mie avventure alla ricerca di insegne in Arizona mi hanno dato una nuova prospettiva su quanta o quanto poca terra i lupi hanno a disposizione per prosperare. Quando dico quanta terra hanno a disposizione per prosperare, penso alle innumerevoli miglia di strade del New Mexico che ho guidato alla ricerca di lupi – sembra così espansiva! Quando dico quanto poco è a loro disposizione, penso a quanto di quel paesaggio sia davvero un habitat adatto e accessibile. Penso ai limiti che l'uomo impone ai lupi, costringendoli ad occupare l'habitat che abbiamo loro assegnato. Sento spesso che "i lupi si riprenderebbero da soli se glielo permettessimo". Sono arrivato a credere a questo detto perché senza il lato politico e di pubbliche relazioni, i lupi occuperebbero qualsiasi habitat che soddisfi i loro bisogni fondamentali. Verso ovest, sarebbero andati!

Lavorare a fianco del lupo messicano ha coltivato compassione e simpatia per la loro lotta. Faccio il tifo per loro ogni giorno. Ogni traccia che riporto o telecamera che metto su aumenta la nostra conoscenza di questa specie in via di estinzione, fornendo ai biologi più munizioni per le loro pistole di recupero. Questi lupi stanno indubbiamente ancora affrontando avversità ad ogni turno, e 163 animali sono ancora pochissimi per un'intera sottospecie, ma veder crescere il loro numero fa sorridere molti amanti dei lupi. Continuerò a contribuire al recupero del lupo messicano nei prossimi due mesi e spero che i miei sforzi si dimostrino fruttuosi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui