NUOVA SCOPERTA: Le zanzare annusano i primi segni di cancro umano

0
33

20 gennaio 2021 02:00 EST

Secondo quanto riferito, un team di ricercatori giapponesi si è imbattuto in un modo molto insolito ma conveniente per rilevare i primi segni di cancro nei pazienti.

Le zanzare (Diptera: Culicidae) sono ora la cinta di tutti gli occhi poiché il rapporto scientifico delinea come i ricercatori hanno trovato un modo per utilizzare lo straordinario senso dell'olfatto di uno skeeter per annusare il cancro in un paziente umano insospettabile.

(Foto: Icon0.com)

La ricerca è stata guidata da Shoji Takeuchi, un professore dell'Università di Tokyo, in Giappone. Il rapporto è stato pubblicato il 13 gennaio su Sciences Advances, la rivista degli Stati Uniti.

Come funziona il sistema di rilevamento del cancro della zanzara

Funziona così: le zanzare utilizzano le loro cellule olfattive o un senso dell'olfatto superiore per rilevare rapidamente un odore particolare che è prevalente nel respiro di qualcuno con il cancro.

Secondo il team di ricerca giapponese, questo è un modo incredibilmente economico per rilevare il cancro. Gli scienziati sperano che questo nuovo metodo di rilevamento del cancro possa essere utilizzato in medicina entro il prossimo decennio.

Ma perché questa ricerca è così importante? La ricerca scientifica mostra che le zanzare hanno fino a 100 diversi tipi di recettori degli odori. Questi recettori olfattivi si trovano nelle loro cellule olfattive e ognuno di loro può rilevare un odore specifico per volta.

Quando questi recettori si connettono con particolari molecole dell'olfatto, la loro membrana molecolare si apre per consentire agli ioni dell'odore di entrare nella cellula e saranno immediatamente identificati.

È stato dimostrato che le zanzare rilevano l'octenolo attraverso gli odori. Questa è una sostanza chimica presente nel sudore umano ed è anche una delle indicazioni che una persona ha un cancro al fegato.

Il team di ricerca giapponese ha creato con successo un recettore per l'odore artificiale personalizzato che imita perfettamente quello di una zanzara. Il prototipo può avere le dimensioni di un cestino del pranzo.

Tuttavia, nonostante le dimensioni del recettore dell'odore artificiale, il team di ricerca è stato in grado di identificare fino a 0,5 parti di ottenolo per miliardo in campioni di respiro, il tutto in meno di 10 minuti.

LEGGI ANCHE – Il vetro vulcanico potrebbe controllare potenzialmente la popolazione di zanzare

(Foto: Pixabay)

Stabilito il legame tra cancro e zanzare

Le zanzare rappresentano una minaccia cruciale per milioni di animali e esseri umani in tutto il mondo, trasportando parassiti e agenti patogeni vitali, tra cui dengue, filariosi, malaria e virus Zika.

È un problema in crescita che causa una mortalità e morbilità sostanziali in tutto il mondo.

Si prevede che i casi annuali di cancro aumenteranno dai 14 milioni registrati in precedenza nel 2012 a circa 22 milioni nei prossimi 2 decenni.

Prima d'ora, ci sono state incredibilmente poche prove contrastanti sulla relazione tra malattie trasmesse dalle zanzare e cancro.

Il cancro rimane un importante problema di salute pubblica e rappresenta un peso considerevole in diversi paesi con diversi livelli di ricchezza economica.

Poiché queste due preoccupazioni, ovvero il cancro e le zanzare, sono state riconosciute, è diventato estremamente essenziale per gli scienziati indagare o determinare se hanno una connessione reciproca che può alimentare in modo efficiente i loro rispettivi fardelli.

Pochissimi studi hanno davvero esaminato il profondo legame tra queste 2 minacce globali.

Grazie al team di ricerca giapponese, lo studio pubblicato sulla rivista americana è uno dei nuovi studi per stabilire un legame tra cancro e zanzare.

ARTICOLO CORRELATO – Scienziato lascia che la zanzara lo morda per la ricerca

Per ulteriori notizie, aggiornamenti sulle zanzare e storie simili, non dimenticare di seguire Nature World News!

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.